Feed Details

  • Civonline
  • News
  • Quotidiano Telematico dell'Etruria
    • 378 visite
    • Ultimo aggiornamento 15 luglio 2015
  • Source: civonline.it

Feed Tags

Other Feeds

Tarquiniese Cornetano's Feeds

Civonline - Quotidiano Telematico dell'Etruria

Copyright 2015 Civonline
Feed Rss di Civonline
  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - Deve rispondere di minacce, oltraggio, resistenza e violenza a pubblico ufficiale il 56enne civitavecchiese M.L., arrestato dagli agenti di Polizia. 

    Ieri sera le pattuglie del commissariato di Civitavecchia, diretto da Nicola Regna, sono state inviate in un’abitazione per una segnalazione di lite in famiglia: quando i poliziotti sono arrivati, l’uomo, in evidente stato di agitazione, che stava imprecando contro i suoi familiari, si è rivoltato contro di loro. Con atteggiamento di sfida, ha minacciato gli agenti di fargliela pagare e improvvisamente ha sferrato un pugno contro uno di loro e, avendolo mancato, si è scagliato contro gli altri.

    Nonostante i tentativi di farlo desistere dal suo comportamento, M.L. ha continuato ad opporre resistenza e a minacciare tutti i poliziotti: accompagnato presso gli uffici del commissariato è stato arrestato per oltraggio, resistenza, violenza nonché minacce a pubblico ufficiale e messo a disposizione dell’autorità giudiziaria per il rito di direttissima.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    TARQUINIA - Un’anteprima nazionale, ‘’e meglio ancora mondiale’’, al teatro comunale di Tarquinia: la prima realizzazione assoluta musicale dell’Infinito” di Giacomo Leopardi per tenore, coro e orchestra, composta dal maestro Francesco Traversi, direttore dell’Orchestra sinfonica ‘’Europa Musica’’ in occasione dei duecento anni dalla prima stesura della poesia nota al mondo.

    Un grande evento culturale, illustrato questa mattina dal commissario prefettizio Giuseppe Ranieri e dallo stesso maestro Traversi nell’ambito della presentazione dei due appuntamenti musicali in programma al teatro di Tarquinia, al termine della già fortunata stagione di prosa. Una performance che vede la firma  proprio di ‘’Europa musica’’ che il 30 marzo propone il Gran Galà dell’opera - un “viaggio coinvolgente tra i capolavori del melodramma italiano, con Rossini, Fellini, Donizetti, Verdi e Puccini. Celebri sinfonie, arie e cori che hanno fatto la storia dell’opera lirica con l’Orchestra Sinfonica Europa Musica, il Coro Lirico Italiano e quattro solisti provenienti da importanti kermesse in teatri italiani e stranieri” -, e il 27 aprile uno spettacolo particolare che si vede, in genere, solo su prosceni internazionali: si tratta della ‘’Grande musica del cinema’’ che ripercorre le grandi colonne sonore delle maggiori produzioni cinematografiche che hanno lasciato il segno nella storia del Cinema: da Morricone a Nino Rota, da Bacalov a Piovani a Hans Zimmer, passando per il Signore degli Anelli, Pirati dei Caraibi e Star Wars.

    “Non è stato facile musicare il testo di Leopardi, – ha spiegato il maestro Traversi – ma nel testo ho trovato tanti riferimenti musicali. Ed in fondo Leopardi ha scritto spesso sull’importanza della musica. È straordinaria l’attualità di questo testo di Leopardi; la semantica e le parole che usa sono di un’attualità sconcertante: l’uomo moderno che ha bisogno della curiosità e della forza di andare oltre il limite fisico di una qualche siepe, di un qualche muro e immaginarsi in qualcosa che è aldilà e quindi tuffarsi con la fantasia e l’immaginazione con qualcosa che è aldilà del limite fisico. Pensiamo ad esempio alla disabilità, che oggi ha una grande attenzione da parte dell’opinione pubblica. Ho scoperto che il rapporto di Leopardi con la musica è stato molto forte: ha approfondito il senso della musica soffermandosi sul senso del suono nei confronti dell’armonia. Lo stesso testo dell’Infinito contiene infatti molti termini che hanno più a che fare con la musicologia che con la poesia: ''udire'', ''silenzio'', ''la voce'', il ''suon di lei'', tutti riferimenti musicali molto importanti”.

    “Sono orgoglioso di presentare un programma musicale che si aggiunge alla stagione teatrale già iniziata e che ha riscontrato un enorme successo anche per l’elevato livello delle compagnie che si sono già presentate al teatro comunale di Tarquinia e per quelle che verranno. – ha esordito il dottor Ranieri -  Abbiamo voluto aggiungere una chicca a questo battesimo del teatro comunale di Tarquinia. Il maestro Traversi è colui che ha curato tutti gli aspetti sonori del nuovo teatro: l’audio e il posizionamento delle tavole acustiche. Questo teatro aveva un riverbero di voce, dal proscenio alle ultime file, di oltre nove secondi. Grazie alla tecnologia e alla professionalità del maestro Traversi e all’impresa e alle maestranze, siamo riusciti a portarli ad un secondo e mezzo: un livello altissimo per una struttura che non è nata con la vocazione teatrale”.

    “Il maestro Traversi è venuto all’inaugurazione del primo spettacolo e lì ci siamo conosciuti ed abbiamo deciso di portare a Tarquinia l’orchestra sinfonica ‘’Europa musica’’ – ha poi spiegato Ranieri – Non è stato difficile tra persone che si sentono portatori di diritti e doveri lavorativi ma anche di messaggi culturali che vanno inviati all’intera collettività, intendendo non una dimensione territoriale ma l’universalità dell’arte, e in questo caso dell’arte musicale. Quindi abbiamo voluto fare questa scommessa e farla diventare un punto di riferimento non solo per Tarquinia, ma per tutta la Regione Lazio”. “Europa musica ha una lunga tradizione, - ha aggiunto il commissario - ha una collaborazione professionale con artisti di valenza internazionale e penso che la performance del tutto innovativa ideata proprio per Tarquinia, anche con la presentazione per la prima volta in assoluta nazionale e mondiale dell’Infinito di Giacomo Leopardi, rappresenti una testimonianza che l’evento che si vuole realizzare a Tarquinia non è semplicemente per esibirsi ma per dare qualcosa di più a questo territorio al quale Traversi è legato emotivamente. Mi auguro che Tarquinia sappia rispondere e sappia apprezzare non solo l’elevato risultato professionale che sicuramente Europa musica ci garantirà ma anche l’approccio emotivo che verso questo territorio hanno tutti gli artisti”.  

    Alla sub commissaria infine il compito di lanciare l’appello alla cittadinanza e al territorio a rispondere con larga partecipazione a questi due grandi appuntamenti che vedono i posti ancora disponibili.

    VIDEO

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - Resta in carcere Ermenegildo Schiaratura, il 57enne civitavecchiese arrestato il 28 febbraio scorso nell'ambito dell'operazione della Polizia di Stato che ha fatto scattare le manette anche ai polsi dell'ex presidente della Cpc2005 Sergio Presutti, accusati entrambi di detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente. Il Tribunale del Riesame, al quale si era rivolto l'avvocato difensore di Schiaratura, Pietro Messina, ha infatti respinto la richiesta di scarcerazione o, in subordine, di arresti domiciliari. 

    Il legale ha quindi fatto sapere di voler ricorrere in Cassazione, contestando la decisione del Riesame basata, secondo l'avvocato, su motivazioni non convincenti. Si dovrà invece attendere qualche giorno per Sergio Presutti, la cui posizione è stata discussa soltato ieri dall'avvocato Daniele Barbieri, che anche in questo caso ha avanzato le stesse richieste del collega Messina.

    Presutti, nel corso del blitz degli agenti di Polizia su via Terme di Traiano, sarebbe stato trovato in possesso di circa 90 grammi di cocaina, mentre nell'auto di Schiaratura sarebbero stati trovati oltre 4mila euro in contanti, secondo gli inquirenti provento della cessione di droga avvenuta tra i due pochi istanti prima. Gli agenti a quel punto hanno fatto scattare quindi le perquisizioni domiciliari, anche con l’ausilio dell’unità cinofila della Guardia di Finanza. Nel terreno di proprietà di Schiaratura è stato rinvenuto materiale per il confezionamento dello stupefacente, identico a quello con cui era confezionata la sostanza sequestrata in precedenza, e una somma di denaro pari a diverse decine di migliaia di euro. Nell’abitazione di Presutti, invece, gli agenti hanno trovato e sottoposto a sequestro quasi 2mila euro in contanti e altri 2,94 grammi di cocaina.

  • Mar 23, 2019 12:00:00 AM

    LADISPOLI – Non si è ancora sciolto il dubbio relativo alla messa a punto anche per la stagione balneare 2019 del Piano di Salvamento Collettivo ideato lo scorso anno dall'amministrazione comunale di Ladispoli e che ha visto la fattiva partecipazione di Assobalneari e Ribomar. Grazie all'associazione e alla rete di imprese lo scorso anno gli arenili liberi della città balneare hanno visto la presenza di oltre 20 torrette di salvamento tutte presidiate da altrettanti assistenti bagnanti. Una vera e propria rete di “sicurezza” ideata grazie alla collaborazione con la Capitaneria di Porto e con la Dolphin che ha permesso di collegare tra loro le torrette di salvamento con l'ausilio di due motovedette. Ogni postazione era inoltre dodata di un defibrillatore per eventuali casi di emergenza. Dal canto suo, invece, la Ribomar, si è occupata della pulizia degli arenili liberi per tutta la stagione. Il tutto grazie a una convenzione stipulata prima dell'inizio della stagione estiva con Assobalneari e la Rete di Imprese.

    E nelle settimane scorse il vicesindaco Pierpaolo Perretta aveva annunciato la volontà da parte del comune e del suo assessorato al demanio marittimo, di ripetere l'esperienza anche quest'anno, avvelendosi sempre della collaborazione di Assobalneari. La situazione sarebbe al vaglio dell'associazione balneari che starebbe valutando se un piano “bis” per il 2019 sia possibile oppure no. «Stiamo valutando la situazione – ha spiegato il vicesindaco Perretta – certo è che sia il Comune che Assobalneari non hanno preso bene la vicenda giudiziaria che è andata ad interessare il piano di salvamento collettivo». E proprio come nei mesi scorsi l'Assessore al Demanio Marittimo era tornato a ribadire l'importanza dell'assistenza ai bagnanti fornita sugli arenili liberi per tutta la stagione estiva. Un risultato che ora non si vuole perdere. Certo è che qualora Assobalneari dovesse rifiutare di replicare il progetto in vista della prossima stagione estiva, ormai prossima, l'amministrazione comunale dovrebbe valutare qualche piano alternativo. Mentre le spiagge centrali, dove insistono peraltro, la maggior parte degli stabilimenti balneari potrebbero comunque contare sui bagnini assunti dagli stabilimenti stessi, lo stesso non si potrebbe dire per le spiagge più “periferiche” dove l'assistenza ai bagnanti potrebbe tornare a non essere garantita con il Comune costretto a un passo indietro.

  • Mar 23, 2019 12:00:00 AM

    S. MARINELLA – E’ stato pubblicato ieri sulla stampa nazionale e sul web l’avviso esplorativo di partenariato pubblico-privato, in pratica il project financing, per la manifestazione di interesse finalizzata alla progettazione, costruzione e vendita di loculi e di sepolture, in ampliamento del cimitero comunale in variante al piano regolatore generale. 
    Il progetto prevede la possibilità di realizzare complessivamente dai 2500 alle 3000 sepolture, tra loculi, cappelle ed altre tipologie a carico del promotore, senza onere per l’amministrazione comunale. A carico del soggetto promotore, anche tutte le opere di urbanizzazione necessarie. Tutte le proposte dovranno pervenire entro 90 giorni dalla data di pubblicazione del bando e saranno esaminate da un’apposita commissione. “Appena insediati – spiega Tidei - oltre ai debiti, abbiamo ereditato un’emergenza loculi senza precedenti. La città non merita il risultato di una sciatteria amministrativa che si riversa, purtroppo, anche nella disperazione di chi perde un proprio caro, un famigliare e che si trova costretto a chiedere agli uffici comunali una degna sepoltura di famigliari, in un loculo o tumulo pagato anni prima”. “Come primo intervento – conclude il sindaco - abbiamo predisposto la realizzazione nel breve tempo di circa 200 nuovi loculi che, ovviamente, non riescono a sanare l’emergenza, ma sicuramente a tamponarla. Il Comune, attualmente in stato di dissesto finanziario, non è in grado di poter contrarre mutui e quindi di realizzare opere di questa entità, ragion per cui, dobbiamo necessariamente ricorrere allo strumento del projec financing. Sono certo che nel breve tempo riusciremo a risolvere un problema che dura ormai da decenni e che non può attendere altro tempo».

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    TARQUINIA - Solo una guerra tra poveri che non porterà alcun beneficio. Richiama le parole di Bertold Brecht, Arduino Travaglini, uno dei lottisti di San Giorgio per descrivere la situazione che affligge la località di Tarquinia, da 60 anni sprovvista di un piano per lo sviluppo urbanistico. 
    Il caso sta infatti generando divisioni e attacchi tra consorzi, in lite sulle possibili soluzioni ad una vicenda che sta culminando con diversi ordini di demolizioni.

    Travaglini difende la legge regionale 28/’80 e l’operato del commissario prefettizio Ranieri che ha attivato una cabina di regia sulla vicenda. Il consorziato esorta anche tecnici ed esperti a  spiegare che «la 28/’80 non nuoce». 

    «La guerra che verrà,  recitava Bertold Brecht: - dice Travaglini - alla fine dell’ultima c’erano vincitori e vinti. Fra i vinti la povera gente faceva la fame. Fra i vincitori faceva la fame la povera gente egualmente. Qui sta la beffa,  qualcuno si trova sul fronte sbagliato. Qualcuno non si è accorto che ad armare la mano di chi vuole la 28 /’80 è la buona fede e sta combattendo anche per il nemico povero. Tra gli illegali,  così definiti dai grandi generali del commando, c’è gente che,  perseguendo lo stesso fine,  cioè quello di vedere finalmente esaudito il sogno sessantennale,  che si sblocchi la situazione stagnante di San Giorgio,  chiede che ciò avvenga nella tutela dei diritti di tutti”.

     “Il diritto all’abitazione – prosegue Travaglini - è sancito dalla nostra amata costituzione. Se esiste una legge che consente di dare a tutti l’opportunità di sanare le molteplici situazioni su di un territorio meraviglioso,  compromesso a forza da decenni di menefreghismo da parte delle amministrazioni,  perché non utilizzarla?  Qualcuno spieghi per favore che la 28/80 non nuoce a chi ha l’ambizione legittima di costruirsi una casetta per le vacanze,  sul proprio terreno edificabile,  può semmai ledere la volontà di speculazione,  perché è ovvio,  che con un piano pubblico, costruire secondo dei parametri non può rientrare nell’ottica di chi mira ad alti vantaggi. Può invece consentire a chi non ha altro su questa terra, di sanare la propria posizione e divenire legale, dando un senso a tanti anni di privazioni e sacrifici fatti per necessità».

    «Così, non essendoci più terre da conquistare - conclude - i grandi strateghi,  se ne tornerebbero nelle loro calde e comode case e sul campo  non ci sarebbero più guerre, né vincitori né vinti. Soprattutto la povera gente non farebbe la fame e non farebbe la fame la povera gente egualmente”.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    TARQUINIA - «La sanità laziale è fatta di tante eccellenze che, nella furia Zingarettiana del taglio dei costi per tentare il rientro dal commissariamento, annaspano». Così affermano gli esponenti di Fratelli d’Italia di Tarquinia che oggi hanno effettuato un sopralluogo presso il nosocomio cittadino alla presenza del  deputato  Mauro Rotelli, del consigliere regionale Chiara Colosimo e del candidato sindaco di Tarquinia Alberto Riglietti.

    La delegazione del partito di Giorgia Meloni ha incontrato il direttore sanitario Pellicciottti e alcuni dirigenti medici per raccogliere le loro richieste e presentarsi come punto di riferimento a chi, «con sincero amore e spirito di sacrificio, vuole salvare l’ospedale». 
    «Ospedale che - affermano da Fratelli d’Italia - negli anni, nonostante la carenza di personale e di investimenti ha cercato con tutti i mezzi, comprese reperibilità perenni, di rispondere alle esigenze dei cittadini di Tarquinia e dei comuni limitrofi». 
    «L’impegno è univoco ed indispensabile - concludono da Fdi - Sbloccare il turn over per assicurare il personale necessario ai vari reparti, incrementare la formazione specialistica  ed incentivare i medici di frontiera e di provincia sono le soluzioni individuate che vanno ben oltre le necessità dell’ospedale di Tarquinia».
     

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - «Ad un anno dal consiglio comunale aperto, la situazione non è affatto migliorata». Lo dichiara il sindaco pentastellato Antonio Cozzolino che torna a parlare delle problematiche del Pronto soccorso dell’ospedale San Paolo e,in particolare, della cronica mancanza di personale in reparto, sulla scia delle dichiarazioni del vice sindaco Daniela Lucernoni e la risposta della Asl Roma 4 e del consigliere regionale del Pd Marietta Tidei. Tutto nasce dal taglio del nastro del nuovo reparto di Osservazione breve intensiva al primo piano del nosocomio cittadino. L’Obi dovrebbe operare a supporto proprio de Pronto soccorso, ma manca ancora il personale. Scettica Lucernoni sui tempi d’apertura ma dall’azienda sanitaria locale rassicurano: saranno brevi.

    Un botta e risposta che non è piaciuto a Cozzolino che ricorda il consiglio comunale aperto dell’8 febbraio del 2018 sulle criticità de Pronto soccorso, parlando di una situazione che «venne fuori in tutta la sua drammaticità anche e soprattutto dalle testimonianze degli utenti» con un sotto organico tale che «a turnare c’erano pochissimi dottori e infermieri che, costretti a turni massacranti, solo grazie alla loro abnegazione riuscivano a tenere aperto il servizio ovviamente costantemente esposti a rischio di sbagliare. E non con una macchina – continua il Sindaco pentastellato - ma con la vita di qualcuno. Essendo il responsabile ultimo della salute dei cittadini mi sono sentito in dovere di intervenire presso la Asl con cui la collaborazione era sempre stata ottima. Purtroppo a distanza di un anno la situazione resta la stessa se non addirittura peggiore. E in un quadro come questo - tuona Cozzolino - si sceglie di procedere all’inaugurazione di un reparto che dovrebbe essere da supporto al pronto soccorso e che invece rischia si affossarlo definitivamente dato che continuano a non esserci medici ed infermieri per farlo funzionare. È vero che è stato fatto un concorso, così come è vero - sottolinea - che a due dei medici assunti è stata data la possibilità di andare a lavorare altrove in aspettativa. Quindi non è cambiato nulla, anzi. A questo punto se ne deve dedurre che abbiamo assistito all’ennesima inaugurazione della perenne campagna elettorale a cui ci ha abituato la Regione Lazio e di cui il territorio non aveva bisogno».

    Duro il primo cittadino che si scaglia contro la Regione «che non vuole mandare avanti il progetto di via Pecorelli - dichiara Cozzolino - che unificherebbe le sedi Asl sul territorio, con enormi risparmi per la Asl stessa, e con una migliore erogazione dei servizi alla cittadinanza. Ma evidentemente questa operazione l’amministrazione targata Movimento 5 Stelle in collaborazione con la Asl non la deve fare». Cozzolino si rivolge poi al consigliere dem Tidei chiedendo se sia a conoscenza di questi fatti o se sappia che «il ‘‘mero errore di trascrizione’’ con cui per mesi hanno preso in giro la città, fornendo false rassicurazioni, è oggi legge dello stato e che quindi - conclude Cozzolino - per quanto riguarda la Uoc di Nefrologia all’ospedale di Civitavecchia la rete ospedaliera ne prevede la chiusura?».

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - «Abbiamo siglato con Civitavecchia servizi pubblici un accordo sull’organizzazione del servizio di raccolta a seguito della partenza del porta a porta: i punti importanti sono molti, a partire dal passaggio da part-time a tempo pieno per tutti i lavoratori dell’igiene urbana».

    Lo rende noto il coordinatore regionale igiene ambientale Fit-Cisl Lazio, Massimiliano Gualandri. Positiva la restituzione della giornata “di permesso obbligatorio mensile. La società - prosegue - si è inoltre impegnata a far partecipare, a proprie spese, i lavoratori che ne facessero richiesta a corsi specifici per l’acquisizione della patente C e della Carta di qualificazione del conducente. L’accordo inoltre – conclude Gualandri – getta le basi per un piano di assunzioni in grado di far partire la raccolta porta a porta su tutto il territorio comunale».

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - «È importante e necessario lavorare sempre in sinergia con le istituzioni del territorio, gli enti e le imprese con le quali confrontarsi per poter pianificare un’offerta formativa sempre in linea con le esigenze del mercato del lavoro».

    È quanto sottolineato questa mattina dal magnifico rettore della Tuscia Alessandro Ruggieri nel corso dell’open day della sede distaccata di Civitavecchia, a piazza Verdi, alla presenza di numerosissimi giovani che hanno affollato il teatro ai quali è stata illustrata l’offerta formativa locale: attivi i corsi di laurea magistrale in Economia Circolare e il corso di laurea in Biologia e ecologia marina, oltre alle triennali in Economia Aziendale e Scienze Ambientali. Il presidente del Consorzio Università di Civitavecchia, Enrico Maria Mosconi, ha aperto la manifestazione ringraziando tutti i presenti per la grande attenzione rivolta alle attività didattiche del polo universitario. La parola è passata poi al sindaco di Civitavecchia, Antonio Cozzolino, che ha ribadito l’importante opportunità rappresentata dall’università nella formazione dei giovani di tutto il litorale laziale e non solo. «Siamo orgogliosi del lavoro fatto nell’arco del nostro mandato sull’università - ha spiegato - i nuovi corsi stanno attirando l’attenzione di molti studenti e addetti ai lavori, le iscrizioni sono in costante crescita e si respira un’aria di grande entusiasmo: tutto ciò ci rende orgogliosi. L’Unitus, di concerto con il Comune e la Fondazione Cariciv, sta facendo un ottimo lavoro e siamo convinti che l’Università stia diventando ogni giorno di più un valore aggiunto per il nostro territorio».

    È stata quindi Gabriella Sarracco, in qualità di presidente, a portare il saluto della Fondazione Cariciv, ribadendo vicinanza e massimo supporto nel contribuire alla crescita del Polo. Presenti i Direttori dei Dipartimenti Deb e Deim, Giorgio Prantera e Stefano Ubertini, che, conclusi gli indirizzi di saluto, hanno incontrato i numerosi giovani intervenuti per presentare loro i corsi di studio attivi presso la sede di Civitavecchia. Al termine delle presentazioni, tutti gli interessati, come di consueto, hanno potuto sostenere, gratuitamente, i test di ingresso per la macroarea scientifica ed umanistica.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    CIVITAVECCHIA - Sarà reso noto la prossima settimana, nel corso di una seduta pubblica della conferenza dei servizi, il progetto scelto per occuparsi della realizzazione del nuovo Marina Yachting all’interno del porto storico.  Dopo un lungo e complesso iter burocratico, infatti, nel corso della seduta chiusa di ieri a Palazzo del Pincio, è stato infatti individuato il progetto risultato vincitore, dopo una capillare verifica ed una approfondita discussione tra gli enti e le istituzioni che, in questi mesi, hanno partecipato ai lavori, tra cui appunto Comune, Autorità di Sistema Portuale, Capitaneria di Porto, Regione Lazio e Sovrintendenza. Tre i progetti che erano rimasti sul tavolo, presentati da altrettante società civitavecchiesi: la Porto storico, la Naval Service e la Roma Marina Yachting. Si tratta di una delle azioni chiave per rilanciare la competitività sia del settore turistico sia delle filiere collegate, dal refitting ai servizi a terra. L’obiettivo è quello di portare a termine l’opera entro la fine dell’anno. 

     

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    di MARCO GRANDE

    Entra sempre di più nel vivo il campionato di pallanuoto di serie A2, giunto alla terza giornata del girone di ritorno. Nel raggruppamento del nord la Snc Enel Civitavecchia gioca alle 13.30 ad Anzio contro i liguri della Sportiva Sturla, in un insolito lunc match che si distacca dalle classiche partite pomeridiane a cui i rossocelesti ci hanno abituato ad assistere dall’inizio della stagione ad oggi. L’orario è probabilmente influenzato dalla decisione della Federnuoto di far disputare la partita di domani a 100 km da Civitavecchia, l’atto conclusivo di una pena quasi infinita che in queste ultime settimane ha provocato malumori al gruppo con conseguente calo nelle prestazioni e nei risultati. 
    Niente fattore pubblico, dunque, per i tirrenici, i quali non potranno contare sul caloroso sostegno dei propri supporters, elemento che in determinate circostanze si è rivelato l’uomo in più per accompagnare al successo la squadra. 
    Un’ulteriore difficoltà, tra l’altro, potrebbe essere costituita dallo storico dei laziali, spesso in difficoltà e ko contro le formazioni liguri fino a questo punto del campionato. 
    All’andata la Sportiva Sturla s’impose in Liguria per 12-9 e non lasciò spazio ad alcun tipo di interpretazione della partita. In quella circostanza si registrarono numerose lacune difensive per il team capitanato da Davide Romiti. 
    Proprio l’elemento più rappresentativo della Snc, oggi assente insieme a Marco Minisini essendo squalificati, ha parlato delle insidie relative all’ennesimo ostscolo da superare dei suoi: «Spero che giocare in un campo neutro costituisca per noi uno stimolo maggiore per concentrarci meglio - afferma il 35enne -  e posso dire che certamente non ci ha fatto piacere perdere un girone fa contro di loro e che di fatto cercheremo la rivincita. Purtroppo siamo stati costretti a giocare ad Anzio perché piscine più vicine, come quelle di Ostia e di Acilia, erano già occupate.
    Credo che nel corso del nostro cammino abbiamo incontrato più difficoltà con le piccole piuttosto che con le grandi». 
    Parole più che veritiere, quelle del capitano, come testimoniato anche dai risultati che confermano in pieno le sue affermazioni: contro collettivi che occupano alte posizioni in classifica come l’Ancona, ad esempio, i tirrenici si sono imposti in due gare su due, strappando quindi sei punti.  I laziali, comunque, cercheranno a tutti i costi di mostrare un po’ più di continuità,  utile a rendere meno piatta la stagione di un gruppo che, pur essendo allo stato attuale in perfetta linea con le aspettative della dirigenza, deve avere come imperativo il miglioramento:solo così negli anni successivi quel sogno utopico rappresentato dalla promozione potrà essere tramutato in realtà.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    A distanza di meno di una settimana il ginnasta dell’As Gin, Marco Lodadio, con la maglia della Nazionale azzurra ha ottenuto ieri pomeriggio un altro quarto posto nella finale agli anelli alla IV tappa di Coppa del Mondo che si è disputata a Doha. «Due competizioni mondiali disputate in meno di una settimana e l’aver chiuso per due volte al quarto è per Marco, comunque, un grande risultato - spiega il presidente dell’As Gin e consigliere nazionale della Federazione Italiana Ginnastica, Pierluigi Miranda - c’è però molto rammarico perchè stavolta Marco meritava veramente il bronzo perchè ha fatto un esercizio perfetto ma è stato penalizzato dalla giuria che a lui ha dato 14.766 che è un punteggio estremamente ingiusto rispetto a ciò che ha fatto in gara e di contrapposto ha stravalutato l’armeno. Vedendo il suo esercizio abbiamo tutti esultato certi della medaglia e poi c’è stata la doccia fredda per il punteggio così basso. Comunque ora Marco archivierà in fretta questa delusione e tornerà a casa consapevole delle sue potenzialità e si metterà al lavoro con mister Gigi Rocchini per gli Europei di aprile e per i mondiali lottando per conquistare il posto alle Olimpiadi». Lodadio in questa tappa nei giorni scorsi ha ottenuto il pass per la finale agli anelli con il punteggio di 14.800. «È stata una gara difficile e faticosa - aveva sottolineato alla fine delle gare di qualificazione per la finale, Marco Lodadio - sono molto contento perché sono rimasto motivato e concentrato, ciò mi ha permesso di portare a termine la mia routine nel migliore dei modi».

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    Trasferta agevole per la Margutta Asp nel campionato di C femminile.
    Oggi alle 18 Iengo e compagne faranno visita alla Roma 86, sestetto che si trova in piena zona rossa e che ha una delle ultime chance per provare a venir fuori dalla bassa classifica.
    Dal canto loro, le rossoblu non possono fallire l’appuntamento, per conservare il primato in classifica. Non solo. In caso di successo il sestetto di Alessio Pignatelli avrà la possibilità di consolidare il primo posto visto che, praticamente in contemporanea, si gioca lo scontro diretto tra Volley Friends Roma, terzo a -2 dalle rossoblu e Virtus Latina, seconda a -1.
    Il tutto in vista della sfida della settimana prossima al Palasport tra Margutta Asp e Volley Friends.
    «Ho provato a fare dei conti anche per capire quale potrebbe essere il risultato per noi nella sfida tra Volley Friends Roma e Virtus Latina - ammette il tecnico Alessio Pignatelli - ma alla fine credo che sia meglio pensare a vincere la nostra partita. Poi dallo scontro tra le nostre dirette concorrenti ci prenderemo il risultato che verrà. Non stiamo al meglio dal punto di vista fisico, ma per domani mi aspetto comunque un 3-0».
    L’allenatore civitavecchiese dovrà fare a meno dell’opposto Marzia Scisciani, con la quale si era concordato uno stop di due settimane, che tornerà a disposizione dall’inizio della prossima settimana. Al suo posto giocheranno Tania Correra e Michela Sorrentino.
    Le tirreniche, quindi, avranno una ghiotta occasione per rimanere in vetta e allungare sulle dirette rivali che giocheranno allo stesso orario delle aspine.
    Una stagione finora molto positiva per le ragazze dell’allenatore Alessio Pignatelli che da adesso fino al termine della regular season dovranno dimostare di essere la squadra più forte del girone e non solo.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    Il parieggio con il Laurentino di sabato scorso ha lasciato il sorriso in casa Real Fiumicino/Futsal Isola. I ragazzi di mister Consalvo mantengono la vetta del girone e anche lo scontro diretto a favore. La classifica però rimane cortissima. Quattro squadre in un punto. Oggi alle 16 a Fiumicino farà tappa l’Eur Massimo secondo della classe. ad un punto di distacco per un big match che promette scintille.
    «Una sfida stellare - spiega mister Consalvo - perché è un girone bellissimo, faticosissimo che si deciderà all’ultima giornata. Con l’Eur Massimo sarà una partita ad alta tensione, uno spettacolo per il calcio a 5 del Lazio. Noi ce la metteremo tutta per fare risultato pieno. È uno scontro diretto, a questo punto della stagione inevitabile che abbia un peso specifico molto alto».
    Con il Laurentino sabato scorso è arrivato un pareggio. Soddisfatto del risultato? «Assolutamente sì - dice il tecnico - quello è un campo dove nessuno ha mai fatto risultato. È stato un match durissimo. Abbiamo sprecato qualche occasione ma è un punto d’oro. Siamo stati quasi perfetti. Sono orgogliosissimo dei ragazzi, hanno approcciato alla partita in maniera perfetta».
    Il campionato? «Non mi aspettavo la sconfitta del Laurentino con il Ronciglione ma questo è un girone strano dove puoi perdere con tutti - afferma il mister - e bisogna tenere la concentrazione sempre altissima. Favorita per la vittoria finale? Le quattro in cima alla classifica. A oggi impossibile fare pronostici, si giocherà tutto all’ultima giornata».
    Manca veramente poco alla fine del campionato per la compagine diretta da mister Angelo Branchesi. La Cpc2005 dopo aver battuto nella stracittadine la Futsal Academy la fa visita al Futsal Ronciglione. Meno quattro alla fine, poi si tireranno le somme. All’andata fu perentoria la vittoria, sette a zero ai campetti di San Liborio per i portuali.
    Ora l’unico pericolo che può sorgere, oltre all’avversario che indiscutibilmente si è ripreso in fatto di posizione di  classifica nel corso del campionato, è  quella una rilassatezza mentale dovuta al raggiungimento della salvezza e l’impossibilità di raggiungere, oramai quasi matematicamente, la zona playoff.  Sarà il campo a decidere le sorti, alle 17 l’inizio della partita.
    Alle 15 la Futsal Academy  del presidente Elso De Fazi affronta sul campo della San Pio X La Pisana, formazione che vanta sei lunghezze in più dei civitavecchiesi.
    La Td Santa Marinella del tecnico Di Gabriele alle 15 tra le mura amiche del Palazzetto dello Sport attende il terzo della classe Laurentino Fonte Ostiense 80 per una partita molto difficile da vincere.
    Il fanalino di coda Santa Severa sempre alle 15 sarà ospite del quintultimo della classe Virtus Monterosi.

  • Mar 22, 2019 12:00:00 AM

    Ultima chiamata per la Serramenti Sartorelli Asp in chiave playoff. Dopo aver perso lo scontro diretto della settimana scorsa in casa del Volley Fiumicino, oggi alle 19 al Palasport i rossoblu ne avranno a disposizione subito un altro, quello contro la Maglianese, valido per l’ottava giornata di ritorno del campionato di serie C maschile. I prossimi avversari occupano infatti l’ultimo posto utile per accedere agli spareggi promozione, proprio con gli stessi punti degli aeroportuali. Servirà vincere, ed anche con un risultato rotondo, conquistando quindi l’intera posta in palio per evitare che il distacco dalla parte alta della classifica diventi incolmabile.
    «Effettivamente è una delle ultime chance per avvicinare i playoff - afferma capitan Lugi Mancini - e di scrollarci di dosso lo spettro dei playout. Maglianese è una formazione che in casa diventa difficile da superare. Vengono al Palasport, per cui proveremo a batterli, cercando di tornare subito al successo, anche in modo netto».
    Per la gara di questo pomeriggio non ci sarà il centrale Antonio Piscini per motivi personali. A far coppia con Stefano Maldera sarà probabilmente Lorenzo Brunelli, con lo spostamento di Alessio Mocci nel ruolo di opposto. Oltre a Piscini, mancheranno anche Pieroni e Grossi, fuori in gita.
     

0 commenti