Feed Details

  • ViterboNews24
  • News
  • ViterboNews24 offre le sue notizie e le informazioni in tempo reale.
    • 2023 visite
    • Ultimo aggiornamento 15 luglio 2015
  • Source: viterbonews24.it

Feed Tags

Other Feeds

Tarquiniese Cornetano's Feeds

Viterbo News 24

Published: Jun 14, 2021 1:07:16 PM
Quotidiano online di Viterbo
  • Jun 14, 2021 10:53:17 AM
    2021-06-14

    VITERBO - Il Dracarys, negozio di giochi da tavolo, gadget e carte collezionabili di Viterbo, inaugura oggi un’area gaming tutta nuova. Con l’arrivo della zona bianca, infatti, sarà nuovamente possibile giocare dal vivo, sia ai giochi di carte come Magic, Pokemon e Yu-gi-oh, sia con i giochi da tavolo, messi gratuitamente a disposizione all’interno del locale.

    Un ricco calendario di tornei ed eventi è già stato reso noto nei canali social del negozio, assieme alla possibilità di tornare a giocare liberamente nei nuovi spazi, organizzati per garantire il rispetto delle norme di distanziamento e sicurezza. La nuova sala, interamente adibita a spazio per giocare, amplia gli spazi del negozio, sito in via Galvani 38 C in zona Riello, affiancando la sala vendita che ospita una ricca collezione di gadget, set Lego e giochi da tavolo, oltre a decine di migliaia di carte collezionabili.

     

     

  • Jun 14, 2021 10:34:44 AM
    2021-06-14

    VITERBO - 3 casi accertati di positività al COVID-19 sono stati comunicati, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl.

     

    Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni:

    - 2 a Bomarzo,

    - 1 a Gallese.

     

    Dei casi odierni, 2 presentano un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, 1 è collegato a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

     

    Il Team operativo Coronavirus ha attivato le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali.

     

    In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 15524.

     

    Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione dal COVID-19 di 29 pazienti residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 4 ad Acquapendente, 4 a Tuscania, 3 a Civita Castellana, 3 a Tarquinia, 2 a Carbognano, 2 a Montalto di Castro, 2 a Monterosi, 1 a Bagnoregio, 1 a Ischia di Castro, 1 a Lubriano, 1 a Marta, 1 a Monte Romano, 1 a Onano, 1 a Orte, 1 a Vetralla, 1 a Viterbo.

     

    Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus, 4 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 2 ricoverate presso la Terapia intensiva COVID di Belcolle, 207 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Sale a 14858 il numero delle persone negativizzate, 453 sono le persone decedute. Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 168114 tamponi, 221 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 21220.

  • Jun 14, 2021 10:05:25 AM
    2021-06-14

    VITERBO - «Far slittare e accorpare il pagamento delle imposte a dopo l'estate, come si sta pensando ora, è inutile. Il conto, infatti, arriva comunque, per chi, in 14 mesi, non ha lavorato e generato reddito. Il comparto dell'ospitalità a tavola, infatti, è stato chiuso per decreto, senza evidenze scientifiche. Ora il Governo centrale ha il dovere di trovare una soluzione rapida, lungimirante ed efficace per far sì che i piccoli imprenditori finora sopravvissuti alle restrizioni non rimangano strangolati dalle tasse. Un sistema potrebbe essere quello di accorpare gli anni fiscali 2020-2021, oltre al posticipo dei pagamenti. L'Iva, inoltre, deve essere abbassata, come avvenuto in Germania con buoni risultati, per far ripartire soprattutto le aziende più colpite».

     

    Lo ha dichiarato Paolo Bianchini, presidente dell'associazione di categoria MIO Italia, Movimento Imprese Ospitalità.

  • Jun 14, 2021 9:05:08 AM
    2021-06-14

    VITERBO - Condizioni di tempo stabile nella giornata con ampie schiarite in mattinata e poi nelle ore pomeridiane; in serata il tempo si manterrà asciutto con cieli prevalentemente sereni. Temperature comprese tra +16°C e +29°C.

    Lazio

    Giornata caratterizzata dal bel tempo con sole prevalente nelle ore mattutine e pomeridiane su tutto il territorio; in serata le condizioni meteo non subiranno variazioni e il tempo si manterrà asciutto su tutti i settori con ampi spazi di sereno.

    AL NORD

    Al mattino tempo in prevalenza asciutto, con nuvolosità irregolare al nord-ovest e qualche piovasco sulle Alpi Piemontesi. Al pomeriggio locale instabilità sui rilievi di Piemonte ed Emilia Romagna, asciutto altrove. In serata si rinnovano condizioni di tempo stabile con velature in transito.

    AL CENTRO

    Giornata pienamente soleggiata sulle regioni centrali sia nel corso delle ore mattutine che al pomeriggio. Assenza di instabilità pomeridiana in Appennino. Anche in serata avremo stabilità diffusa, con nuvolosità inconsistente sulle regioni Adriatiche.

    AL SUD E SULLE ISOLE

    Al mattino cieli pienamente sereni, ad eccezione di locali piovaschi sullo stretto di Messina. Al pomeriggio si rinnovano condizioni di tempo asciutto, con qualche addensamento su Calabria e Isole Maggiori. In serata nessuna variazione con cieli sereni su tutte le regioni.

    Temperature minime e massime stabili o in diminuzione da nord a sud.

    www.centrometeoitaliano.it

  • Jun 14, 2021 9:02:13 AM
    2021-06-14

    VITERBO - 'Fame/Fama. Affamati di successo' è il cortometraggio che sarà proiettato venerdì 18 giugno 2021 alle ore 18 al Teatro San Leonardo di Viterbo (Via Cavour 9). Il film esplora cosa significa essere affamati di successo oggi grazie ai social network: un mondo basato sulle apparenze, su valori che vanno adeguandosi alle mode del momento proposte dai media.

     

    Il corto, che ha coinvolto dieci ragazzi tra i 12 e i 14 anni di Viterbo e provincia, è stato girato in piena pandemia, usando tutte le necessarie precauzioni, nelle piazze e nei luoghi più suggestivi della città ed è diretto dal regista Francesco Cerra della Compagnia Tetraedro, dalle psicologhe Annalisa Allegrini e Rossana Agnelli, dal terapista occupazionale Michel Marinetti e dall'educatore professionale Federico Nardi della Cooperativa Gli Anni in Tasca a cui è stato affidato il progetto dalla ASL Viterbo.

     

    Il 'Progetto Cinema', voluto dalla UOC Tutela Salute Mentale Riabilitazione Età Evolutiva (TSMREE) della ASL Viterbo diretta dal dottor Marco Marcelli, con responsabile la dottoressa Teresa Sebastiani e case tutor Ilaria Cima, si propone di avviare i ragazzi ponendoli direttamente all'interno del processo creativo, attraverso un percorso teorico-pratico finalizzato alla realizzazione del cortometraggio, valorizzandone le proprie doti personali ed insegnando loro a porsi e relazionarsi al cospetto dell'altro e della società.

     

    Distinguersi nei social è quello che molti ragazzi, e non solo, cercano. Quello che conta per essere amati e apprezzati è avere una certa notorietà, anche se effimera, e non importa quale sia il percorso per raggiungerla: basta che ci sia la fama. E, quando non la si può ottenere con i propri mezzi, la si può comprare compiendo azioni non proprio corrette. A volte il desiderio di fama può farti fare gesti inconsulti o, quando la possiedi, farti sentire un supereroe ma, alla fine, una volta tolta la maschera virtuale, se non si coltiva la vita reale, se non si apprezzano i piccoli gesti quotidiani, ci si ritroverà da soli, in un vuoto famelico.

     

    Per info e prenotazioni: 368.3750512.

  • Jun 14, 2021 8:57:51 AM
    2021-06-14

    TARQUINIA - 'Sapere & Sapore' torna in veste estiva ma non cambia la propria anima, unendo arte e cibo. Ogni venerdì dal 2 luglio al 3 settembre, la guida turistica Claudia Moroni proporrà visite alla scoperta del patrimonio storico e artistico di Tarquinia, arricchite dalle gustose bag e dai dissetanti aperitivi preparati dagli chef del ristorante Arcadia.

     

    'La formula delle visite guidate abbinate alle degustazioni dei prodotti del nostro territorio piace, con una partecipazione sempre maggiore anno dopo anno – sottolinea Claudia Moroni -. Merito anche del ristorante Arcadia, con il quale prosegue questa proficua collaborazione. Ogni venerdì conosceremo luoghi diversi della città e del suo territorio, con la cornice dei colori caldi e vivaci dell'estate mediterranea e le eccellenze preparate dalle mani esperte di Giuseppe e Daniela a deliziare i palati'.

     

    Primo appuntamento con il 'Tramonto a San Giacomo' il 2 luglio, per ammirare la parte più antica del centro storico e godere di uno dei panorami più belli tra il mare e le colline della Tuscia. L'evento sarà riproposto il 6 agosto e il 3 settembre. La bellezza dell'Ara della Regina, il più grande tempio etrusco conosciuto, farà da sfondo alla visita guidata del 30 luglio e 27 agosto.

     

    Gli splendidi saloni restaurati di Palazzo Bruschi Falgari e le strade della 'terzeria del castro novo', il quartiere più moderno racchiuso nella cinta muraria, saranno il cuore delle visite guidate del 16 luglio e 20 agosto, che vedranno anche la collaborazione dell'azienda agricola Colli della Regina, per la degustazione dell'olio extravergine. Per i bambini ci sono due date da cerchiare sul calendario. Quelle del 9 luglio e del 13 agosto, quando l'associazione Scudo & Spada farà rivivere in modo divertente e istruttivo uno dei periodi storici più importanti di Tarquinia, il medioevo. 'Le iniziative si svolgeranno nel tardo pomeriggio, a partire dalle 18 o dalle 18,30 – spiega Claudia Moroni -. Per avere tutte le informazioni nel dettaglio è possibile seguire la mia pagina Facebook o chiamarmi al 347 6920574'.

  • Jun 14, 2021 8:24:30 AM
    2021-06-14

    VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Katiuscia Gianfranco:

    Ieri abbiamo salutato per sempre un grande uomo e amico, Lorenzo Rosati, per gli amici Lorenzino. Un amico che ci ha dato tanto, generoso e unico nel suo essere.

    Con la tua scomparsa prematura sicuramente non saremo più gli stessi. Hai portato con te un pezzo di noi e va bene così. Tu sarai e resterai sempre il nostro piccolo grande Lorenzino.

  • Jun 14, 2021 8:04:07 AM
    2021-06-14

    di Massimiliano Morelli

     

    Spopola in Rete un video postato da un pescatore. Una clip nella quale vengono immortalati due cinghiali al largo delle coste della Sicilia, a cinque miglia dalla spiaggia di Marzanemi. Lo osserviamo attentamente, quel video, e dopo aver esclamato “no, ditemi che non è vero!” cominciamo a porci interrogativi d’ogni tipo su quanto sia strana la natura (voi per esempio sapevate che i cinghiali sanno nuotare?) e soprattutto su come sia possibile siano finiti li, in mezzo al mare. Ormai sono protagonisti della nostra quotidianità, prima si potevano incrociare lungo strade costeggiate dalla boscaglia, ora si fa a gara per immortalarli in città. L’area nord di Roma, per esempio, è diventata terra di battuta per la specie. A Genzano, nella provincia romana, proprio ieri sono stati “ospiti” dell’infiorata e si sono ingurgitati i quadri fatti coi fiori; in Campania, a Saviano, sono stati avvistati sia in campagna che in città; da due giorni sono sotto assedio le villette di Capo Gallo, nel palermitano. Ma la presenza è costante, da Olginate Comasco alla Farnesina, passando per la Calabria, la Toscana, il Molise e Genova. Non puntiamo il dito contro le istituzioni, né faremo dietrologia raccontando che è colpa dei rifiuti sparpagliati qua e la. Ma chiediamo allo Stato di ragionare sul problema. E, magari, di trovare pure una soluzione.

  • Jun 14, 2021 7:52:24 AM
    2021-06-14

    ORTE - Alta Velocità: ieri una giornata storica per Orte, per tutta la Tuscia e per Umbria e Lazio.

     

    Con l’avvio del servizio si concretizza, finalmente, un obiettivo che Fratelli d’Italia ha sempre sostenuto con forza.

     

    “Già nel 2018 abbiamo avviato i primi incontri, e da lì è iniziata una battaglia senza tregua anche con gli atti parlamentari rivendicando che le province di Terni e Viterbo venissero giustamente considerate nel piano nazionale dell’Alta Velocità – ha dichiarato il deputato Mauro Rotelli.

     

    Ci abbiamo sempre creduto, non solo io, ma tutti quelli che sapevano che questo servizio poteva partire ed essere realizzato,vista la copertura di un enorme bacino di utenza.

     

    Fratelli d’Italia ha portato avanti un lavoro costante sul tema, insistendo anche contro molti pareri avversi ed un generale scetticismo.

     

    L’Alta Velocità è un successo ma rappresenta solo l’inizio di un percorso di sviluppo per il nostro territorio, il primo passo di un lungo cammino verso il raggiungimento di importanti obiettivi infrastrutturali che spettano alla Tuscia e devono essere rivendicati.

     

    “L’impegno di questi mesi ha pagato – aggiunge il delegato regionale dipartimento Turismo Fdi, Marco De Carolis - Quello di ieri mattina è un momento storico per la Tuscia. Per la prima volta, un treno ad Alta Velocità si ferma ad Orte e attiva il collegamento con le principali città del nord d’Italia in tempi brevissimi. Un’opportunità straordinaria che ora dobbiamo saper far crescere insieme a nuovi servizi e a una offerta turistica e culturale attrattiva e di qualità. Noi, come sempre, ci siamo.”

     

    “Un'occasione unica per Orte e tutta la provincia di Viterbo e Terni: quando la politica si unisce questo è il risultato” – ha concluso il rappresentante dell’assemblea nazionale FdI, Diego Bachiocchi.

     

    Fdi Viterbo

  • Jun 14, 2021 7:24:10 AM
    2021-06-14

    CANEPINA - Una festa di Santa Corona, festeggiata come da norme del vescovo, in Chiesa Collegiata a Canepina, in modo solenne, Domenica 13 giugno 2021.

    Un gemellaggio parrocchiale e pieno di storia tra CANEPINA e MONTE ROMANO, con la celebrazione della S. Messa alle ore 10.45. Si è celebrato un patto di amicizia e collaborazione con una comunità che venera anch'essa S. Corona come patrona. Ci auguriamo che questo GEMELLAGGIO SPIRITUALE possa essere un buon inizio per una maggiore collaborazione e per una serie di incontri. Infine questo gemellaggio arriva in un anno particolare, un anno che commemora il 1850° anniversario dal martirio di questa Santa. Don Gianluca Scrimieri e don Dario D'Errico hanno firmato una pergamena per suggellare questo 'gemellaggio' e poi è stata donata a Monte Romano. Il presidente del Comitato S. Corona ha consegnato un libro, un dvd e la bandiera con l'immagine della Santa. Un rappresentante di Monte Romano ha donato un cero in cera d'api che sarà sempre acceso nella cappella della Santa. Al termine della S. Messa hanno preso la parola il presidente del Comitato festeggiamenti S. Corona 2019/2022, Getulio D'Alessandro, il Sindaco Aldo Maria Moneta e il Consigliere regionale Enrico Panunzi.

  • Jun 14, 2021 5:53:38 AM
    2021-06-14

    VITERBO - Il 12 giugno 2021 si è svolta la cerimonia di inaugurazione di Academy Box Art Viterbo, a cura dell’Accademia di Belle Arti “Lorenzo da Viterbo”, presso lo Spazio Pensilina in Piazza Martiri d’Ungheria (Sacrario) a Viterbo.

    Alla presenza del Sindaco di Viterbo Giovanni Arena, del direttore Ing. Luigi Sepiacci e di una squadra di docenti dell’Accademia è stato aperto al pubblico lo spazio espositivo che ospiterà mostre personali, appuntamenti con protagonisti del mondo della cultura e dell’accademia, vernissage con focus tematici e l’esposizione delle migliori opere degli studenti.

    L’evento inaugurale ha visto dare il via alla rassegna con la prima mostra ospitata, la personale di Ludovica Iuè dal titolo Personae. La giovane artista ventisettenne ha conseguito il Diploma Accademico di II Livello in Pittura presso l’Accademia di Belle Arti “Lorenzo da Viterbo”, ed è attualmente il Cultore della materia per la cattedra di Pittura del Prof. Paolo Angelosanto presso la medesima Accademia. Successivamente al suo percorso accademico, ha conseguito una specializzazione in Modern and Contemporary Art and Design presso il MoMa di New York, e vive e lavora tra Roma, Viterbo e Los Angeles.

    Durante il suo intervento il Sindaco Giovanni Arena, dopo aver ricordato l’amicizia che lo lega al direttore Ing. Sepiacci, ha voluto rimarcare il rilievo di primo piano a livello nazionale ed internazionale raggiunto dalla prestigiosa Accademia di Belle Arti di Viterbo, la prima Accademia non statale a gestione privata ad essere stata legalmente riconosciuta dal MIUR.

    Il Direttore Sepiacci ha dapprima introdotto le opere di Ludovica Iuè e poi ha voluto ringraziare tutti coloro che hanno reso possibile l’avvio del progetto Academy Box Art Viterbo. Uno spazio che si propone di essere al servizio della collettività con una proposta artistica e culturale di primo livello.

    Durante le visite allo spazio espositivo e la partecipazione agli eventi gli ospiti avranno anche modo di prendere visione dell’offerta formativa dell’Accademia, che come ha ribadito il Direttore Sepiacci è sempre in prima linea nel recepire le direttive ministeriali per adeguarsi a quelle che sono le normative vigente. L’offerta formativa prevede 9 lauree triennali e 8 lauree magistrali (biennali), rivolte a dei percorsi professionalizzanti di altissimo livello.

    Dal 30 giugno verrà inaugurata la mostra delle opere degli allievi dell’Accademia delle Belle Arti, in cui verranno esposti i migliori lavori realizzati durante il percorso di studi biennale e triennale nei vari dipartimenti. Durante il periodo di apertura di Academy Box Art Viterbo saranno attivi gli Open Days dell’accademia, rivolti agli studenti delle scuole superiori ed ai genitori, in cui sarà possibile parlare in presenza con i docenti ed il nostro personale per avere informazioni sulle iscrizioni al prossimo anno accademico. Durante l’estate verranno messe in palio delle borse di studio assegnate attraverso un Contest al quale potranno partecipare i ragazzi delle scuole superiori. Ai più meritevoli sarà offerto il 50% di sconto sulla retta di frequenza del primo anno del triennio e del 40% per il primo anno del biennio di specializzazione.

  • Jun 14, 2021 11:05:28 AM
    2021-06-14

    VITERBO - La Ciminauto, Concessionaria Opel di Viterbo, è felice di comunicare che Poste Italiane, nell’ambito di una gara nazionale per la fornitura di veicoli elettrici destinati ai propri servizi operativi, riceverà Opel Corsa-e tra i modelli disponibili.

    La fornitura avverrà con un accordo quadro di noleggio e prevede complessivamente 1.744 Opel Corsa-e che verranno fornite a partire dalla fine del corrente anno.

    Opel Corsa-e è stata scelta vincendo una gara pubblica, cui hanno partecipato alcuni fra i più importanti costruttori dello scenario automobilistico.

    Poste Italiane ha espletato una gara europea per la sottoscrizione di un accordo quadro di noleggio a lungo termine di veicoli operativi che comprende 1.744 nuove vetture elettriche Opel Corsa-e

    ▪ La scelta è stata fatta confrontando modelli di differenti costruttori, in base ad elementi prioritari per Poste Italiane

    ▪ Per Opel Corsa-e si tratta quasi di una certificazione delle proprie qualità e tecnologia, in virtù di un utilizzo intensivo da parte di Poste Italiane

    Nel dettaglio, 1.736 vetture saranno trasformate in van 2 posti, mentre 8 saranno berlina 5 posti. La livrea prevede la consueta personalizzazione Poste Italiane e una chiara indicazione della natura 100% elettrica dei veicoli.

    L’operazione si inserisce in un progetto che punta a una importante riduzione delle emissioni di CO2. La fornitura rappresenta l’avanzata del trasporto elettrico anche nell’ambito delle grandi aziende italiane.

    Opel Corsa-e verrà fornita in allestimento Edition con l’aggiunta del sistema Keyless Entry&Start per il riconoscimento a distanza del conducente. Grazie a questa tecnologia, le portiere e il portellone si sbloccano automaticamente, facilitando il lavoro dell’operatore di Poste Italiane.

    Con una autonomia di 337 km nel rigoroso ciclo di omologazione WLTP, Opel Corsa-e consente anche la ricarica veloce dalle apposite colonnine, permettendo in questo caso il conseguimento di 100 km di autonomia con soli 12 minuti di ricarica. I cavi in dotazione ad ogni vettura nella fornitura di Poste Italiane prevedono la possibilità di una ricarica estesa, dalla tradizionale presa domestica da 1,8 kW alla ricarica trifase da 22 kW.

    La dotazione standard di Opel Corsa-e risulta completata da un esaustivo corredo di sistemi di ultima generazione per la sicurezza della vettura ed i passeggeri. I conducenti di Poste Italiane apprezzeranno sicuramente la sicurezza della Frenata Automatica d’Emergenza con riconoscimento vetture e pedoni che attiva i freni se c’è il rischio di un impatto, il Riconoscimento dei Segnali Stradali che vengono letti dalla telecamera frontale e riportati nel quadro strumenti perché il guidatore abbia sempre contezza del limite di velocità in vigore in quel tratto di strada e l’Assistente al Mantenimento della Corsia che corregge in modo attivo la traiettoria, intervenendo sul volante, se a causa di distrazione si tende a uscire dalla propria corsia.

  • Jun 14, 2021 5:53:25 AM
    2021-06-14

    MONTEFIASCONE - Sui progetti per l’installazione di alcuni pali eolici tra Bagnoregio e Montefiascone interviene il Ministero della Transizione ecologica. Nei giorni scorsi il dicastero guidato da Roberto Cingolani ha inviato una richiesta di informazioni alla Regione Lazio, poiché ''codesti progetti potrebbero interessare vari siti Natura 2000, tra cui la Zps/Zsc Calanchi di Civita di Bagnoregio, la Zps/Zsc Monti Vulsini e la Zsc Lago di Bolsena, con conseguenti possibili ricadute sugli habitat ivi presenti e con possibili effetti cumulativi''. Natura 2000 è una rete di siti di interesse comunitario, e di zone di protezione speciale creata dall'Unione europea per la protezione e la conservazione degli habitat e delle specie, animali e vegetali, identificati come prioritari dagli Stati membri.

    L’iniziativa del Ministero della Transizione ecologica è partita dopo una lettera del Gruppo di intervento giuridico (Grig), un’associazione ecologista impegnata da anni nella tutela dell'ambiente e del paesaggio attraverso lo strumento del diritto. Tra il lago di Bolsena e Bagnoregio dovrebbero sorgere quattro aerogeneratori, ognuno da 0,975 MW di potenza, alti 100 metri e con un diametro del rotore di 61 metri, nello spazio di pochi chilometri: Podere Rosignolo e Campo Pantano, nel comune di Bagnoregio; Le Guardie e Strada Umbro-Casentinese, nel comune di Montefiascone.

    Si tratta di progetti singoli, ognuno a sé. Secondo il Grig, invece, tre di questi impianti dovrebbero essere considerati come un progetto unico. Nel primo caso non si applica la normativa sulla valutazione degli impatti ambientali. Inoltre, scriveva sempre Grig, ''l’area è interessata dal vincolo paesaggistico, e da aree ricadenti nella Rete Natura 2000''.

    Il 6 giugno l'associazione ha inviato una specifica istanza ''di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni interventi'' ai Ministeri della Transizione ecologica e della Cultura, alla Regione Lazio, alla Provincia di Viterbo, alla Soprintendenza, ai Comuni di Bagnoregio e Montefiascone. E’ stato chiesto lo svolgimento dei procedimenti di Valutazione di incidenza ambientale (Vinca) e di verifica di assoggettabilità a Valutazione di impatto ambientale (Via), nonché l’adozione di provvedimenti inibitori finalizzati provvedimenti di vincolo paesaggistico.

    A stretto giro di posta, il 10 giugno, la risposta del Ministero della Transizione ecologica (Direzione generale per il Patrimonio naturalistico), indirizzata sia a Grig che alla Regione Lazio (Direzione Capitale naturale, Parchi e aree protette). ''Si fa presente - sta scritto - che questa Direzione non dispone di elementi o informazioni, né di documentazione da produrre al riguardo, in quanto non si tratta di procedimenti di propria competenza''. Ma considerato, come detto, che i progetti segnalati potrebbero interessare siti tutelati dall'Unione europea ''e tenuto conto della necessità di ottemperare all’espletamento della Valutazione di incidenza secondo quanto previsto dall’art. 6, par. 3, della Direttiva 92/43/CEE Habitat’', il Ministero ''chiede alla Regione Lazio di informare anche la scrivente in merito al riscontro che sarà fornito alla richiesta di informazioni e accesso civico, nonché sugli eventuali provvedimenti adottati con riferimento agli interventi in oggetto''.

  • Jun 13, 2021 3:59:22 PM
    2021-06-13

    VITERBO - E' in fase di costituzione il Comitato Tutela Pilastro il cui scopo è quello di coadiuvare il Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica di Viterbo segnalando i possibili disagi di cui potrebbero essere soggetti gli abitanti del quartiere Pilastro, siano essi artigiani, esercenti, ristoratori o semplici cittadini, a seguito della disputa delle partite di calcio all'interno dello stadio 'E. Rocchi', altrimenti detto 'della Palazzina'.

    Preoccupati della situazione che potrebbe venire a crearsi data la possibilità, ormai data per certa, che lo stadio ospiti nella prossima stagione anche le gare del Monterosi Calcio, ovvero che l'impianto venga impiegato due volte la settimana, sia la domenica per il campionato e sia il mercoledì per le gare di Coppa Italia, gli aderenti al Comitato hanno intenzione di raccogliere e dare voce, attraverso i propri social, alle testimonianze dei disagi che artigiani, esercenti, ristoratori o semplici cittadini potrebbero subire ad ogni evento sportivo, disagi da rapportare al numero effettivo di presenze dei tifosi avversari, nelle passate stagioni anche al di sotto delle dieci unità.

    Il Comitato ha intenzione di avvalersi di stimati professionisti (commercialisti) per il computo delle eventuali ore di lavoro perse e degli eventuali mancati introiti che artigiani, esercenti e ristoratori potrebbero subire in modo da richiedere agli Enti preposti (Inps, Inail, Camera di Commercio, Ufficio Tributi comunale, ecc) lo scorporo dei mancati guadagni e delle spese comunque sostenute (affitti, spese di gestione, ecc) degli importi fissi dovuti annualmente.

    Le testimonianze raccolte ad ogni gara verranno diffuse attraverso l'ufficio stampa ai media locali.

    Facebook: Comitato Tutela Pilastro

     

    Giancarlo Guerra

  • Jun 13, 2021 3:43:15 PM
    2021-06-13

    VITERBO - Domus Mulieris Viterbo – Cestistica Azzurra Orvieto – 73 – 47

     

    Domus Mulieris: Martin 7 (2/6,1/7), Ricci, Scordino (0/2,0/3), Valtcheva D. 17 (5/5,2/3), Gasbarri 2 (1/2), Venanzi 2 (1/4), Taurchini 2(1/3), Grassia 14 (5/11,1/2), Pasquali 12 (3/5,2/4), Bertollini 7 (2/3,1/2), Valtcheva J. 5 (2/9,0/1), Schembari 5 (2/7). All. Scaramuccia

     

    Orvieto: Coffau 5 (1/5,1/7), Grilli 11(3/7,1/8), Pieri, D’Arata (0/1), Bianconi 17 (5/8,0/4), Gaggioli (0/2,0/1), Avenia 2 (1/6), Borissova (0/2), Basili (0/1,0/2), Sarachino (0/2,0/1), Bosio 9 (3/3,1/1), Gluhavicanin 3 (1/1). All. Masciadri

     

    Arbitri: Livio Matrigiani e Laura Caracciolo, entrambi di Roma

     

    Note: Tiri liberi Domus Mulieris 4/9, Orvieto 10/24. Rimbalzi Domus Mulieris 57 (Grassia 15), Orvieto 44 (Bianconi 7). Parziali 10’ (15-13), 20’ (32-23), 30’ (48-37). Nessuna giocatrice uscita per 5 falli

     

     

     

    La Domus Mulieris non si ferma più, centrando contro Orvieto la quarta vittoria consecutiva, sesta nelle ultime sette partite, e installandosi al secondo posto nella classifica della Poule Retrocessione del campionato di serie B. Pur avendo già messo al sicuro la propria permanenza nella categoria, la formazione gialloblù resta concentrata e determinata e supera anche le umbre nell’ultimo match stagionale disputato sul parquet del PalaMalè.

     

    Sono le ragazze allenate da Carlo Scaramuccia a fare sempre corsa di testa, con Diana Valtcheva praticamente infallibile dal campo ben coadiuvata dal capitano Federica Pasquali. Orvieto però rimane a contatto per tutto il primo periodo, grazie in particolare all’energia di Bianconi che ottiene molti viaggi in lunetta e si carica sulle spalle la propria squadra.

     

    Il copione non cambia nel secondo periodo, Viterbo sempre avanti e Orvieto ad inseguire con grande grinta, al punto che il riposo lungo vede le gialloblù di casa avanti di sole nove lunghezze. In avvio di terzo periodo le ospiti sembrano poter rientrare prepotentemente in partita, con un break di 8-0 che azzera quasi completamente il vantaggio viterbese (34-31) e poi con il canestro che sancisce il -1 sul 36-35. Nel momento di maggiore difficoltà arriva la reazione della Domus Mulieris che, a sua volta, diventa protagonista di un break di 12-0 che lancia la fuga interna sul 48-35 e indirizza definitivamente il match dalla parte delle gialloblù.

     

    Il quarto periodo, infatti, è tutto di marca viterbese, le ospiti si fermano a 10 punti segnati in 10 minuti mentre l’attacco di casa gira alla perfezione; il distacco si fa ben presto molto ampio, raggiunge e poi supera le 20 lunghezze consegnando alla Domus Mulieris un finale tranquillo.

     

    Il team di Carlo Scaramuccia chiuderà la sua stagione con la trasferta romana contro Smit, ormai ininfluente ai fini della salvezza; sarà comunque l’occasione per concedere altri minuti alle proprie giovani e per cercare un’altra vittoria che rappresenterebbe il miglior modo di congedarsi da una stagione che ha faticato a regalare alle gialloblù le soddisfazioni che avrebbero meritato.

  • Jun 13, 2021 3:26:15 PM
    2021-06-13

    VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo :

     

    'Pensare che si possa morire da bambini, incontrando un proiettile giocando al parco in una domenica inondata di sole, è semplicemente scioccante. Quanto accaduto ad Ardea questa mattina ci scuote nel più profondo dell'animo umano. Una tragedia che ci trascina nell'abisso dell'orrore, come cittadini, come genitori, come rappresentanti politici, intenti a dare il nostro personale, piccolo, contributo per una società migliore, e che davanti a certi drammi ci tritura sotto una schiacciante sensazione di fallimento. Oltre ai due bambini, i diversi colpi di pistola hanno raggiunto anche un anziano, anche lui deceduto in seguito all'insano gesto. Anziani e bambini: la parte più fragile della nostra società, colpita a morte e falciata nello spazio di pochi attimi di follia. Vite cancellate in un soffio di vento: una sensazione lacerante di dolore e sconforto. Sulla vicenda sono in corso le indagini e ogni ulteriore commento è superfluo e fuori luogo, pertanto, voglio chiudere questo mio messaggio di cordoglio, esprimendo la mia vicinanza alle famiglie e all'intera comunità di Ardea, che possa superare questo difficile momento, stringendosi intorno a quel sentimento di appartenenza dove risiede la forza di una collettività.'

     

     

    Sen. Umberto Fusco

  • Jun 13, 2021 2:51:28 PM
    2021-06-13

    CORCHIANO - Cari cittadini, dopo l’inevitabile rallentamento dovuto al Covid-19, che ci ha visti coinvolti per un anno e mezzo nella difficile e complessa gestione dell’emergenza pandemica, finalmente possiamo ripartire con tutti i lavori programmati e pronti ormai da tempo.

    Sono tutti lavori finanziati essenzialmente con bandi pubblici al 100% e che quindi non ricadono sul bilancio comunale:

    1. MARCIAPIEDI DI V. ROMA (finanziamento di 50.000. € del Ministero Interno) già realizzati e in fase di ultimazione;

    2. PARCO DEMOSTENE CAROSI: Rifacimento degli Spogliatoi a servizio della tenso-struttura sportiva e dei Bagni pubblici del Parco distrutti dall’incendio (finanziamento di 50.000€ con i fondi del Decreto Crescita) già appaltati e in corso di realizzazione e miglioramento del PARCO GIOCHI;

    3. Rifacimento della facciata del COMUNE e di PIAZZA DEL BERSAGLIERE (finanziamento di 40.000€ della Regione Lazio) lavori già appaltati e aggiudicati;

    4. Riqualificazione del CENTRO STORICO (finanziamento di 136.000 € della Regione Lazio) in fase di aggiudicazione;

    5. Realizzazione dei LOCALI LABORATORI della Scuola Media Carlo Urbani (finanziamento di 189.000€ del MIUR) lavori già appaltati e aggiudicati;

    6. Progettazione per la MESSA A NORMA ANTISISMICA delle SCUOLE Materne, Elementari e Medie (finanziamenti di 114.000€ del Ministero delle Infrastrutture) già iniziato lo studio preliminare sulla resistenza dei materiali;

    7. PARCO DELLE FORRE: Riqualificazione delle infrastrutture turistiche (finanziamento di 95.000€ per la Misura 7.5.1 GAL-PSR Regione Lazio) già appaltati e in corso di realizzazione;

    8. AREE PLAYGROUND “Per uno Sport a 360^”: realizzazione di 3 Aree attrezzate per fare sport all’interno del Parco delle Forre ed 1 Area attrezzata nel Parco Demostene Carosi (finanziamento di 35.500€ della Regione Lazio) lavoro già appaltato e in corso di realizzazione;

    9. Realizzazione e riqualificazione dell’ACCESSO PEDONALE al Monumento Naturale delle Forre da via Borgo Umberto e conservazione della Biodiversità (finanziamento di 50.000€ per la Misura 7.6.1 GAL-PSR) già finanziato;

    10. PALESTRA COMUNALE: Rifacimento degli impianti termici della Palestra Comunale e realizzazione di un Info Point Turistico presso il Comune (finanziamento di 60.000€ per la Misura 7.4.1 GAL-PSR Regione Lazio) già finanziato;

    11. PUBBLICA ILLUMINAZIONE: Riqualificazione Energetica di tutta la Rete Pubblica del paese con Lampade a Led a basso consumo e aumento dei punti luce (in fase di approvazione definitiva);

    12. ASFALTO: Rifacimento dell’asfalto di V. Roma da Via Civita Castellana al Cimitero comunale e l’ultimo tratto di V. Cavalieri di Vittorio Veneto, oltre alla sistemazione già eseguita del tratto sconnesso su V. Fabrica di Roma (lavori già finanziati dalla Provincia di Viterbo);

    13. Realizzazione dei MARCIAPIEDI su Via Civita Castellana (finanziamento di 100.000€ del Ministero Interno) in fase di approvazione;

    14. Realizzazione di un nuovo lotto di LOCULI nel CIMITERO COMUNALE (in fase di approvazione);

    15. Infine, siamo in attesa di approvazione da parte della Regione Lazio di un progetto di 100.000€, per il rifacimento dell’asfalto del parcheggio di Piazza del Bersagliere, di Via Donatori di Sangue, di Via Roma e di altri tratti di strade comunali (finanziamento della Regione Lazio in fase di approvazione)

     

     

    Amministrazione Comunale

  • Jun 13, 2021 2:31:28 PM
    2021-06-13

    VITERBO - Con la visita del sindaco di Viterbo Prof. Giovanni Arena, volge al termine la prima delle tre settimane della mostra nel dopo Covid. La ex chiesa degli Almadiani è stata visitata da turisti e appassionati di arte attratti dalle opere di 5 artisti della Tuscia: Paolo Crucili, Riccardo Sanna, Luigi Fondi, Francesca Sorbera e il viterbese Angelo Paccosi. Accompagnato dalla moglie e la curatrice, la professoressa Laura Principi, il sindaco ha interagito con tutti gli artisti apprezzando in modo particolare la rosa che nasconde San Pellegrino.

     

    All'entrata tutti lasciano nome e codice di avviamento postale: circa il 30% dei visitatori sono turisti in visita per uno o più giorni nella città dei papi. I giovani tendono a visitare dopo cena ed ovviamente le famiglie durante il giorno. Moltissimi gli artisti che hanno curiosato, oltre i Maestri Alessio Paternesi e Rolando di Gaetani anche molti emergenti ed amatori.

     

    Il quaderno per i commenti è pieno di numeri di telefono di aspiranti partecipanti.

     

    Lunedì 14 Giugno alle ore 19:00 prenderà luogo l'inaugurazione della seconda settimana con 5 nuovi artisti sempre della Tuscia: Giuseppe Bellucci (Vetralla), Benito Cannone (Sipicciano), Manila Olimpieri (Bagnoregio), Marco Pintus (Viterbo), Giovanni Travaglini (Montefiascone.

     

    Sabato 19 Giugno un evento nell'evento, per gli appassionati di scrittura ed archeologia:

    ore 18:00 'da Cellere a Capalbio, fatti e misfatti del brigante Domenico Tiburzi' di Giuseppe Bellucci edizioni Archeoares presentato dalla professoressa Laura Principi;

    0re 18:30 'Viterbo e la sua Storia' presentazione in versi della città che tengo stretta al cuore di Cesare Iacopone edizioni Serena presentato dal Professor Sigfrido Hobel;

    0re 19:00 'La piramide Etrusca' video di Project Tuscia.

  • Jun 13, 2021 2:25:46 PM
    2021-06-13

    RONCIGLIONE - Riceviamo e pubblichiamo :

    ' Ci siamo, ancora pochi giorni e Sabato 26 Giugno, alle ore 16,30, presso il Teatro Comunale Ettore Petrolini, Via Sutri, 1 –Ronciglione, con il patrocinio della Regione Lazio e il contributo del Comune di Ronciglione e della Banca Lazio Nord Credito Cooperativo, si svolgerà la cerimonia di proclamazione e premiazione di tutte le opere pervenute in occasione della XXVII a edizione del Premio Letterario Nazionale “Roncio d’Oro Città di Ronciglione”, anno 2020. Questa cerimonia, a causa della pandemia e nel rispetto delle normative anti Covid viene effettuata quest’anno .

     

    I posti a disposizione sono limitati ed è necessaria la prenotazione presso la Segreteria del Centro Ricerche e Studi di Ronciglione ai telefoni: 338 2935261 – 333 3928430.

     

    Il Presidente del Centro Ricerche e Studi, Signora Professoressa Lucia Maria Girelli, il Dottore Silvano Boldrini, ideatore e padre fondatore del premio letterario nazionale “Roncio d’Oro Città di Ronciglione” e i membri del C.d.A. invitano tutti i cittadini a partecipare all’evento.

     

    Il Centro Ricerche e Studi di Ronciglione, da 73 anni, oltre a celebrare i ventisette anni del Premio Letterario, conferma il proprio impegno e vocazione nel promuovere e tramandare alle future generazioni l’Amore e la Passione per la Cultura. La Poesia e le tradizioni Popolari , in tutte le loro genuine espressioni.'

     

     

    Per il Centro Ricerche e Studi di Ronciglione

    Lavista Giuseppe

  • Jun 13, 2021 1:13:03 PM
    2021-06-13

    VITERBO - 3 casi accertati di positività al COVID-19 sono stati comunicati, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl.

     

    Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni:

    - 1 a Caprarola,

    - 1 a Fabrica di Roma,

    - 1 a Nepi.

     

    Dei casi odierni, 2 presentano un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, 1 è collegato a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

     

    Il Team operativo Coronavirus ha attivato le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali.

     

    In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 15521.

     

    Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione dal COVID-19 di 11 pazienti residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 3 a Capranica, 2 a Bomarzo, 1 a Bagnoregio, 1 a Barbarano Romano, 1 a Castel Sant'Elia, 1 a Civita Castellana, 1 a Montalto di Castro, 1 a Nepi.

     

    Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus, 4 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 2 ricoverate presso la Terapia intensiva COVID di Belcolle, 233 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Sale a 14829 il numero delle persone negativizzate, 453 sono le persone decedute. Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 167893 tamponi, 399 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 21191.

  • Jun 13, 2021 11:16:18 AM
    2021-06-13

    VITERBO - Lunedì 14 giugno, dalle ore 9 fino al termine dell’intervento, sarà interrotta la circolazione veicolare in via Santa Maria in Gradi.

    Il provvedimento, legato a motivi di pubblica incolumità, si rende necessario per consentire l’abbattimento di alcune alberature pericolose.

     

    Amministrazione Comunale

  • Jun 13, 2021 9:43:39 AM
    2021-06-13

    ORTE - La gratificazione maggiore per chi si occupa della cosa pubblica è vedere i progetti trasformarsi in realtà.

    E questa mattina, alle 6.43, la partenza del primo Frecciarossa da Orte verso Milano e Torino è stata un momento molto emozionante.

    Un successo ascrivibile anche a Forza Italia che, per prima, si è attivata per portare l'alta velocità nella Provincia di Viterbo.

     

    Da oggi, questo territorio, ha una marcia in più.

     

     

     

    Così in una nota il senatore di Forza Italia Francesco Battistoni, Sottosegretario alle politiche agricole alimentari e forestali.

  • Jun 13, 2021 9:16:10 AM
    2021-06-13

    CIVITA CASTELLANA - Questo è lo scenario che si è presentato in questa soleggiata domenica mattina agli occhi degli abitanti di Civita Castellana: vasi ribaltati e terra ovunque.

    Dalle prime notizie che trapelano, sembrerebbe che un auto che avanzava a folle velocità, con a bordo 3/4 persone, abbia preso in pieno le fioriere e sia scappata via.

    Grande paura tra le persone che hanno assistito, impotenti, al fatto. Sembra che non ci sia nessun ferito.

  • Jun 13, 2021 8:54:58 AM
    2021-06-13

    VITERBO - Durante il terzo congresso provinciale di Confael Viterbo, presenziato da Alberto Raggi Presidente della Guardia Nazionale Ambientale e da Egidio Gubbiotto Segretario Provinciale Confael Viterbo e Vicesegretario Nazionale Confael, Fabio Barzellotti in qualità di Segretario Nazionale Confael Disabili ha donato alla città di Viterbo due carrozzine elettriche.

     

    Alla presenza del Sindaco Giovanni Arena, dell'assessore alle politiche sociali Antonella Sberna e dell'assessore al turismo Marco De Carolis che hanno sostenuto, apprezzato ed accolto con entusiasmo l'iniziativa.

     

    'Un primo piccolo grande passo per rendere Viterbo più Accogliente, Accessibile e Sostenibile !' ha commentato Fabio Barzellotti.

     

    'Il comune di Viterbo ha avviato, con l'installazione della pedana metallica a Porta Romana, un importante percorso di accessibilità. Viterbo merita di offrire a chiunque le sue bellezze' ... questa la sintesi del pensiero comune del Sindaco e degli Assessori.

     

    Anche per Confael Disabili questa è solo una delle tante iniziative ideate in tutta Italia e rese possibili grazie all'impegno ed alla sensibilità dei segretari regionali Confael, alle tante imprese che offrono con generosità e sensibilità contributi e materiali, alle amministrazioni pubbliche che si pongono come interlocutore attento e disponibile a queste tematiche.

     

    L'iniziativa di Viterbo è unica nel suo genere. L'intento è quello di inserire nelle offerte turistiche e ricettive anche strumenti di abbattimento delle barriere di accessibilità.

     

    Il turista disabile normalmente ha al suo seguito una carrozzina manuale che, nella città di Viterbo, non trova terreno comodo a causa della tipologia di pavimentazione e delle salite che caratterizzano il suo centro storico.

     

    Arrivando al parcheggio principale, invece, l'interessato può in perfetta autonomia raggiungere l'adiacente ufficio turistico, lasciare la propria carrozzina manuale e prendere in modo totalmente gratuito una delle due carrozzine elettriche a disposizione.

     

    Al suo rientro potrà effettuare in tutta comodità l'operazione inversa.

     

    La carrozzina elettrica verrà immediatamente sanificata e rimessa in carica in attesa del successivo utilizzatore.

     

    'Auspichiamo che anche in altre città si riescano a stimolare attenzioni e sensibilità' ha aggiunto Barzellotti 'al fine di creare percorsi e circuiti turistici di facile accessibilità. Siamo certi che il turismo Accessibile e Sostenibile possa essere un progetto interessante sia dal punto di vista sociale e contribuisca ad un ritorno alla normalità anche per le tante attività economiche.'

  • Jun 13, 2021 8:50:47 AM
    2021-06-13

    VITORCHIANO - Informiamo che, a seguito di un guasto sull’acquedotto comunale lungo via Palombara (all’altezza dell’incrocio con via Vagnozzi), lunedì 14 giugno 2021, condizioni meteo permettendo, verranno eseguiti i necessari lavori di ripristino.

    Ciò premesso comunichiamo la prossima breve e momentanea interruzione del servizio in programma per lunedì 14 Giugno 2021, così da permettere le attività di cui sopra.

    Il flusso idrico sarà interrotto sin dalle ore 8:30, solo per il tempo strettamente necessario, e riguarderà le utenze di via Palombara, via Vagnozzi e via Beata Gabriella.

    Sarà ovviamente nostra cura fornire, se necessario, i dovuti aggiornamenti.

     

    Amministrazione Comunale

  • Jun 13, 2021 8:38:47 AM
    2021-06-13

    ORTE - Prima fermata ad Orte del Frecciarossa.

    Alle 6.40 entra in stazione il primo treno ad alta velocità che consentirà, da oggi, di raggiungere le principali città del nord in tempi rapidissimi.

    Una straordinaria opportunità per la nostra Tuscia e per Viterbo.

    È una battaglia vinta soprattutto per l’impegno e la costanza di Mauro Rotelli a cui ora dobbiamo dare seguito con nuovi servizi e con una offerta turistica e culturale di sempre maggiore qualità.

    Noi, come sempre, ci siamo.

     

    Marco De Carolis

  • Jun 13, 2021 8:22:49 AM
    2021-06-13

    ORTE - 'La Tuscia più vicina alle grandi città italiane'. Lo afferma il consigliere regionale del Pd Enrico Panunzi, presente questa mattina alla stazione di Orte per la fermata del primo Frecciarossa, il 9508 delle ore 6,41, proveniente da Roma e diretto a Milano/Torino. 'Collegamenti più veloci con Torino, Milano, Bologna, Firenze, Roma e Napoli significano nuove opportunità di sviluppo per la provincia di Viterbo – prosegue il vice presidente della X commissione -. Un notevole passo in avanti per ridurre l'isolamento del nostro territorio e per far diventare lo snodo di Orte, con l'alta velocità, un fulcro della rete infrastrutturale dell'Italia centrale'. Tutti i giorni si potrà partire dal comune viterbese con il 9508 alle 6,41, direzione Milano/Torino, e tornare con il 9563 da Milano centrale alle 19,10, arrivando a Orte alle 22,20.

  • Jun 13, 2021 8:15:16 AM
    2021-06-13

    CIVITA CASTELLANA – Finisce 3-0 per i padroni di casa della Tya Marigliano la finale d’andata dei playoff promozione di serie B che vede protagonista l’Ecosantagata Civita Castellana. La squadra di coach Beltrame subisce il gioco e la forte tempra dei campani, incappando in una pesante battuta d’arresto. Ora per raggiungere la promozione in A3 servirà vincere per almeno 4-1 la gara di ritorno al Palasmargiassi.

     

    Trascinata dal calore del pubblico locale, la Tya inizia il primo set determinata e compatta, sfruttando un gioco al centro particolarmente efficace. L’Ecosantagata non è da meno, ma all’improvviso, dopo un’ingenuità in difesa, per i rossoblù si spegne la luce e il Marigliano dilaga. Da 14-14, il set si chiude 25-16 per i campani.

     

    Battaglia vera e fino alla fine solo nel secondo set, in cui Ecosantagata e Marigliano se la giocano punto a punto. Colpi pregevoli, tensione agonistica alle stelle e risultato che si decide solo ai vantaggi. I civitonici sembrano sul punto di riuscire ad avere la meglio, invece la Tya Marigliano trova lo scatto di reni che le permette di aggiudicarsi il set 29-27 e andare sul 2-0.

     

    Un colpo duro soprattutto per il morale dell’Ecosantagata, che nel terzo set torna in campo con meno mordente e non riesce a opporre una resistenza efficace al Marigliano. I padroni di casa chiudono sul 25-19 che decreta un pesantissimo 3-0 a loro favore.

     

    Ora l’Ecosantagata Civita Castellana deve giocarsi il tutto per tutto nella gara di ritorno, in programma sabato 19 giugno alle 17 al Palasmargiassi. I rossoblù hanno una strada obbligata da percorrere: vincere almeno 3-1 per portare la sfida al golden set e poi vincere anche il game di spareggio. Difficile, senza dubbio, ma non impossibile.

     

    TYA MARIGLIANO – ECOSANTAGATA CIVITA CASTELLANA 3-0 (25-16; 29-27; 25-19)

     

    Ecosantagata Civita Castellana

  • Jun 13, 2021 8:10:50 AM
    2021-06-13

    MONTEROSI - Monterosi FC – Carbonia 3-3

    Monterosi: Salvato Piroli (3’st Petti) Gemini (28’st Angeli) Costantini Buono Cancellieri Sivilla (20’st Sowe) Borrelli (21’st Pellacani) Lucatti. (1’st Caon) Capodaglio Rea. A disp. Torelli Petti Zambrini Persichini. All. D’Antoni

    Carbonia: Bigotti Serra (40’st Fredrich) Cestaro Bagaglini Gjuci (25’st Odianose) Stivaletta (1’st Tetteh) Palombi Cappai Salvaterra Cannas Russu. A disp. Piras Mastino Piras G., Moro Carboni Isaia All. Suazo.

    Arbitro: Jule Roland TonaMbei di Cuneo

    Reti: 22′ Borrelli, 8’st aut. Bagaglini, 15’st Cannas, 17’st Caon, 26’st Cappai, 45’st Russu

     

    L’ultima gara della stagione per il Monterosi che si congeda dalla serie D con la standing ovation del proprio pubblico.

    Vinto il campionato con tre giornate di anticipo la squadra di D’Antoni affronta il Carbonia unica formazione ad essere riuscita a battere i biancorossi in questa cavalcata trionfale verso la serie C.

    Al 17′ primo pericolo creato dal Monterosi con il colpo di testa alto di Gemini su angolo di Buono. Due minuti dopo è Sivilla a farsi largo tra due avversari ma il sinistro si spegne sul fondo. Al 22′ i campioni la sbloccano con il sinistro dal limite di Borrelli che non lascia scampo a Bigotti. Un minuto dopo però il portiere dei sardi è bravo in uscita ad opporsi a Sivilla a caccia di gol per la classifica marcatori. Risponde il Carbonia al 27′ con una punizione di Cappai sulla quale Salvato si conferma il miglior portiere del girone. Ancora al 32′ Salvato decisivo sulla punizione di Stivaletta e sulla respinta chiude su Cappai. Si va al riposo con i locali avanti di un gol.

    Nella ripresa Caon rileva Lucatti e Petti un Piroli acciaccato mentre nel Carbonia Tetteh prende il posto di Stivaletta. Al 6’st grande occasione in contropiede per Rea che servito da Costantini calcia debole. Al 9’st sul cross proprio del neo entrato Petti arriva la sfortunata rete di Bagaglini: 2-0. Al 15’st la compagine di David Suazo torna in partita con il gol del giovane Cannas sugli sviluppi di un corner. Due minuti dopo la terza rete del Monterosi con Caon che capitalizza una bella azione innescata da Davide Buono. Il Carbonia tiene ancora viva la partita perché Cappai accorcia di nuovo le distanze siglando la sua 19esina rete stagionale. Nel finale Sowe e Caon sfiorano la quarta rete. Nel recupero c’è spazio anche per un palo di Lorenzo Rea e per il 3-3 del Carbonia con Russu che sorprende Salvato. Il Monterosi festeggia insieme al pubblico presente la promozione in C con il punteggio di 81 punti frutto di 24 vittorie, nove pareggi ed una sola sconfitta.

    Ufficio Stampa Monterosi Fc

  • Jun 13, 2021 5:12:56 AM
    2021-06-13

    VITERBO - Finisce con la vittoria del Polistena la gara di andata valida per la finale play off. L'Active subisce il primo gol dopo appena un minuto di gioco. Un gol che ha l'effetto di una sveglia perché, pian piano, i ragazzi di Ceppi mettono in atto una pericolosa reazione fatta di occasioni sfiorate e gol salvato solamente dal portiere di riserva dei calabresi che vive il suo match di gloria. 

    Il pareggio lo acciuffa Mora Dominguez a inizio ripreso e suona la carica ai compagni che giocano un secondo tempo anche migliore del primo. Mettono in difficoltà il Polistena al palazzetto di Cosenza, ma subiscono il nuovo vantaggio per uno sfortunato autogol di capitan Davì che devia in porta un tiro avversario.

    L'Active si presenta in campo senza timore e con una serenità che, a tratti, destabilizza il Polistena. Il risultato finale lascia ai viterbesi l'opportunità di giocarsi l'ultima gara con maggiori chance. Sabato prossimo si scriverà il finale di questa sorprendente avventura tra le mura amiche del Palacus di Viterbo. 

  • Jun 13, 2021 5:11:55 AM
    2021-06-13

     

    CAPODIMONTE – Nonostante abbia da poco tempo scelto di cambiare la vita di città spostandomi in un paesino, sono stata costretta a salvaguardami da un maniaco, attivando al primo campanello d’allarme la rete di sicurezza. Non voglio essere l’ennesima vittima della violenza di genere.

     

    Mi chiamo Sara e quasi un anno fa decisi di trasferirmi a Capodimonte, un bellissimo paesino in riva al Lago di Bolsena perché scelsi di continuare a studiare all’Università immersa nella Natura e in un posto che credevo tranquillo. Mi ambientai in pochissimo tempo rafforzando le amicizie che già avevo e costruendomene di nuove, tra un aperitivo in riva al lago e una camminata in spiaggia.

    Purtroppo, come ogni realtà, anche questo piccolo paesino nascondeva degli scheletri nell’armadio. Questi scheletri, però, non si limitavano a rimanere sopiti nel passato delle persone, ma tornavano a cadenza regolare a importunare le donne del paesino e, come sospettavo dopo aver appreso la vicenda direttamente dalle mie amiche, era soltanto una questione di tempo che arrivasse il mio turno.

    La mia storia non ha nulla di speciale ed è simile a tante altre: complimenti non graditi da un perfetto sconosciuto espressi soltanto quando mi incontrava da sola e per questo motivo ogni volta che lo incontravo cambiavo strada; anche se variare il percorso significava rinunciare ad una passeggiata al lago e tornare subito a casa. Una piccola rinuncia, pensavo, per il bene della mia tranquillità, ma in realtà era una privazione scaturita dalla paura di una persona che sapevo essere pericolosa.

    Tante, infatti, sono le ragazze che mi hanno raccontato le loro brutte esperienze e volevo evitare a tutti i costi di percorrere il loro stesso incubo dato che i semplici apprezzamenti divenivano sempre commenti volgari accompagnati dall’espressione diretta delle fantasie sessuali dell’individuo e, in caso di rifiuto, si tramutavano in comportamenti aggressivi. In alcuni casi, come mi hanno spiegato, sono diventati veri e propri tentativi di stupro.

    Ero convinta che la tattica di “cambiare strada” fosse sufficiente, ma a Capodimonte le strade sono poche e in alcuni casi, come quando si scende dal pullman, per raggiungere casa vi sono dei percorsi obbligati da seguire. In quelle situazioni cercavo di eludere la persona mostrandogli poco interesse o accelerando il passo, ma non bastava a sottrarmi dai commenti fastidiosi mentre, probabilmente, studiava la strada che prendevo. Forse è un caso, ma con il tempo ho sempre incontrato questo scheletro dell’armadio capodimontano sempre più vicino alla mia abitazione fino a quando, fumando una sigaretta sull’uscio di casa, l’ho trovato davanti ai miei occhi.

    Volevo scappare lontano, per evitare a tutti i costi che capisse dove abitavo, ma avevo lasciato la chiave inserita nella serratura e rimanere ferma, con una calma apparente, era l’unica cosa che potessi fare. Il caso vuole che non c’era anima viva, solo io e lui ed avevo paura che potesse farmi del male e intrufolarsi nella mia casa.

    Ho dovuto subire commenti schifosi sul mio aspetto fisico e rimanere inerme mentre mi incitava animatamente ad intrattenere rapporti sessuali, per lo più orali, con lui nonostante il mio rifiuto e il tutto, ovviamente, mentre utilizzava un linguaggio da farmi venire i brividi. Non contento mi invita a casa sua e declino la sua non gentile offerta e mi risponde “allora non me la dai, me ne vado”, perché nei soggetti del genere le donne sono solo pezzi di carne, buchi da occupare con prepotenza per soddisfare le voglie del momento. Come se non bastasse, veloce e disgustoso, mi prese la mano e me la baciò sorridendomi con una sinistra luce negli occhi.

    Contenta che finalmente se ne stesse andando, ho aspettato la sua completa sparizione prima di rincasare sperando che non capisse quale fosse effettivamente la mia casa, ma appena entro sento bussare alla mia porta e riconosco la sua scheletrica sagoma dietro i vetri.

    Un semplice “toc toc” durato un rapido istante, tuttavia non così breve per me che ho visto, letto e ascoltato troppe storie di incubi iniziati nel mio stesso modo e anche se continuavo a ripetermi “è finita, se ne è andato” non riuscivo a sentirmi tranquilla nella mia stessa casetta. 

    Nei giorni successivi mi sono rivolta al centro antiviolenza Penelope, a Viterbo, e ai Carabinieri di Capodimonte. Ho cercato di convincere le altre vittime di questo scheletro dell’armadio di Capodimonte a denunciare con me, ma tutte mi hanno risposto che avevano paura. Un’emozione che capisco e al tempo stesso non accetto, perché solo denunciando si può ottenere la giusta protezione e mettere fine a questa storia che, sempre da come mi hanno raccontato, dura da anni nel paesino.

    I Carabinieri, in particolar modo il Maresciallo, non solo mi hanno tranquillizzata quando sono entrata nella loro caserma, ma continuano a farmi sentire protetta con controlli e telefonate. Fondamentale è stato anche il supporto dei miei amici che oltre a sostenermi in questo percorso mi hanno anche offerto un posto dove dormire. Però quest’ultimo l’ho rifiutato: nonostante la mia paura ho deciso di rimanere nella mia casetta, quel pervertito mi ha privato già abbastanza della mia quotidianità.

    Non mi sono trasferita a Capodimonte per essere alla mercé del maniaco di turno e attivando immediatamente una rete di sicurezza già esistente (amici, forze dell’ordine e centri antiviolenza) confido che la mia battaglia andrà a buon fine. Non bisogna aver paura di denunciare, vivere come esseri umani liberi è un diritto di tutti e troppe sono le donne violentate eo uccise perché non hanno attivato tempestivamente la rete di sicurezza.

    Ringrazio personalmente i miei amici, i Carabinieri di Capodimonte e il Centro Antiviolenza Penelope per essermi costantemente vicino, per aiutarmi e soprattutto per non farmi sentire sola.

  • Jun 13, 2021 5:12:13 AM
    2021-06-13

    TUSCANIA - Fotovoltaico, intorno a Tuscania un ''ingorgo'' di elettrodotti sotterranei. Opere che comportano continui scavi sulle strade e successivi rattoppi. Un problema segnalato nei giorni scorsi alla Conferenza dei Servizi che dovrà esprimersi su un nuovo progetto di fotovoltaico: 66,6 ettari in località Formiconcino.

    Come molti sapranno, a Tuscania sorge una grande stazione elettrica. Si tratta di un maxi snodo per la connessione alla Rtn (Rete di trasmissione nazionale) che nel corso di questi anni ha fatto in qualche modo da 'calamita' per decine di questi progetti.

    Durante il confronto tra la società proponente e gli enti titolati a rilasciare il proprio parere sul progetto di Formiconcino, il rappresentante comunale ha chiesto ''se sia possibile prevedere una soluzione per l’ingresso alla stazione di Terna dei vari elettrodotti d’impianti autorizzati o in fase di autorizzazione che preveda il più possibile soluzioni condivise onde impedire il continuo scavo delle strade interessate''.

    Recepita l’istanza, la Conferenza dei Servizi ha dato compito proprio al Comune di Tuscania di ''coordinare i proponenti dei suddetti progetti approvati in corso di approvazione nella ricerca di una soluzione unica ed idonea a determinare la minore lesività territoriale, da sottoporre all’autorità procedente per le verifiche e approvazioni del caso''. Mentre dal canto suo la proponente ''si è dichiarata disponibile a condividere ulteriormente il tracciato di entrata in Stazione'' e ''disponibile a effettuare un sopralluogo''.

    Per capire se è stata trovata una soluzione, bisognerà aspettare martedì, giorno in cui è prevista la seconda seduta della conferenza dei servizi.

    Intanto, su disposizione della Regione, la Provincia di Viterbo ha avviato la procedura 'per l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio per la posa del cavidotto di alta e media tensione e per le aree destinate alle opere di connessione necessari per il collegamento dell’impianto alla rete elettrica nazionale'. Interessati 68 proprietari terrierieri.

  • Jun 12, 2021 4:09:25 PM
    2021-06-12

    VITERBO – Si è verificato un principio di incendio a Bagnania in via della Fossitella. Sono intervenuti immediatamente i Vigili del Fuoco di Viterbo che hanno domato le fiamme scaturite da una piccola costruzione a due piani.

  • Jun 12, 2021 2:12:33 PM
    2021-06-12

    ROMA - 310 persone controllate, 2 persone indagate, 22 controlli effettuati a depositi di materiale ferroso, 63 operatori di Polizia Ferroviaria del Compartimento Polfer per il Lazio impiegati, 13 pattuglie dislocate lungo le tratte ferroviarie nelle zone più sensibili: è questo il bilancio dell’operazione “Oro Rosso” che, periodicamente disposta dal Servizio Polizia Ferroviaria di Roma, su scala nazionale, si prefigge di contrastare il fenomeno dei furti di rame in ambito ferroviario.

    L’attività preventiva permette di scongiurare gli episodi di asportazione del pregiato materiale utilizzato in ferrovia, per alimentare la circolazione dei treni, evitando pesanti ripercussioni sulla regolarità dei trasporti e disagio al servizio viaggiatori.

    In particolare il personale della Squadra Amministrativa ha denunciato una italiana di 69 anni per irregolarità riscontrate nella gestione documentale relativa allo stoccaggio e smaltimento di materiali.

    Il personale del Posto Polfer di Viterbo ha denunciato in stato di libertà un cinquantenne italiano per il reato di gestione illecita di rifiuti pericolosi rinvenendo all’interno di una struttura non autorizzata circa 40 bombole di gas destinate allo smaltimento senza alcuna bonifica.

    Per entrambi i casi oltre gli illeciti penali sono state elevate sanzioni amministrative per un totale di oltre 2.500 euro.

    Il personale della Sottosezione Polfer di Roma Tiburtina ha rinvenuto nella stazione di Salone oltre 73 metri di filo di rame.

  • Jun 12, 2021 2:06:46 PM
    2021-06-12

    CELLENO - Un tesoro archeologico e storico scoperto nelle fondamenta del borgo fasma di Celleno (VT), nominato tra i più bei borghi fantasma d'Italia da The Guardian. Di recente scoperta un butto di orgine etrusca, tra i più grandi del Centro Italia come riferiscono gli esperti. L'enorme serbatoio di 4 metri veniva impiegato da popolo etrusco come riserva idrica, successivamente in epoca medievale, lo stesso veniva impiegato per gettare spazzatura e oggetti inutilizzati. Da qua il termine 'butto'. Nel corso degli scavi molte ceramiche pregevoli di epoca medievale sono state rinvenute e saranno esposte nel museo diffuso di Celleno, nei percorsi attorno al Castello Orsini.

     

    Nel percorso tematica anche per la prima volta al pubblico un prezioso Glirarium, utilizzato in epoca romana per allevare ghiri, presenti nell'alimentazione dell'epoca.

     

    L'apertura per la prima volta al pubblico sabato 12 giugno alle 17:30 presso il Borgo fantasma di Celleno, nella zona antica del paese. Durante l'evento saranno presentati i lavori attraverso l'intervento dei responsabili del Mibact, della Regione Lazio, dell GAL in Teverina, dell'Università degli Studi della Tuscia e della Fondazione Carivit.

    La scoperta del prezioso rinvenimento risale al 1975 quando nel piccolo comune del viterbese dove ebbe luogo un vero 'romanzo criminale' con saccheggi, pestaggi e colpi di pistola con soffiata finale alle forze dell'ordine. Come spiega Romagnoli attraverso Tusciaweb: 'Qualche giorno prima avevano litigato per la spartizione del bottino. Pare si presero a palate. partì pure qualche pistolettata. Uno di loro non accettò l'affronto e spifferò tutto alle forze dell'ordine. Una soffiata, che permise di catturare i criminali. probabilmente i 5 si misero di nuovo d'accordo e tornarono a scavare il butto. Ma era troppo tardi. Carabinieri e soprintendenza intervennero e catturarono tutti. Però – prosegue Romagnoli – dieci camion carichi di materiali erano partiti portando in tutta Italia il prezioso carico. Ceramiche e altri oggetti'.

     

    Lo studio dell'aera è stato avviato nel 2015 in accordo con l'amministrazione comunale di Celleno, la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per l'area metropolitana di Roma, la provincia di Viterbo e l'Etruria meridionale e l'Università degli Studi della Tuscia, dipartimento di Studi linguistico-letterari, storico-filosofici, giuridici. Il progetto è coordinato da Giuseppe Romagnoli. Appuntamento alle 17 presso il palazzo della Cultura, piazza Benvenuto Cellini a Celleno.

  • Jun 12, 2021 1:37:59 PM
    2021-06-12

    MONTEFIASCONE – “Nel creato tutto è in relazione: ritrovare i legami” è il titolodella prima edizione del Festival dell’Ecologia Integrale, che si svolgerà Montefiasconedal 24 al 27 giugno, tra piazza Cripta Santa Lucia Filippini e la splendida Rocca dei Papi.

    Organizzatodall’Associazione “Rocca dei Papi, per un’ecologia integrale”, presieduta dall’arcivescovo titolare di Montefiascone e segretario della Congregazione delle Cause dei Santi monsignor Fabio Fabene, il festival,ha il patrocinio di Regione Lazio,Provincia di Viterbo, Comune di Montefiascone, Fondazione Roma Sapienza, Greenaccord. Partner della manifestazione la stessa Regione Lazio, Trenitalia, BCC Credito Cooperativo Roma, Econet servizi per l’ecologia, Alo servizi di onorane funebri, Balistreri Girolamo & C. SNC

    L’evento si articola in tre giornate di incontri, proiezioni, tavole rotonde e concerti e una conclusiva di carattere prettamente religioso.Il tema del festivalscaturisce dalla meditazione di papa Francesco, del 27 marzo dello scorso anno, nella quale ricorda come l’inizio della pandemia del Covid-19 sia stata una “tempesta inaspettata e furiosa che ha smascherato la nostra vulnerabilità”, lasciando scoperte tutte le false sicurezze sulle quali l’essere umano ha fondato le proprie abitudini e priorità, abbandonando in modo colpevole quello che realmente alimenta la vita della singola persona e della comunità.

    Il 24 giugno, alle ore 17.30, si terrà l’inaugurazione del festival in piazza Cripta Santa Lucia Filippini, con la partecipazione di monsignor Fabene, del commissario straordinario di Montefiascone Anna De Luna, del presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e del generale Davide De Laurentis, vice comandante Unità Forestali Ambientali e Agroalimentari dell’Arma dei Carabinieri.La conduzione è affidata a Massimo Massari. A seguire la lectio magistralis “Nel creato tutto è in relazione: ritrovare i legami” con il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato di Sua Santità, e il professor Mario Morcellini, direttore dell’Alta Scuola di ComunicazioneUnitelma Sapienza, nel ruolo di moderatore. Alle ore 21, alla Rocca dei Papi, l’Endecavox Ensemble si esibirà nel concerto “Camminiamo Cantando”, dall’enciclica “Laudato Si’”.

    Il 25 giugno, alle ore 10.30, in piazza Cripta Santa Lucia Filippini, la giornalista Tg2 Rai Christiana Ruggeri, vice presidente di Greenaccord, dialogherà con i bambini sul tema “Una scuola che educa all’ambiente e alla comunicazione”. Alle ore 18, prenderà il via la tavola rotonda moderata dal giornalista Fabio Zavattaro, divisa in due momenti distinti: il primo verterà sul “Ruolo della transizione ecologica per favorire l’inclusione sociale” con il sottosegretario di stato al Ministero della Transizione Ecologica Ilaria Fontana; il secondo incentrato sulla “Cultura dell’incontro e dell’amicizia sociale” conRosanna Virgili, docente di sacra scrittura, Stefano Semplici, docente di filosofia dell’università di Roma Tor Vergata, Fabio Pasqualetti, decano della facoltà di scienze della comunicazione dell'Università Pontificia Salesiana Roma, suor Alessandra Smerilli, sottosegretario del Dicastero dello sviluppo umano integrale. Alle ore 21, l’Orchestralunata sarà protagonista del concerto serale.

    Il 26 giugno, alle ore 10.30, la Rocca dei Papi ospita l’incontro “Quando l’uomo si muove per l’uomo”, con la proiezione dei documentari “Camminando sull’acqua”(1° premio “Arco d’Argento” Est Film Festival 2017)e “Tutto il mondo, piano piano” e dello spot “Portiamo la scuola dove non c’è”, realizzati dal regista Gianmarco D’Agostino.

    Seguirà un momento di approfondimento, con riflessioni e dibattito, insieme al regista. La piazza Cripta Santa Lucia Filippini farà da sfondo agli appuntamenti pomeridiani e serali.Alle ore 18, avranno luogo lelectio brevis “Le sfide della transizione ecologica”, con l’ex ministro dell’ambiente e presidente della Fondazione per lo Sviluppo sostenibile Edo Ronchi, ed “Effetti dei cambiamenti climatici sul territorio della Tuscia”, con il docente dell’Università degli studi della Tuscia Riccardo Valentini. Nel ruolo di moderatore il ricercatore etnologo dell’Istituto superiore per la protezione e la Ricerca Ambientale(ISPRA)Federico Cinquepalmi.

    Seguirà, alle ore 18,30, la tavola rotonda dal titolo “Educare alla cura della casa comune”con Humberto Miguel Yanez, docente ordinario del Pontificia Università Gregoriana Roma, Fabrizio Ruggeri, responsabile marketing treni alta velocità presso Ferrovie dello Stato, Francesco Petretti, presidente della Fondazione Bioparco di Roma (in collegamento online), e Marco Frittella, giornalista Rai. Modera la tavola rotonda Vania De Luca, presidente dell’Unione Cattolica Stampa Italiana(UCSI)e vaticanista del Tg3 Rai. Alle ore 21, si svolgerà il concerto dellaBanda dei Carabinieri e verrà conferito il prestigioso premio “Custode della Casa Comune”.

    Il 27 giugno, alle ore 11, sarà celebrata nella basilica concattedrale di Santa Margherita la messa, che verrà trasmessa in diretta su Rai1.

    Durante i giorni del festival, nel centro storico di Montefiascone avrà luogo un mercatino di prodotti tipici biologici delle aziende agricole del territorio.

  • Jun 12, 2021 1:30:37 PM
    2021-06-12

    CAPRANICA – Il consigliere comunale Francesco Virgili ha consegnato ieri mattina 1000 firme di Capranichesi a sostegno dell’ospedale Sant’Anna di Ronciglione. “Una promessa mantenuta con tutta la comunità cittadina”.

     

    Il consigliere comunale Francesco Virgili di Capranicaha consegnato presso la Regione Lazio circa mille firme,da lui raccolte tra i capranichesi che desiderano vedere pienamente funzionantel’ospedale Sant’Anna di Ronciglione.

     

    Le mille sottoscrizioni raccolte da Francesco Virgili si sono unite a quelle raccolte in altri paesi della bassa Tuscia dal comitato Amici del Sant’Anna, rappresentato da Antonio Tosi e Fabio Troncarelli.

    Ieri mattina le firme, in totale9000, sono state consegnate nelle mani del consigliere regionale Sergio Pirozzi, di Fratelli d’Italia, nella sede del Consiglio Regionale a Roma.

    La delegazione era composta, oltre che da Virgili, anche da Fabio Troncarelli, Antonio Tosi e dal consigliere comunale di Sutri Alessio Vettori.

     

    “Sento in dovere di ringraziare i miei concittadini – dichiara Francesco Virgili – come promesso ho consegnatole firme alla Regione Lazio, assieme ad altri amici del Comitato per l’Ospedale S. Anna di Ronciglione.

     

    Siamo stati ricevuti molto cordialmente dal consigliere regionale Sergio Pirozzi. Assenti giustificati i consiglieri Silvia Blasi e Adriano Palozzi, che da sempre sono al nostro fianco nella battaglia per la salute.

     

    Il mio e il nostro impegno proseguono– conclude Virgili – assieme ai rappresentanti del territorio, Sindaci, consiglieri regionali, provinciali e comunali, stiamo portando avanti questa battaglia che terminerà solo quando l’ospedale di Ronciglione sarà in grado di dare quelle risposte sanitarie necessarie alla popolazione.

     

    Il Comitato Amici del Sant’Anna, chiede di trasformare l’attuale Casa della salute in un Ospedale di Comunità. Una struttura per ricoveri brevi e per pazienti a bassa intensità di cura, a gestione prevalentemente infermieristica, da 20 posti letto fino ad un massimo di 40, oltre agli ambulatori, la radiologia, ecografia, ematologia, ortopedia sportiva, ortodonzia e laboratorio analisi.

    Inoltre, il Comitato continua a sollecitare l’ARES per l’assegnazione della seconda ambulanza, poiché una è insufficiente, e a perorare presso l’amministrazione comunale di Ronciglione la realizzazionedell’area di atterraggio dell’eliambulanza.

    Riceviamo e pubblichiamo dal Consigliere comunale Francesco Virgili, Lista “Per migliorare Capranica”

  • Jun 12, 2021 11:02:48 AM
    2021-06-12

    BOLSENA – Acquistabile da oggi presso l'ufficio turistico la Bolsena card. La tessera con codice Qr trasforma cellulari e smartphone in audioguide portatili multilingue senza applicazione e utilizzabili anche in modalità offline, per conoscere i luoghi di Bolsena.

    L'innovativo progetto nasce dall'Amministrazione comunale e vede la collaborazione della Pro loco Bolsena e il supporto tecnologico della Nubart, azienda specializzata nello sviluppo di contenuti multimediali per guide su telefonini con il sostegno dell'Unione Europea.

    I turisti potranno acquistare la card, che consentirà di accedere, senza dispositivi né app, a tracce audio correlate di foto, testi e mappe per rendere la visita di Bolsena completa. La scheda contiene un codice unico che permette di fruire di contenuti multimediali di alta qualità.

    L'accesso avviene attraverso la scansione del codice Qr o digitando un codice riportato sul retro della card con il cellulare o lo smartphone, da cui poi ascoltare direttamente le tracce audio. Il sistema integra mappe e geolocalizzazione. Quando l'utente si avvicina al punto d'interesse le tracce audio vibrano e ne segnalano la vicinanza.

    La Bolsena card è personale e non trasferibile. Dalla grafica accattivante, può essere conservata come ricordo e rimane sempre attiva.

  • Jun 12, 2021 10:50:36 AM
    2021-06-12

    VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo:

    'Ieri sera ci ha lasciato Quarto Trabacchini.

    La notizia della sua scomparsa ci addolora e ci rattrista profondamente.

    Con lui se ne va una delle figure più rappresentative della politica e della sinistra viterbese.

    La sua esperienza politica e istituzionale è tutta inscritta dentro la vicenda del Partito Comunista Italiano e delle sue evoluzioni successive fino all’approdo nel Partito Democratico.

    Nei primi anni ’70 del secolo scorso fu a lungo Segretario provinciale della Federazione Giovanile Comunista Italiana promuovendo la crescita di quella generazione che, successivamente, assunse i ruoli principali di direzione politica del partito.

    Nel 1980 divenne Segretario della Federazione del PCI di Viterbo, succedendo ad Oreste Massolo, e mantenne questo ruolo fino al 1987 e, durante questo mandato, nel 1985, venne eletto Consigliere comunale nella città capoluogo.

    Dal 1987 al 1994 è stato Deputato per due legislature durante le quali ha svolto la sua attività come membro della Commissione Difesa della Camera dei Deputati.

    Successivamente ha proseguito la sua collaborazione con la Direzione Nazionale del Partito sui temi della difesa e della pace, restando un punto di riferimento importante per l’elaborazione delle politiche in settori particolarmente cruciali dove in gioco c’era il ruolo dell’Italia, la coerenza con il dettato costituzionale e l’identità di una moderna forza della sinistra italiana ed europea.

    Quarto Trabacchini era un uomo limpido e schietto. Ha fatto con determinazione le sue battaglie senza mai tirarsi indietro ma nel più profondo rispetto verso le idee degli altri e nella convinzione che solo la dimensione collettiva della politica poteva consentire di raggiungere crescita e emancipazione.

    Poteva sembrare brusco e scontroso, ma la sua era soltanto semplicità e bisogno di essere diretto. Anche perché, ciò che tutti noi ricordiamo e ricorderemo è la sua straordinaria umanità, che emergeva sempre, in ogni circostanza.

    E’ con profondo affetto che inviamo le nostre più sentite condoglianze alla famiglia e a tutti coloro che gli hanno voluto bene.'

     

    Federazione Partito Democratico Viterbo

  • Jun 12, 2021 10:42:19 AM
    2021-06-12

    VITERBO - 6 casi accertati di positività al COVID-19 sono stati comunicati, entro le ore 11, dalla sezione di Genetica molecolare di Belcolle al Team operativo Coronavirus della Asl.

     

    Gli ultimi referti di positività sono collegati a tamponi eseguiti su cittadini residenti o domiciliati nei seguenti comuni:

    - 3 a Montalto di Castro,

    - 2 a Fabrica di Roma,

    - 1 a Vejano.

     

    Dei casi odierni, 4 presentano un link epidemiologico con casi precedentemente accertati e già isolati, 2 sono collegati a persone che hanno dichiarato di essere sintomatiche al drive in. Tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio.

     

    Il Team operativo Coronavirus ha attivato le misure di prevenzione e di protezione, al fine di contenere la diffusione del virus, irrobustendo la catena dei contatti stretti, con la preziosa collaborazione delle Amministrazioni comunali.

     

    In totale, alle ore 11 di questa mattina, i casi di positività al COVID-19, residenti o domiciliati nella Tuscia, salgono a 15518.

     

    L'azienda, con estremo rammarico, comunica il decesso, avvenuto nelle ultime 24 ore, di 1 paziente ricoverato presso le strutture COVID della Asl: 1 cittadino di 74 anni di Tarquinia.

     

    Oggi è stata comunicata ai soggetti istituzionalmente competenti la fine del periodo di isolamento o la negativizzazione dal COVID-19 di 15 pazienti residenti o domiciliati nei seguenti comuni: 5 a Onano, 4 a Viterbo, 2 a Montefiascone, 1 a Blera, 1 a Nepi, 1 a Piansano, 1 a Tarquinia.

     

    Al momento, delle persone refertate positive al Coronavirus, 4 sono ricoverate nel reparto di Malattie infettive, 2 ricoverate presso la Terapia intensiva COVID di Belcolle, 241 stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio. Sale a 14818 il numero delle persone negativizzate, 453 sono le persone decedute. Dall'inizio dell'emergenza COVID, nella provincia di Viterbo sono stati effettuati 167494 tamponi, 417 nelle ultime 24 ore. Ad oggi i cittadini che hanno concluso il periodo di isolamento domiciliare fiduciario sono 210180.

0 commenti