Feed Details

  • Civonline
  • News
  • Quotidiano Telematico dell'Etruria
    • 678 views
    • Last updated July 15, 2015
  • Source: civonline.it

Feed Tags

Other Feeds

Tarquiniese Cornetano's Feeds

Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria

Copyright 2015 Civonline
Feed Rss di Civonline
  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - «La notizia in cui vengono richiamate mere “indiscrezioni” su presunte pressioni da parte del sottoscritto per favorire una scalata di Engie a Port Utilities è priva di qualsiasi fondamento». Lo afferma il presidente dell’AdSP del Mar Tirreno Centro Settentrionale Francesco Maria di Majo: «A questi signori, impegnati a screditare la mia attività e quella dell’AdSP, voglio far presente che l’aver messo in contatto Engie e Port Utilities, al fine della tutela ambientale e di una migliore efficienza energetica del porto e dei suoi operatori, rientra appieno nei compiti  istituzionali dell’AdSP». 
    «Ragion per cui - prosegue il presidente Di Majo - già nell’ottobre 2017 abbiamo approvato, primi tra le Autorità di Sistema Portuale, il Documento di Pianificazione energetica ed ambientale le cui Linee Guida sono state presentate lo scorso venerdì proprio a Civitavecchia dal ministro dell’Ambiente, Sergio Costa». 
    «Engie è una società co-proprietaria di una concessionaria a cui appartiene uno dei più importanti impianti di produzione di energia all’interno del porto ed è nota a livello internazionale per la sua competenza nel settore dell’efficientamento energetico - continua il presidente dell’AdSP - In considerazione di questo ruolo Engie ci ha chiesto informazioni tecniche in merito alla possibilità di realizzare impianti fotovoltaici nelle aree portuali. A tal proposito, più di un anno fa, ho chiarito ai vertici di Engie che nel porto di Civitavecchia esiste una società concessionaria, per l’appunto Port Utilities, che si occupa della gestione dei servizi energetici con la quale sarebbe stata mia cura metterli in contatto». «Contatto poi avvenuto, circa 8 mesi fa, come risulta da un documentato scambio di e-mail tra i nostri dirigenti e i vertici di Port Utilities», continua il numero uno di molo Vespucci. «Voglio, inoltre, precisare che non ho mai assistito, in qualità di  avvocato, la società Engie né mi risulta che quest’ultima  sia stata assistita dalla sede italiana dello studio legale internazionale di cui sono stato of counsel». 
    «Negli ultimi due anni - conclude il presidente di Majo - sono stato bersaglio ripetuto di presunte notizie, rivelatesi poi puntualmente infondate, diffuse col solo intento di delegittimare me e l’azione di questo ente impegnato, invece,  a promuovere i porti del network a livello nazionale ed internazionale nel pieno rispetto delle regole e della trasparenza».

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - "Alla luce dell’ennesimo grave incidente accaduto ieri, che ha richiesto l’intervento dell’eliambulanza per trasportare il sub a Grosseto e sottoporlo a trattamento di urgenza per salvarlo da una embolia, ritengo sia necessario che l’amministrazione comunale torni ad intervenire da subito sull’Autorità di Sistema Portuale per uscire dall’impasse sulla camera iperbarica". È quanto dichiara il capogruppo della Svolta Massimiliano Grasso, all'indomani dell'incidente avvenuto ieri mattina e che ha coinvolto un 56enne subacqueo.

    "Sulla base di quanto approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale - ha infatti sottolineato Grasso - è necessario che il procedimento venga ripreso al più presto, partendo da Molo Vespucci per poi arrivare alla sua definizione in Regione".

    Ad ottobre il consiglio comunale ha approvato all’unanimità l’ordine del giorno presentato dal consigliere Alessandra Riccetti per attivare tutti i canali istituzionali coinvolti e rimettere così in funzione il servizio di trattamento iperbarico creando un punto di riferimento per il territorio.  

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    TARQUINIA - A Palmi, in provincia di Reggio Calabria, una villa della ‘ndrangheta è diventata un commissariato di polizia. A Roma, in via Rocca Bernarda lo Stato ha confiscato la villa dei Casamonica. Anche a Montemurlo, in provincia di Prato, ora ci sono le forze dell’ordine al posto della camorra.  E  arriverà gente perbene pure a Castelvetrano, in provincia di Trapani: via Cosa Nostra. E via pure la mafia da Sacrofano a Roma. A Cosa Nostra è stato confiscato un intero palazzo anche a Palermo. E a Tarquinia è stata confiscata una villa alla mafia. E per esattezza alla Banda della Magiana. Parola del vicepremier Matteo Salvini che nei giorni scorsi è intervenuto sul tema durante la trasmissione Porta a Porta condotta da Bruno Vespa, elencando Tarquinia tra i sette provvedimenti più importanti.

    “A Tarquinia – ha detto Salvini – la Banda della Magliana ha finito di godersi questa villa. Ora se la godranno i cittadini o le associazioni di volontariato”. 

    In tutto a Tarquinia, secondo quanto emerso nell’ultima conferenza dell’Agenzia nazionale per l’amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati,  gli immobili sottratti alla criminalità organizzata sarebbero dodici per un valore di un milione 314mila euro, e per ognuno di loro il Comune di Tarquinia ha presentato una manifestazione di interesse per poterli utilizzare per scopi sociali e istituzionali. In realtà si tratta di immobili, terreni e annessi che fanno capo a due proprietà principali: quella situata in località San Giorgio e quella di Marina Velca.

    Nel Lazio i beni confiscati sono invece 490, per un valore di 82 milioni di euro tra abitazioni, terreni, ville, box e locali commerciali.

    Parlando della gestione statale degli immobili confiscati, Salvini ha sottolineato: “Con il decreto sicurezza il personale verrà raddoppiato, verranno aperte quattro nuove sedi e ci saranno più poteri. Mafia, camorra e ‘ndrangheta mi fanno schifo, e spero di portargli via anche l’ultimo paio di mutande”.

    La lotta alla mafia, alla camorra e alla ‘Ndrangheta è un obiettivo primario per il leader del Carroccio: “Ci sono segnali di speranza - ha detto - grazie al lavoro delle forze dell’ordine. Da nord a sud i beni confiscati alle mafie sono tanti. Ed è una soddisfazione, perché vuol dire che lo stato è più forte. Lo stato sta gestendo anche alcune aziende che fino a poco tempo fa erano della mafia, e le sta gestendo meglio. Ci vorrà un po’, ma vinceremo”.

    Al vaglio, ancora, la destinazione d’uso della villa di San Giorgio, oggetto di confisca già nel 2015. (http://www.civonline.it/articolo/confiscati-definitiva-i-beni-di-lorenzo-pintore). Tra le ipotesi di destinazione d’uso, l’affidamento dell’immobile alle forze dell’ordine. Allo stato attuale potrebbe essere destinata alla Guardia forestale ma potrebbe essere utile anche per corpi come i Vigili del fuoco o la protezione civile.

    La villa di Marina Velca mostrata in tv da Salvini fa invece capo ad un esponente della banda della Magliana, arrestato anche un anno fa nell’ambito di una maxi inchiesta sul riciclaggio di soldi sporchi della comunità cinese di Milano. I soldi accumulati in modo illecito provenivano dal narcotraffico nella capitale. Il riciclaggio era effettuato tra Roma e Londra da due sodalizi criminali italiani, coinvolti nell'inchiesta della Procura di Roma, che portó a 20 arresti in varie città italiane. Il riciclaggio dei capitali cinesi faceva capo a Stefano Taccini, romano di 54 anni, legato all'ex banda della Magliana, mentre l'altro gruppo che riciclava i proventi della droga faceva capo ad Alessio Del Vecchio.  L'inchiesta tiró in ballo pure Raffele Gerbi, patron della società "Professional e Partners Group". Nell'azienda lavoravano anche Angelo Senese e Michele Senese, oltre a Jacopo Sansovin già coinvolto nell'indagine "Mafia Capitale" :vennero tutti accusati a vario titolo di riciclaggio aggravato dalla transnazionalità, autoriciclaggio, impiego di denaro di provenienza illecita, emissione ed utilizzazione di fatture per operazioni inesistenti.

    Il primo sodalizio avrebbe riciclato 15 milioni di euro illegalmente accumulati nella provincia di Milano da alcuni appartenenti alla comunità cinese. “Dopo aver ricevuto i contanti, - si disse - effettuava bonifici giustificati da fatture per operazioni in realtà inesistenti, emesse da società riconducibili all'organizzazione. Queste società trasferivano il denaro sui conti di una società con sede a Londra, controllata da prestanomi dei cittadini cinesi, che rientravano così all'estero in possesso del denaro "ripulito"”.

    Un secondo sodalizio, facente capo anche in questo caso a un imprenditore della provincia di Roma, risultó aver riciclato 3 milioni di euro provenienti dal traffico di sostanze stupefacenti sul territorio della Capitale. Uno degli arrestati, un imprenditore romano operante nel settore del commercio d'auto, già in passato era stato arrestato per operazioni di riciclaggio effettuate a favore di Enrico Nicoletti, il cassiere della Banda della Magliana.

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - Ancora pioggia, per domani, sul litorale. Lo conferma la Protezione Civile. "Le temperature si abbasseranno con la percezione di aria gelida - hanno spiegato - non si escludono precipitazioni nevose sui Monti della Tolfa, a 580/600 mt. Il personale della viabilità della Provincia già si è mobilitato per spargere il sale sulla SP3/a e 3/b: la situazione dovrebbe essere abbastanza nella norma, ossia gestibile senza difficoltà per la circolazione stradale. Nelle prossime ore avremo aggiornamenti". 

    Con gli ultimissimi aggiornamenti emessi dai principali modelli di previsione, nonché dalle relative post elaborazioni di detti dati per avere maggiori dettagli a  scala locale, giungono ulteriori conferme inerenti il marcato peggioramento delle condizioni meteo.

    In merito alle possibili nevicate, saranno possibili a quote superiori ai 400 metri circa, ad iniziare dal pomeriggio di domani.

    In merito ai possibili accumuli ed alla più precisa collocazioni delle possibili nevicate, nel tempo e nella quota, ci saranno ancora ulteriori indicazioni, sia in tarda serata che nella giornata di domani, quando saremo in piena "diretta meteo".

    Restano ancora alcune incertezze, dovute a come andrà a posizionarsi effettivamente il profondo minimo di pressione che andrà a formarsi sui nostri mari occidentali. 

    Protezione civile e Strutture Operative, Comuni, in allerta per monitorare e gestire eventuali criticità. La sala operativa integrata del C.O.I. sarà aperta e raggiungibile telefonicamente allo 076619422, oltre alle sale operative degli organi del soccorso. Si invita la popolazione a monitorare i siti istituzionali dei Comuni residenti, nessuna novità per le scuole al momento

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    TARQUINIA – Batte forte il cuore della solidarietà del Lions club Tarquinia e di Semi di Pace. La cena di gala organizzata il 19 gennaio per il progetto “Rondini” ha permesso di raccogliere oltre 2200 euro per l’attivazione alla Cittadella, sede della onlus, di un centro gratuito di ascolto psicologico e assistenza legale, coordinato da un’equipe di esperti, per dare supporto alle donne vittime di violenza, ai giovani che hanno subito di bullismo e alle persone con dipendenza patologica dal gioco d’azzardo.
    La generosità dei partecipanti. La conduzione impeccabile e magistrale della giornalista di Mediaset Alessandra Viero. Le parole emozionanti del presidente di Semi di pace Luca Bondi, del coordinatore del progetto “Rondini” Simone Scataglini, dell’avvocato Giuseppina Di Gennaro e della psicologa Maria Cecilia Dionisi, responsabili del centro di ascolto. L’elegante location dell’hotel Brizi country chic. L’animazione perfetta dell’associazione City in fiesta. Sono stati gli ingredienti per il successo dell’evento.
    “Ringrazio gli amici che hanno aderito alla serata – dichiara il presidente del Lions club Tarquinia, l’avvocato Paolo Pirani - ma un encomio particolare lo meritano Alessandra Viero, che ha accettato immediatamente il mio invito non appena ha saputo il tema e la finalità dell’evento, e a Giordano Brizi, che ci ha ospitato e ha donato al progetto “Rondini” una parte della quota di partecipazione. I miei ringraziamenti vanno inoltre a tutti coloro che, seppure assenti, hanno voluto partecipare con un contributo solidale alla serata”.
    “Siamo contenti che le persone abbiano capito l’importanza di questo progetto – dichiara il coordinatore Simone Scataglini -. Il servizio, che ha ricevuto un finanziamento della Regione Lazio, partirà a febbraio. Ringrazio, a nome di Semi di Pace, l’avvocato Paolo Pirani per aver creduto in noi. La collaborazione con il Lions club Tarquinia proseguirà in futuro. Abbiamo aperto insieme una strada e vogliamo proseguirla fino in fondo, per rafforzare sempre di più il centro di ascolto psicologico e assistenza legale e promuovere iniziative di sensibilizzazione ed educazione”.
    L’ottima riuscita della raccolta fondi è stata possibile anche per la sensibilità dimostrata da prestigiosi brand della moda italiana e internazionale, che hanno a messo disposizione alcune creazioni per la lotteria benefica.
     

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    LADISPOLI - Ancora un tentato furto alla posta di via Caltagirone a Ladispoli. Dopo il tentato furto di qualche giorno fa, i malviventi sono tornati a colpire la struttura. In particolar modo lo sportello bancomat esterno. Ignoti avrebbero provato a far saltare il bancomat nel tentativo di poter portare via il contante. Il fatto sarebbe successo questa notte intorno alle 3. Purtroppo per loro, oltre ai danni causati, non sarebbero riusciti a portare via nulla, probabilmente perché disturbati. Sulla vicenda indagano i Carabinieri della stazione di via Livorno. 

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    LADISPOLI - Era certo che i suoi comportamenti violenti ed oltraggiosi sarebbero rimasti privi di conseguenze, ma cosi non è stato.

    Infatti, nella giornata di sabato D.L.M., residente a Ladispoli ed ultras della locale compagine calcistica militante in serie D, si è visto notificare il “Divieto di accedere all’interno degli Stadi e di tutti gli impianti sportivi del territorio Nazionale” per la durata di 4 anni, emanato dal Questore di Roma Guido Marino.

    Il provvedimento rappresenta il frutto di un’attenta e costante osservazione dei “comportamenti” ripetutamente tenuti dall’uomo durante diversi incontri calcistici, operata, in perfetta e completa sinergia, dagli agenti del Commissariato di Polizia di Civitavecchia ed dai militari del Comando Stazione Carabinieri di Ladispoli che, insieme, hanno notificato il provvedimento al predetto D.L.M.

    L’uomo, nel recente passato e sempre in occasione di partite di calcio, aveva ripetutamente oltraggiato Carabinieri e Poliziotti nonché, in una specifica circostanza, aveva aggredito il genitore di un calciatore della locale Squadra.

    La proposta di “DASPO” quindi, supportata anche da altri precedenti per violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale, violazione delle norme sulle Pubbliche Manifestazioni ed inosservanza agli Ordini dell’Autorità di Pubblica Sicurezza, ha trovato accoglimento con l’emanazione del relativo provvedimento da parte della Divisione Anticrimine della Questura di Roma.

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - A margine della convegno sul bilancio dell'anno di Assotir è intervenuto il rappresentante degli spedizionieri, in particolare di Anasped, al tavolo di partenariato, Gianfranco Monti, il quale ha espresso perplessità e preoccupazione per l'aumento della tassa sulle merci disposto dall'Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno centro settentionale, entrato in vigore dal 1° gennaio scorso. Monti ha ricordato che, al tavolo, la questione ha contato l'astensione di cinque realtà su 12, tra cui appunto spedizionieri e autotrasportatori, l'aumento è stato poi ratificato dal comitato di gestione. "Parliamo di un'imposta sulle merci - ha spiegato - incrementata del 43%, unico esempio in tutta Italia". La preoccupazione è legata a possibili dirottamenti di merce verso altri porti, dove i costi sono più bassi. "Inoltre - ha aggiunto Monti - le tabelle con gli aumenti esposte in dogana dal 2 gennaio, tra l'altro neanche inviate alle diverse società, erano completamente sbagliate. Rimandate indietro, dopo qualche giorno erano ancora sballate: sono stato io stesso a modificarle, in base alle griglie presentate al tavolo del partenariato". È stato quindi il rappresentante degli autotrasportatori Loffarelli a ricordare come però questo tipo di problematiche debbano essere affrontate in altre occasioni, confermando comunque che la tassa, così come riferito da Molo Vespucci, è stata aumentata per poter reinvestire in opere infrastrutturali portuali. Una volta raggiunta la quota indicata, si dovrebbe quindi riabbassare. "Auspichiamo - ha concluso il vice presidente della Cpc Patrizio Scilipoti, presente al convegno - che la situazione possa essere affrontata in un apposito tavolo" auspicando quel confronto che, come sottolineato da Monti, finora non sembra esserci stato.     

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - “L’autotrasporto in questi ultimi anni è riuscito a ristabilire il peso specifico che è fondamentale soprattutto in una realtà portuale come questa, sottolineando il suo stretto legame con la logistica. Il trasporto ha qualcosa da dire e noi cerchiamo di mettere i contenuti più adatti”. È quanto hanno dichiarato il segretario generale di Assotir Claudio Donati ed il rappresentante di categoria dell’autotrasporto per l’Adsp Patrizio Loffarelli nel corso della terza edizione di “Un anno su strada. Percorsi e prospettive del trasporto”, l’iniziativa nata per fare un punto sull’anno appena concluso ed individuare le prospettive per quello in corso.

    Un anno in salita, il 2018, iniziato con la vertenza relativa all’imbarco per la Sardegna, proseguiti con i problemi legati alle dogane, “con una giornata di blocco dei mezzi davanti al terminal container – ha ricordato Loffarelli – che ha segnato però una svolta, sotto il profilo dell’unità del settore raggiunta a partire da quell’episodio, che ci ha portato in particolare a risolvere la questione relativa all’area dove svolgere attività logistiche, superando il discorso della sigillatura, e potendo contare su un aumento del personale doganale, che non risolve la carenza, ma almeno la tampona”. Un anno caratterizzato ancora più dall’impegno sulla formazione del personale attraverso l’utilizzo di fondi ministeriali, che ha visto coinvolti oltre 120 autisti del territorio. Un anno, però, chiuso con un’importante notizia: quella del rifinanziamento della legge 59/89, con uno stanziamento di 300mila l’anno in corso per i comuni di Civitavecchia e Santa Marinella. Il problema è quello, annoso, della Viacard, non più finanziata dal 2009, per la cui risoluzione sono stati ringraziati i consiglieri regionali che si sono spesi per la causa, Gino De Paolis, presente all’evento, Marietta Tidei, Devid Porrello ed Emiliano Minnucci, ed il Comune rappresentato da Francesco Fortunato. 

    “Ora bisogna rendere operativo e pratico questo importante risultato – ha aggiunto Donati – per chi utilizza in modo continuativo questa tratta, non avendo un’alternativa al pedaggio autostradale. I soldi ci sono: bisogna renderli spendibili. Per questo auspichiamo, a stretto giro, la convocazione di un tavolo in Regione per stilare un regolamento per l’accesso alla Viacard, in modo da poterla attivare già a marzo”. Nel frattempo l’Assotir non rimane a guardare quello che accade sul territorio, soprattutto attorno allo scalo. L’affidamento dell’Interporto fa ben sperare, ma serve attrarre nuovi traffici per rilanciare un settore, quello delle merci, “il cui futuro – ha ribadito Donati – è poco chiaro. E da questo dipende anche il futuro delle nostre aziende e del territorio”. Per questi motivi l’associazione sta organizzando, per la seconda metà di marzo, un convegno sulla portualità, promosso dagli autotrasportatori, invitando tutti gli operatori economici e le realtà istituzionali, a partire dalla Regione Lazio, e cercando di coinvolgere anche gli studenti degli istituti cittadini. Nel frattempo la categoria apre al confronto con i candidati sindaco per le prossime amministrative, consapevoli dell'importanza dell'autotrasporto a livello territoriale.  

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - “A ridosso dell’ennesimo passaggio del testimone amministrativo, la città sembra stia per cambiare volto. Dopo più di 100 anni dalla sua messa in opera, il cementificio di Civitavecchia sta per essere demolito”.

    Lo dichiara Elisa Pepe, delegata ambiente del circolo FdI Paolo Borsellino di Civitavecchia che interviene sull’imminente avvio dei lavori nel sito ex Italcementi. Per il rappresentante di Fratelli d’Italia si tratta di una questione che è “da almeno venti anni uno dei problemi irrisolti di questa città. Un sito dismesso che occupa una porzione di territorio fondamentale per la vivibilità dei civitavecchiesi. Fiumi di parole sono state dette e altrettante sono state scritte: parco pubblico, zona residenziale. Nessuno però fin qui è riuscito a liberare la città da questo ecomostro. Ora – prosegue Pepe - l’amministrazione pentastellata afferma di aver risolto la questione e che presto cominceranno i lavori”.

    Il delegato all’ambiente del circolo FdI si augura che non si tratti dell’ennesimo  “proclama pre-elettorale, sarebbe un evento importante per Civitavecchia, sovraccaricata di responsabilità dal punto di vista ambientale. Ma il binomio tra progresso industriale-tecnologico e salvaguardia ambientale non può e non deve essere un aut aut, potendo oggi godere di importanti mezzi. Demolire necessita assoluta cautela – avverte Pepe - al fine di difendere l’incolumità pubblica ambientale. Un'attenta analisi dei materiali presenti e il pieno rispetto delle norme di sicurezza sigilla la tutela dei lavoratori e della popolazione.  Alla demolizione – tuona - dovrà seguire una accurata bonifica prima di realizzare ogni tipo di progetto sul sito”. 

    Pepe si dice fiduciosa, perché questo evento potrebbe segnare un’era che ha visto Civitavecchia subire troppi torti “e l’inizio di una nuova alla ricerca di soluzioni che ossigenino i polmoni della nostra città. A tal proposito Fratelli d'Italia – conclude l’esponente FdI - una volta acquisita la responsabilità di governare la città, coinvolgerà i cittadini su come sarebbe meglio sfruttare tale area, in un percorso di condivisione che segnerà anch'esso un'inversione di tendenza rispetto a quanto accaduto negli ultimi anni”.

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    SANTA MARINELLA – “In seguito al post di Francesco Settanni di cui abbiamo preso visione nel gruppo Verde Santa Marinella, riteniamo importante che i cittadini, che hanno ritenuto iniquo il provvedimento che ci ha di fatto privato del servizio di raccolta del verde privato, abbiamo messo le firme sul ricorso presentato, volto al ripristino del servizio”. A dirlo è Antinio Floris di Verde Santa Marinella. “Questo perché – continua Floris - sia finalmente chiarito nelle opportune sedi, se tale provvedimento, protratto per più mesi, sia legalmente ineccepibile. Vi ricordo che queste firme non sono raccolte da un gruppo partitico, ma da cittadini, quindi il ricorso, come tale, può definirsi trasversale e di interesse generale, per questo l’appello può trovare spazio nel nostro gruppo, che ha a cuore il rispetto del diritto dei cittadini a poter gestire i propri spazi verdi senza dovere assolvere anche gli oneri del servizio di raccolta, che per molte persone ha rappresentato una notevole difficoltà. Credo sia giusto chiarire una volta per tutte, perché sono convinto che questo servizio spetti a chi lo svolge per profitto”.

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    Giornata super per il Crc nel campionato di serie B. Si giocava l’undicesimo turno del torneo cadetto e i biancorossi hanno fatto ancora una volta la differenza, andando a vincere 47-28 sul non facile campo dell’Asd Arieti Rieti. Un successo meritato da parte della compagine allenata dai coach Giampiero Granatelli e Mauro Tronca, anche se la partenza della squadra è stata un po’ in sordina, tanto che il primo tempo si è chiuso in parità. Nella seconda fetta di gara è però salito in cattedra il Crc che ha dominato i padroni di casa e portato a Civitavecchia il bottino pieno. 
    La soddisfazione del capitano Jacopo Manuelli: «Siamo partiti un po’ col freno a mano tirato, abbiamo chiuso il primo tempo sul 14 pari. Nella seconda frazione invece siamo usciti fuori con grande personalità, abbiamo macinato tanto gioco. Poi abbiamo preso le ultime due mete negli ultimi cinque minuti». 
    Ma la domenica è diventata speciale anche per il risultato di Romagna-Florentia, il pareggio che tutti i biancorossi sognavano: «Ora siamo a quattro punti dalla capolista (il Romagna, ndr) e a due dalla seconda in classifica (il Florentia, ndr) - aggiunge Manuelli - tutti quanti abbiamo esultato. Siamo molto vicini e uno dei due scontri ce lo abbiamo a casa, ma dobbiamo prima pensare alle altre partite a cominciare da Siena, un avversario molto temibile. Però oggi (domenica, ndr) è andata davvero bene».

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    di MATTEO CECCACCI

    Secondo segno ics consecutivo per il Civitavecchia Calcio 1920 che alla Cavaccia, nel match valevole per la 2^ giornata di ritorno del campionato di Eccellenza, termina a reti inviolate lo scontro salvezza contro i romani del Casal Barriera.
    Una partita equilibrata, messa in difficoltà fin dai primi minuti dalla nebbia che si è resa protagonista sul sintetico collinare, ma nonostante questo le squadre hanno continuato a giocare cercando la rete del vantaggio. È stata una gara che molti ricorderanno, soprattutto per i tanti, tantissimi episodi che si sono verificati durante la prima frazione di gioco: il primo al 13’ e il secondo alla mezz’ora, con protagonista l’attaccante Manuel Vittorini che subisce fallo dentro l’area di rigore, ma in entrambi i casi l’arbitro non indica il dischetto, bensì prende la decisione opposta e sventola due cartellini gialli per simulazione. Una valutazione assurda, a detta dei tifosi nerazzurri presenti in tribuna, fatto sta che al 31’ bomber Vittorini è costretto ad abbandonare il terreno di gioco e a lasciare la squadra in inferiorità numerica. Nella ripresa le due compagini, dopo un primo tempo privo di emozioni, tentano l’assalto, ma la bravura dei portieri nega il gol a chiunque tenta di realizzarlo, anche se gli ospiti vanno a segno nel finale con l’assistente, però, che annulla per offside. Al triplice fischio è 0-0 e la Vecchia, oltre all’arrabbiatura con il direttore di gara, si guadagna il secondo punto in due match che porta i ragazzi di mister Scorsini sulla stessa piazza dell’Almas Roma sempre all’ultimo posto. 

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    Con il successo per 3-0 (25-11, 25-21 e 26-24 i parziali) sull’Andrea Doria Tivoli, la Massimi Eco Soluzioni Ladispoli conclude il girone d’andata del campionato di serie B2 femminile.
    È l’undicesima vittoria, a fronte di due sole sconfitte. Un 3-0 netto quello di sabato al PalaPanzani, arrivato al termine di una gara giocata con fluidità e tanta determinazione. Nel primo set la Massimi Eco Soluzioni non ha faticato molto ad imporre il suo gioco corale, ormai collaudato, favorito sia dall’innesto ben riuscito della nuova centrale Mariella La Ragione, come pure dai due punti di forza della squadra, un po’ meno appariscenti dei suoi straripanti attaccanti, ma comunque ugualmente efficaci: la palleggiatrice Ceresi ed il libero Esposito. Solo nel terzo set la gara ha dato qualche segnale di reale equilibrio, ma comunque terminato ai vantaggi (26-24) in favore delle padrone di casa. Il Ladispoli con il successo di Sabato non solo mantiene il suo terzo posto in classifica, ma ancor più lo consolida in virtù della sconfitta casalinga rimediata dal S.Paolo Cagliari, quarta forza del campionato, ad opera della Coged Teatina Chieti portando il distacco a 9 punti. Più distaccate le altre, ma con un Volleyrò ed un Faroplast School V.Perugia in netta rimonta ed un Modo Volley rafforzato. Soddisfazione da parte del tecnico Grechi e di tutto lo staff; naturalmente per i 33 punti al giro di boa che rappresentano pur sempre un significativo primato cittadino, ma non solo. Un altro dato significativo è riscontrato dal fatto che fino ad ora non si è mai arrivati al tie break, forse uno dei motivi é che degli otto set sin qui terminati ai vantaggi, ben sette sono stati vinti ed uno soltanto perso. Il girone di ritorno si prospetta insidioso ma, con l’obiettivo playoff apparentemente alla portata, anche entusiasmante. La speranza è che i contrattempi scaturiti dai brutti infortuni patiti nel girone di andata si siano esauriti; l’augurio è quello di poter guardare avanti con la stessa determinazione ed un moderato ottimismo.

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    di ALESSIO ALESSI

    La Cestistica comincia il girone di ritorno del campionato di serie C Gold così come aveva iniziato la sua avventura stagionale: con una sconfitta contro Grottaferrata, diventata nel frattempo capolista, per 66-59. Uno stop che costa alla Stemar 90 anche l’ottavo posto in classifica, ultimo utile per accedere ai playoff. «Bene - spiega coach Lorenzo Cecchini - fino alla fine del terzo quarto, quando abbiamo iniziato a tirare male, anche perché abbiamo sofferto molto la loro zona; questa sfiducia in fase realizzativa ce la siamo portata dietro anche in difesa, concedendo a Grottaferrata troppi canestri che alla fine ci hanno condannato. L’obiettivo resta quello di trovare una vittoria contro una “big” per prendere fiducia in chiave post season, anche se non dobbiamo dare per scontato l’accesso ai playoff; quindi massimo impegno».
    Parziali: 16-11, 19-15, 12-15, 12-25.
    Cestistica Civitavecchia: Campogiani 6, Foulds 3, Bezzi 1, Bottone 5, Gianvincenzi 7, Manetti 13, Profumo n.e, Di Grisostomo 8, Fiorucci 0, Spada 5, Gattesco 11. Coach: Cecchini.
    Basket Grottaferrata: Temperini 0, Rossi 3, Conforto n.e, Bistarelli 6, Ridolfi 16, Tretta 17, Garofolo 2, Spizzichini S. 10, Meschini 6, Brenda 6. Coach: Busti.
     

  • Jan 21, 2019 12:00:00 AM

    Una prova super, che può cambiare il trend della stagione. È quella della Serramenti Sartorelli Asp, che sabato sera al Palasport ha letteralmente strapazzato per 3-0 la Roma XX, al termine di una gara dominata dall’inizio alla fine, soprattutto grazie ad un’ottima prestazione a muro. Diversamente da quanto avvenuto nelle ultime due uscite contro Viterbo e Roma Volley, i rossoblu non hanno avuto cali di tensione durante tutto il confronto, anche se qualche scelta arbitrale dubbia, da una parte e dall’altra, ha fatto innervosire i ragazzi in campo. A farne le spese è stato il centrale Antonio Piscini, espulso a cavallo tra il secondo ed il terzo quarto, così come un giocatore della formazione capitolina. Nell’ultimo set, il classe ’81 è stato sostituito egregiamente dal giovane Biscarini. 
    «Sono soddisfatto - ammette il tecnico Alessandro Sansolini - perché abbiamo giocato una buona pallavolo e siamo sempre stati concentrati sulla sfida. Abbiamo dominato un avversario che in classifica aveva cinque punti in più di noi e questo è un doppio vantaggio. Ci prendiamo tre punti importanti e ci avviciniamo alla parte alta della classifica. Obiettivo playoff? Non ci pensiamo, vediamo partita dopo partita». 
    Nonostante il successo, la Serramenti Sartorelli Asp non esce dalla zona playout. I rossoblu sono terzultimi con 18 punti, gli stessi della Fenice. Ma la zona salvezza è ad un solo punto di distanza e i playoff a cinque.
     

0 comments