Feed Details

  • ViterboNews24
  • News
  • ViterboNews24 offre le sue notizie e le informazioni in tempo reale.
    • 1826 views
    • Last updated July 15, 2015
  • Source: viterbonews24.it

Feed Tags

Other Feeds

Tarquiniese Cornetano's Feeds

Viterbo News 24

Published: Nov 18, 2018 8:33:53 AM
Quotidiano online di Viterbo
  • Nov 18, 2018 6:25:44 AM
    2018-11-18

    VITERBO - Viterbese, finalmente, con il primo punto conquistato. Spezzata la striscia di risultati negativi inanellata dal primo match. Inizia a vedersi la mano di Stefano Sottili su una squadra che non conquista la vittoria ma mette in campo un'ottima prestazione. Dal silenzio alle parole. Nel post partita, infatti, hanno parlato tre dei protagonisti di giornata.

    Il primo a parlare è il tecnico toscano: ''Abbiamo lavorato una settimana insieme ed è stata a dir poco positiva. Poi dobbiamo migliorare nelle scelte ed essere più scaltri in alcune situazioni che dobbiamo riconoscere in fretta durante i novanta minuti. Sono contento perché ho visto tanti miglioramenti''.

    I leoni hanno avuto tante occasioni senza, però, trovare il goal: ''E’ una squadra di qualità – continua il mister – che può fare meglio di quanto visto stasera’’. Ma il miglioramento è sotto gli occhi di tutti: ''Tre quarti di quelli che ho utilizzato stasera li avevo anche la scorsa stagione, quindi li conoscevo. Abbiamo concesso davvero poco ad un avversario anche superiore al Matera. Abbiamo le qualità per poter far meglio di ciò che abbiamo fatto oggi. Come organico questa Viterbese è più forte dell'anno scorso: ho più ricambi. I titolari si equivalgono''. E la reazione finale ne è la prova: ''Oggi, dopo un pareggio, i tifosi hanno applaudito i ragazzi: hanno riconosciuto il lavoro fatto dai giocatori''.

    La conclusione è sulla Casertana: ''Ha qualità e personalità, ma in questo momento ha difficoltà nell'entusiasmo e nel volersi prendere le responsabilità e mettere spavalderia perchè per le qualità che ha è in possesso di qualità maggiori di quelle che ha fatto vedere oggi''.

    Anche capitan Simone Sini è soddisfatto. E dopo venti minuti ha sfiorato il goal: ''Abbiamo fatto una bella partita ed era importante dare una risposta ai risultati negativi per ripartire ancora più forte. Possiamo giocarcela con squadre come la Casertana che non hanno nulla più di noi. Si è vista la voglia di riprenderci''.

    Il difensore ammette l’importanza del ritorno dell’allenatore: ''Noi sappiamo di dover recuperare tante partite, ma ora è tornato il mister che ci conosce e si è visto già qualcosa in più. Si vedeva che conoscevamo già le sue idee come lui conosce le nostre. E’ inutile guardare ora la classifica: noi possiamo fare bene e dobbiamo evitare altri passi falsi’’.

    Per concludere la conferenza, le parole di Andrea Saraniti: ''Agli attaccanti manca il goal quando non segnano, ma ora bisogna pensare al bene della squadra. Mi rammarico perchè potevo fare di più ma oggi abbiamo lavorato bene di reparto. Questo è un girone con tanta cattiveria agonistica. Bisogna tirare fuori l'ascia e stare sempre sul pezzo''.

    ‘’Siamo sulla via della guarigione: miglioriamo giorno dopo giorno. Già a Matera avevamo avuto più occasioni, ma oggi ci abbiamo messo anche la cattiveria contro una Casertana costruita per la B. Ma anche noi abbiamo un organico che merita le prime posizioni. Oggi è stata una prova di carattere’’, chiude l'attaccante.

  • Nov 17, 2018 8:44:57 PM
    2018-11-17

    VETRALLA - Morgan Freeman a Vetralla. L'attore americano, in questi giorni a Perugia per le riprese del documentario ''The story of God'', ha fatto visita a Giuliani Ortopedia. A rivelarlo, gli scatti pubblicati sulla pagina Facebook del centro ortopedico:

    ''Morgan Freeman, ebbene sì, da #GiulianiOrtopediaVetralla su consiglio dell'ambasciatore del Sud Africa che ci ha descritto come un’azienda di livello mondiale. Per questo ringraziamo anche il grande Professor Panfili, ortopedico di Roma'', scrivono sulla pagina.

    Il divo di Hollywood, premio Oscar nel 2005 con il film Million Dollar Baby, si è rivolto a Giuliani Ortopedia ''per risolvere alcuni problemi di postura, dolore ai piedi e mal di schiena. Eccolo in foto con le scarpe #LGD e i #PlantariGiuliani. Siamo felici e onorati'', aggiungono. Clicca QUI per vedere le foto

  • Nov 17, 2018 7:28:57 PM
    2018-11-17

    VITERBO - La mano di Stefano Sottili, piano piano, inizia a farsi vedere. Casertana squadra ben costruita, ma che nel primo tempo soffre particolarmente i gialloblù che sfiorano il vantaggio per due volte. Al 23', infatti, capitan Sini con un calcio di punizione colpisce il palo esterno e la palla si perde sul fondo. Una serata gelida al Rocchi che, pochi minuti dopo, Michele Rinaldi prova a scaldare. Lo fa con un colpo di testa che, sugli sviluppi di un calcio d'angolo, porta quasi al vantaggio meritato.

    Si torna negli spogliatoi reti bianche, ma a differenza delle altre partite, anche con il morale alto. Al rientro, mister Sottili, inserisce Bismark al posto di Svidercoschi. La squadra ricomincia da dove si era fermata e inizia a far divertire il pubblico presente. Prima con Bismark che si fa trovare impreparato a pochi passi dalla porta e non sfrutta la situazione favorevole, poi con Luca Baldassin che, di testa, sfiora la traversa.

    La Caseratana soffre e il capitano, Rainone, si innervosisce nonostante sia già ammonito. Al 70', infatti, a seguito di proteste plateali, l'arbitro De Santis lo spedisce sotto la doccia. Il tecnico toscano, quindi, trasforma la squadra in un 4-3-3 con l'inserimento del belga Vandeputte. La Viterbese merita il vantaggio, ma non riesce a sfruttare le occasioni e il match finisce a reti bianche, ma la striscia di sconfitte si interrompe dopo tre match e solleva il morale. Per i campani, invece, è il sesto pareggio e Fontana inizia a tremare.

  • Nov 17, 2018 5:35:49 PM
    2018-11-17

    VITERBO - C'è la Casertana al Rocchi, ma alla Viterbese mancano Polidori e Zerbin fermati da infortunio. Stefano Sottili costretto a vincere visti i tre risultati negativi dei gialloblù. STessa situazione per Gaetano FOntana che ha ricevuto l'ultimatum.

    Viterbese - Casertana 0-0

    VITERBESE (4-3-1-2): Forte; De Vito, Rinaldi, Sini, De Giorgi; Baldassin, Damiani, Bovo; Palermo; Saraniti, Svidercoschi

    A disposizione: Micheli, Atanasov, Cenciarelli, Perri, Bismark, Vandeputte, Milillo, Messina, Pacilli, Otranto, Molinaro, Roberti

    Allenatore: Stefano Sottili

    CASERTANA: Russo, Rainone, Zito, Vacca, Blondett, De Marco, D'Angelo, Castaldo, Romano, Pinna, Padovan

    A disposizione: Adamonis, Floro Flores, Lorenzini, Santoro, Alfageme, Mancio, Meola

    Allenatore: Gaetano Fontana

     

    ARBITRO: Daniele De Santis di Lecce

    1° ASSISTENTE: Michele Falco di Bari

    2° ASSISTENTE: Domenico Palermo di Bari

  • Nov 17, 2018 5:13:40 PM
    2018-11-17

    TUSCANIA - Torna il volley che conta domenica sera al PalaMalè di Viterbo con la Maury's Italiana Assicurazioni Tuscania che ospita Gas Sales Piacenza nell'incontro valido per la settima giornata di andata del girone blu della serie A2 Credem Banca. Sponsor Match di giornata, Piergentili SrL che a fine gara premierà l'MVP con la consueta targa commemorativa.

    Dopo il cambio del tecnico annunciato in settimana, i ragazzi del presidente Pieri si sono allenati sotto la guida di Francesco Russo per preparare al meglio l'appuntamento con una delle squadre più in forma del momento. Gli emiliani sono infatti terzi in classifica avendo perso una sola gara in trasferta a Gioia del Colle.

    ''Sono una delle squadre più forti del campionato -è il commento di Bara Fall, giovane centrale originario del Piacentino. Noi domenica andremo in campo e cercheremo di fare la nostra partita. Questa è stata una settimana intensa, tutta la squadra ha lavorato sodo, ci abbiamo dato dentro. Per domenica, dico ai nostri tifosi di venire numerosi al palazzetto, il divertimento è assicurato''.

    Quella della Gas Sales Piacenza è del resto una formazione piena di top player: al palleggio Matteo Paris, originario di Anguillara, lo scorso anno a Castellana Grotte, titolare in Superlega; opposto Alessandro Fei, una vera leggenda della pallavolo mondiale, campione del mondo e d'Europa con la maglia della Nazionale italiana, un argento e due bronzi alle Olimpiadi, quattro volte Campione d'Italia e innumerevoli premi individuali collezionati nella sua incredibile carriera. In banda il forte schiacciatore Yudin, russo con passaporto australiano, capitano della nazionale dei canguri alle Olimpiadi di Londra 2012, sarà affiancato da Mercorio o Klobucar; al centro la coppia Copelli-Tondo, con quest'ultimo appena arrivato da Milano (Superlega). Altro pezzo da 90 del sestetto piacentino il libero Fanuli, ex Latina, Perugia, Milano, Vibo. Allenatore Massimo Botti.

    A dirigere l'incontro i signori Antonella Verrascina e Steano Caretti . Fischio di inizio: ore 18. Diretta Lega Volley Channel.

  • Nov 17, 2018 5:09:36 PM
    2018-11-17

    VITERBO - Torna in campo la Union Viterbo. Dopo un turno di stop – la gara contro la Lazio sarà recuperata il 25 novembre - i viterbesi ospitano domenica alle 14.30 L’Aquila. Una partita insidiosa. Gli abruzzesi non stanno attraversando un momento particolarmente felice: navigano nelle zone basse della classifica ma, oltre al blasone che li accompagna, già domenica scorsa hanno dato segni di ripresa con il pareggio in casa del Colleferro, tra le più accreditate per il salto di categoria.

    Rispetto alla vittoria contro la Roma Urbe la Union dovrà fare a meno del tallonatore Gabriele Duri per un fastidio al ginocchio ma recupera Riccardo Bocchino, Massimo Pompei, Daniele Pastori e Leonardo Ferrazzani. Dalla giovanile Donato Scorzosi chiama Alessandro Lanzi.Prima convocazione per Leonardo Boffi, ex Primavera Roma arrivato a Viterbo per motivi di studio.

    ''In settimana abbiamo lavorato bene – dice Carlo Borgatti, veterano neroverde arrivato alla stagione numero 20 - ci siamo concentrati sulla fase offensiva. Stiamo migliorando. Sono convinto che la strada sia quella giusta. Andiamo in campo con rispetto per la nostra avversaria ma consapevolezza nei nostri mezzi''.

    Una vittoria per consolidare il secondo posto e continuare a sognare in grande.

    I convocati: Angelotti, Bertini, Bocchino R., Boffi, Borgatti, Capati, Desana, De Angeli, Ferrazzani F., Ferrazzani L., Gullo, Iannaccone, Lanzi A., Mariottini, Menghini R., Musso, Nichil, Pastori, Petroni, Pompei, Porchiella, Ricci, Santucci, Sow.

  • Nov 17, 2018 5:05:02 PM
    2018-11-17

    MONTEROSI - Non ci poteva essere partita peggiore quella che chiude un trittico pesantissimo di tre gare in sette giorni. Il Monterosi infatti si avvicina alla difficile gara contro i cugini della Flaminia. Le due vittorie consecutive contro Sff Atletico e Lanusei non devono far sottovalutare l’impegno del Madami contro una squadra alla disperata ricerca dei tre punti dopo la doppia battuta d’arresto contro Cassino e Latte Dolce.

    Nella rifinitura di oggi il tecnico Marco Mariotti ha redarguito spesso la squadra per tenere alta l’attenzione e non far sentire il gruppo appagati dei risultati sin qui conseguiti.

    Vista la squalifica del capitano Gian Matteo Gasperini uno dei possibili protagonisti del match, in ballottaggio con Valentini per una maglia da titolare, è l’ex di turno Eugenio Giannetti. Dodici presenze condite da due reti in tre mesi prima del trasferimento al Dro Calcio nella passata stagione rossoblu: ''Sono stato poco a Civita Castellana – afferma il difensore – col cambio di società preferii cambiare aria. La Flaminia è una squadra con valori importanti, non hanno iniziato bene la stagione ma sono certo che si riprenderanno, speriamo dalla gara dopo la nostra''.

    Sei presenze qui al Monterosi per Giannetti subentrato spesso dalla panchina. Il suo apporto è stato comunque fondamentale alla causa biancorosso in molti finali di gara: ''Quando hai una rosa per fare un campionato importante ci sono tanti giocatori. Normale che la concorrenza sia alta. Io lavoro per farmi trovare pronto quando vengo chiamato in causa. Questa è una società perfetta per fare calcio, organizzazione esemplare. Non manca veramente nulla per ottenere buoni risultati''.

    Sono appena quattro i precedenti tra le due squadre: due successi per il Monterosi (nella stagione 2016-2017), un pari ed una sconfitta (nel campionato scorso). In casa Flaminia presenti gli ex Morbidelli e Lazzarini. Arbitra il signor Giovanni Sanzo di Agrigento coi due assistenti Romano e Maione della sezione di Nola.

  • Nov 17, 2018 4:34:47 PM
    2018-11-17

    VITERBO - La direzione nazionale del PD ha oggi eletto la commissione per il congresso che governerà il partito nei prossimi tre mesi insieme con il presidente Matteo Orfini. La commissione si compone di 19 membri, che faranno parte di diritto della prossima assemblea nazionale. È stata chiamata a far parte dell'organismo Luisa Ciambella capogruppo al comune di Viterbo per il Partito Democratico. Esprimo soddisfazione a nome del circolo unico di Viterbo e le auguro buon lavoro per questa fase delicata della vita democratica del partito.

    Aldo Bellocchio

    Segretario circolo unico Viterbo

  • Nov 17, 2018 4:20:32 PM
    2018-11-17

    VITERBO - Vertice stamani a Palazzo dei Priori tra il sindaco Arena, i capigruppo di maggioranza e i rispettivi parlamentari di riferimento.

    Sul tavolo il cambio di casacca di Ubertini, Micci e Cepparotti, passati da Fratelli d'Italia alla Lega. Il partito di Giorgia Meloni, che ha perso due consiglieri e un assessore, chiede, per ovvie ragioni, un risarcimento per lo ''scippo'' subito. I ''salviniani'', che hanno guadagnato una casella in giunta e due in consiglio comunale, non intendono invece cedere posizioni, anche loro per ovvie ragioni.

    Nel mezzo il sindaco, nei panni di ''giudice di pace'', chiamato a risolvere l'impasse. Una soluzione potrebbe essere la distribuzione delle deleghe. ''Ci siamo presi un po' di tempo – spiega il primo cittadino – ma c'è da parte di tutti la volontà di trovare, senza traumi, una soluzione''. La riunione è stata aggiornata alla prossima settimana.

  • Nov 17, 2018 3:09:19 PM
    2018-11-17

    VITERBO - L’Unione sindacale di Base ha messo in atto un’inchiesta sul territorio, in sintonia con gli organi ispettivi, riguardo lo sfruttamento in agricoltura. La metà delle aziende controllate è risultata non a norma in merito a sicurezza e diritti dei lavoratori.

    Lo scorso agosto sono morti nel foggiano, in appena 48 ore, 16 braccianti. Tornavano dai campi, dopo 12 ore di lavoro sotto il sole. Viaggiavano stipati su furgoni, senza alcuna misura di sicurezza, quando due tir li hanno travolti. L’Usb si è mobilitata su tutto il territorio nazionale, nella città di Viterbo sono stati presidiati gli uffici Asl della Cittadella della Salute. Una partecipata manifestazione per informare e denunciare sulle condizioni di sfruttamento in cui sono costretti ad operare i lavoratori in agricoltura.

    In quella stessa occasione, il sindacato ha consegnato a tutti gli organi ispettivi una richiesta di incontro e di accesso ai dati in loro possesso. Ad oggi, grazie alla collaborazione con l’Ispettorato del Lavoro, lo Spresal (ufficio ispettivo della Asl), l’Inail e al lavoro portato avanti autonomamente sul territorio, l’Usb lancia l’allarme sulle condizioni di sfruttamento esistenti.

    Il 50% delle aziende controllate sono risultate irregolari; su 95 controlli effettuati a cavallo fra 2017 e 2018, 54 datori non avevano rispettato le norme contrattuali e di sicurezza previste dalla normativa. 70 lavoratori sono risultati soggetti a lavoro nero o grigio, con giornate di 12 ore senza alcun rispetto del legittimo riposo fra un turno e l’altro, privi inoltre di qualsiasi protezione individuale (Dpi).

    Nel solo 2018, su 23 ispezioni solo quattro aziende sono risultate regolari. Le violazioni più riscontrate riguardano lavoratori completamente in nero, violazioni di orario rispetto quello previsto ufficialmente dai contratti e mancanze gravissime in fatto di salute sicurezza sul posto di lavoro.

    ''Ci spostiamo nella Tuscia per la raccolta del nocciolo e la pulitura della pianta, di solito siamo almeno in quattro. – racconta un bracciante di origine rumena, che vive stabilmente a Napoli- Per raccogliere prendiamo 50 euro a giornata, dobbiamo stare alle otto sul campo, poi non so bene, ce ne andiamo alle otto o alle nove di sera. Lavoriamo sempre ci fermiamo mezz’ora, un panino, una bottiglia di vino in tutti e ricominciamo. Un contratto l’ho firmato, dovrebbe essere a giornata, ma non so bene. I soldi me li danno un pò e un pò, qualcosa me lo versa in banca e qualcosa me lo dà in mano direttamente per le spese correnti''.

    La strutturazione della forza lavoro nelle campagne è in continuo aumento e trasformazione, i lavoratori di nazionalità rumena si spostano dal settore edilizio ormai in crisi da anni, allo stesso modo, i migranti dei Paesi del Mediterraneo trovano nelle campagne un’occupazione sicura. Così come gli italiani cercano nell’agricoltura una fonte di reddito stabile, in grado di assicurare una copertura economica tutto l’anno e garanzie per se e per la propria famiglia. Proprio su questo si basano i datori che sottopagano i lavoratori, uno degli esempi più evidente è la pulitura della pianta del nocciolo. Un lavoro di precisione che va fatto per lo più a mano, piegati sulla pianta, che viene pagato (per così dire) 30 cent ad albero.

    ''Il lavoro peggiore è la pulitura della pianta del nocciolo, a togliere i frustini (polloni). –denuncia un ragazzo egiziano- Ormai la gente si fida e ci chiamano spesso le stesse persone, anche due volte l’anno, tutto si basa sul passaparola, qui lo sanno che lavoriamo bene e veloci. Noi facciamo tutto a mano, in ginocchio intorno alla pianta con la zappa. Prendiamo 30 cent a pianta. Quando va bene e il terreno è lavorato bene, va bene facciamo 200 piante al giorno, in due facciamo un ettaro al giorno senza problemi''.

    L’irregolarità nelle misure di prevenzione dei rischi è pressoché totale, i lavoratori non ricevono alcun dispositivo di sicurezza nè contro i raggi solari, nè contro eventuali tagli e contusioni, nè tantomeno contro possibili intossicazioni dovute a fitofarmaci. In base alle testimonianze raccolte dal sindacato, la salute dei lavoratori è completamente affidata a loro stessi, alle loro conoscenze e disponibilità economiche nel procurarsi i dispositivi necessari.

    Una pratica illegale, il datore infatti è obbligato a fornire tutti i Dpi previsti per legge. Questa situazione comporta un aumento degli infortuni, anche con esito mortale e delle malattie professionali. Nella Tuscia, gli infortuni nel settore incidono del 12% su quelli totali, una media pari a circa il doppio di quella nazionale. Dall’inizio dell’anno i morti di lavoro nel Lazio sono già 28, quattro a Viterbo, di questi due nel settore agricolo. Lo scorso anno erano stati cinque. Da gennaio ad oggi, in Italia, i morti sui campi o nel tentativo di raggiungerli sono stati 139. E’ troppo riduttivo, giustificare una situazione così grave con il tessuto produttivo della zona.

    Ai dati ufficiali va aggiunto tutto il sommerso. Al lavoro nero, molto diffuso nelle aziende di medie e piccole dimensioni, si aggiunge il lavoro grigio, ovvero tutti coloro che hanno un contratto, ma esso non corrisponde alla realtà delle ore effettivamente svolte o delle giornate di impiego. Sotto ricatto di licenziamento, i datori segnano lo svolgimento delle 51 giornate (102 minimo in due anni) necessario al raggiungimento dell’assegno di disoccupazione (Naspi), poi licenziano i lavoratori, almeno su carta. Nella realtà, i braccianti continuano a lavorare presso gli stessi datori e questi ultimi si fanno anche consegnare in parte, o tutta, la Naspi.

    I lavoratori precari e in nero non vengono neanche mappati dall’Inail riguardo infortuni e malattie professionali, essi, però costituiscono quasi il 60% della forza lavoro. Ad avviso del sindacato, un ennesimo investimento nella monocultura del nocciolo non può che peggiorare la situazione. Se, infatti, essa non offre alcuna garanzia di tutela in merito di diritti e sicurezza, dall’altra parte annulla la specificità del prodotto e comporta un maggior sfruttamento del suolo, delle falde acquifere profonde e un maggior utilizzo di prodotti chimici di sintesi.

    L’Usb Viterbo, al fianco dei lavoratori e in sintonia con gli organi ispettivi, continua il monitoraggio sul territorio, portando alla luce tutte le situazioni di irregolarità con l’obbiettivo che l’agricoltura torni ad essere un patto con la natura, nella tutela dei lavoratori e dell’ambiente e non l’ennesima fonte di becero guadagno per pochi.

    Usb Viterbo

    Luca Paolocci

  • Nov 17, 2018 2:58:13 PM
    2018-11-17

    ACQUAPENDENTE -  Acquapendente, scatta l'ordinanza di divieto per l'utilizzo dell'acqua. Il provvedimento del sindaco, firmato stamani, si rende necessario dopo la nota inviata ieri dall'Asl di Viterbo in base alla quale risulta che ''il campione di acqua destinato all'uso umano, prelevato presso la fontana pubblica di via Roma, ha un valore di parametri fluoruri superiore ai limiti previsti''.

    L'ordinanza sindacale, con decorrenza immediata, vieta l'uso dell'acqua per la preparazione, cottura, reidratazione e ricostituzione degli alimenti; nonché per la preparazione delle bevende. È vietato, inoltre, l'impiego  da parte delle aziende alimentari. L'uso è consentito e limitato soltanto per le operazioni di igiene domestica, scarico w.c. e per gli impianti di riscaldamento. 

  • Nov 17, 2018 2:40:44 PM
    2018-11-17

    VITERBO  - Trovati con un ingente quantitativo di cocaina, sono stato tratti in arresto dagli uomini della Polizia di Stato della Squadra Mobile della Questura di Viterbo. L'episodio si è verificato in un paese della nostra provincia, nell’ambito di mirati servizi di polizia giudiziaria volti a contrastare il fenomeno del traffico di sostanze stupefacenti, dove la Squadra Mobile della Questura ha realizzato un’attività di polizia che ha interessato un italiano di 37 anni e un albanese di 27 anni.

    In particolare, durante uno specifico servizio di osservazione, i poliziotti della Sezione Antidroga della Mobile hanno fermato l'autovettura dei due dove, a seguito di uno specifico controllo, sono stati rinvenuti, abilmente nascosti, 34 involucri di cocaina, per un peso complessivo 677 grammi. Ricorrendone i presupposti, la perquisizione è stata estesa all’abitazione del ragazzo italiano, dove veniva rinvenuta una bilancia di precisione oltre al materiale necessario per il confezionamento della droga.

    I due ragazzi sono stati quindi condotti in questura e, dopo le formalità di rito, su disposizione dell’autorità giudiziaria tratti in arresto per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

    Permane altissima l’attenzione degli investigatori della Squadra Mobile volta a stroncare il fenomeno dello spaccio e del consumo di sostanza stupefacente tra i giovani viterbesi.

  • Nov 17, 2018 12:00:05 PM
    2018-11-17

    VITERBO - Lunedì 19 e martedì 20 novembre attenzione ai divieti a piazza della Rocca. I provvedimenti si rendono necessari per consentire alla Talete di completare i lavori e procedere all’asfaltatura del tratto interessato dal recente intervento alla conduttura idrico-potabile. Lo comunica l’assessore ai lavori pubblici, centro storico e viabilità Laura Allegrini.

    Queste le modifiche al traffico dalle ore 7 di lunedì fino alle ore 17 di martedì 20 novembre: divieto di sosta con rimozione e divieto di circolazione nel tratto di piazza della Rocca compreso tra via III Reggimento Granatieri di Sardegna e via della Cava; nel tratto di piazza della Rocca compreso tra via Matteotti e via della Cava sarà invertito il senso di marcia, consentendo il transito in direzione di via della Cava. Sarà inoltre invertito il senso di marcia nel tratto compreso tra via Amendola e via san Faustino, in modo da consentire il transito in direzione di San Faustino.

  • Nov 17, 2018 11:22:59 AM
    2018-11-17

    VITERBO - Topi in pieno centro questa mattina a Viterbo. L'avvistamento, intorno alle 11, a piazza Fontana Grande, di fronte agli uffici comunali dell'anagrafe. 

    Nonostante la consapevolezza che Viterbo sia circondata dalla campagna, lascia comunque un pò interdetti la presenza di roditori nel cuore del centro storico della città, a passeggio indisturbati alla luce del sole. 

    La segnalazione è arrivata da un lettore di Viterbonews24.it.

  • Nov 17, 2018 11:15:32 AM
    2018-11-17

    VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo da Accademia Kronos:

    Dopo diversi anni di stop (per motivi economici) delle spedizioni scientifiche di Accademia Kronos all’estero per valutare gli effetti del riscaldamento globale sull’ambiente naturale, è appena partita finalmente da Viterbo una nuova spedizione per l’America del Sud per verificare il livello di fusione dei ghiacciai della Patagonia e l’espansione del deserto di Atacama.

    Oltre a ciò l’avvocato Ottavio Capparella, capo spedizione, si incontrerà con gruppi ambientalisti cileni per offrire loro il Know How di Accademia Kronos relativo alla rete legale per l’ambiente, di cui Capparella è il responsabile in Italia, nonché partecipare ad un paio di conferenze tra la legislazione ambientale europea e quella cilena .

    Questa è una nuova spedizione che, finalmente, apre la strada ad altre future esperienze sempre incentrate sullo studio dei cambiamenti climatici a livello planetario.

    Su questo nostro notiziario, al ritorno dalla spedizione, pubblicheremo la relazione e la documentazione fotografica.

    Buon viaggio ai nostri ''temerari'' esploratori.

  • Nov 17, 2018 10:52:23 AM
    2018-11-17

    SAN LORENZO NUOVO - Con decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 14.11.2018 è stato ufficializzato il finanziamento di 800.000 euro per il restauro della Chiesa di San Giovanni in Valdilago.

    Il contributo rientra nell’ambito dell’iniziativa governativa bellezza@governo che prevedeva la disponibilità di 150 milioni di euro per il recupero dei luoghi della cultura dimenticati.

    ''Un altro tassello importante è stato messo nella strada che porterà alla rinascita nella sua bellezza della chiesa di San Giovanni in Valdilago – dice il Sindaco di San Lorenzo Nuovo, Massimo Bambini – anche se il cammino, seppur calendarizzato, sarà ancora lungo; il decreto prevede infatti 6 mesi di tempo per produrre la documentazione necessaria, ivi compreso il progetto esecutivo, dopodiché si potrà procedere alla stipula di apposita convenzione con il Ministro dei beni e delle attività culturali. Erano almeno 50 anni che le Amministrazioni che si sono succedute alla guida di San Lorenzo Nuovo intendevano intervenire su questo gioiello del Rinascimento così amato dai sanlorenzani, pertanto ora che l’obiettivo si avvicina siamo consapevoli dell’importanza di questo traguardo per il nostro paese, il nostro territorio e la nostra gente''.

  • Nov 17, 2018 10:10:48 AM
    2018-11-17

    VITERBO - Trasferta romana per la Stella Azzurra-Ortoetruria che domenica sera scenderà in campo contro il Pass. I ragazzi di Fanciullo hanno sostenuto una settimana di intensi allenamenti dopo la bella prova fornita nell'ultima partita giocata al PalaMalè contro Sora, nella quale al di là della prestazione superlativa di Provvidenza, si è vista una squadra più attenta e continua rispetto a quella di qualche uscita precedente.

    Il Pass è avversaria certamente da non sottovalutare in un campionato in cui c'è comunque molto equilibrio di valori. Squadra neopromossa ma con elementi di esperienza e categoria, vanta nel proprio roster, insieme a giovani assai validi, giocatori come Argenti, lo scorso anno capitano della promossa in B Vis Nova, dalla quale ha acquisito anche Piccolo, Converso e Frosecchi, ma soprattutto schiera quel Giulio Cianci, lo scorso anno protagonista della promozione del Pass, apprezzatissimo a Viterbo per i suoi due anni eccellenti proprio con la Stella Azzurra in serie B.

    I biancostellati dovranno quindi stare estremamente attenti a non subire il gioco dei capitolini, cercando invece di ripetere le ultime prestazioni, dove si è vista una squadra che ha avuto nel dinamismo e nella difesa a tutto campo le proprie armi migliori.

    Fanciullo ha avvertito i ragazzi che servirà comunque una prestazione di livello e continuità in tutta la gara per affrontare una formazione che ha saputo mettere in difficoltà ogni squadra che ha affrontato e che nelle ulltime due gare ha superato in casa Fondi ed ha sfiorato il colpo grosso sul campo di Civitavecchia. L'Ortoetruria andrà a Roma con tutti i propri effettivi, avendo recuperato Misino, fermo dieci giorni dopo l'infortunio di Formia e con Napolitano che sta riacquisendo, di settimana in settimana, un discreto stato di forma. Palla a due al PalaPass alle ore 18,30, sotto la direzione di Suriani di Ciampino e Gai di Roma. 

  • Nov 17, 2018 9:38:12 AM
    2018-11-17

    VITERBO – Due amici, due ''fratelli di note'' e tanta voglia di fare musica insieme: Simone Gamberi e Vincenzo Icastico stavolta lasciano nel cassetto le loro creazioni per omaggiare uno dei più grandi cantautori italiani, Rino Gaetano.

    Il luogo è uno dei più amati dai musicisti viterbesi, il Bliz Caffé, che ha scelto loro per ''La domenica'', la rassegna invernale sono sono stati incastonati come diamanti tre appuntamenti, a partire da domani 18, e poi ancora il 25 novembre e il 2 dicembre, sempre dalle 19, per una, o magari tre serate davvero speciali da trascorrere in compagnia.

    Tre incontri dove la musica sarà accompagnata da aneddoti e curiosità sul cantautore calabrese, seguendo tre linee tematiche, molto care all'artista: si parte dalla sua figura, domani sarà raccontato ''Salvatore Antonio Gaetano'', la settimana seguente si svilupperà quello era la sua arte, ''Ironia e denuncia sociale'', ed infine il saluto, un vero pensiero dedicato alla sua prematura scomparsa: ''Una fine già scritta''.

    Trentasette anni dopo, uno dei cantautori italiani più scomodi prosegue nel far sentire la sua voce, anche grazie a Simone Gamberi, artista viterbese ormai lanciato dopo la partecipazione a Sanremo Rock, e il suo chitarrista Vincenzo Icastico, anche lui compositore.

    Due musicisti viterbesi onoreranno la profezia più vera di Gaetano, che due anni prima di morire in un incidente, durante un concerto lanciò quello che è ritenuto il suo testamento ideologico: ''C’è qualcuno che vuole mettermi il bavaglio: io non li temo! Non ci riusciranno! Sento che, in futuro, le mie canzoni saranno cantate dalle prossime generazioni. Che, grazie alla comunicazione di massa, capiranno cosa voglio dire questa sera. Capiranno e apriranno gli occhi, anziché averli pieni di sale''.

    Per tre serate gli appassionati di ieri e tanti giovani di oggi potranno ricordare, condividere e magari semplicemente conoscere note e pensieri di Rino Gaetano, gustando un the, una cioccolata o un aperitivo con la Domenica al Bliz Caffé.

  • Nov 17, 2018 9:10:33 AM
    2018-11-17

    Riceviamo e pubblichiamo da Maurizio Palozzi, lista Viterbo ''Cambiamo con Bruno Astorre'':

    VITERBO - ''I motivi che hanno spinto me e gli altri componenti della lista ''Cambiamo con Bruno Astorre'' ad appoggiare la sua candidatura alla segreteria regionale del PD possono ritrovarsi nella totale condivisione degli ideali, di chi, come il Consigliere Enrico Panunzi, che avrebbe dovuto capeggiare la lista ''Cambiamo con Bruno Astorre'', si è sempre speso senza risparmiarsi, al fianco dei cittadini e del territorio, ma non ha potuto per le note vicissitudini che hanno riguardato il PD viterbese. A lui e ad altri iscritti è stato impedito di partecipare alla vita democratica di questo partito. Il progetto proposto da Bruno Astorre, invece, è quello di un partito aperto ed inclusivo, che permetta a chi vuole condividere gli ideali di unità, umiltà e umanità di poterlo fare senza alcuno ostacolo o sbarramento di qualsiasi genere. Il PD deve tornare ad essere una valida alternativa al dilagare dell'ondata populista, capace di guardare al futuro con responsabilità e fiducia, vicino alla gente e che respinga ogni tipo di individualismo. Quello delle primarie a sostegno di Bruno Astorre è il primo fondamentale passaggio per poi sostenere con forza e determinazione la candidatura alla segreteria nazionale di Nicola Zingaretti, unica figura in grado di rigenerare il PD a livello nazionale e offrire una valida proposta per il paese. Colgo l'occasione per ricordare che le primarie per la scelta del futuro segretario regionale si svolgeranno sabato 1 Dicembre e che i gazebo e le sezioni resteranno aperti dalle 8:00 alle 21.00.

     

    Lista Viterbo ''Cambiamo con Bruno Astorre'':

    Maurizio Palozzi (Canepina)

    Giulia De Santis (Montefiascone)

    Alvaro Ricci (Viterbo)

    Flora Breccia (Tarquinia)

    Antonio Remo Zezza (Civita Castellana)

    Francesca Giustini (Oriolo Romano)

    Filippo Gianfermo (Orte)

    Lina Novelli (Canino)

    Mauro Bellavita (Acquapendente)

    Andreina Pasquali (Caprarola)

    Francesco Bacchiocchi (Nepi)

  • Nov 17, 2018 8:38:02 AM
    2018-11-17

    VITERBO - Domani, domenica 18 novembre, alle ore 11, nel teatro della parrocchia San Leonardo Murialdo di Viterbo si svolgerà un incontro con il professor Claudio Mariani, direttore del dipartimento Criminologia e sociologia delle devianze presso il Centro studi criminologici di Viterbo, avvocato, mediatore famigliare, docente, coordinatore e formatore presso enti pubblici e privati.

    Tema dell'incontro è ''La funzione educativa: incertezze e convinzioni, gioie e timori, sfide e cambiamenti... Cresciamo insieme ai nostri figli''.

    L'incontro, aperto a tutti, durerà un'ora e si rivolge, in particolare ai genitori.

    Al termine il docente sarà disponibile per ulteriori approfondimenti.

  • Nov 17, 2018 8:05:51 AM
    2018-11-17

    BAGNOREGIO - Un milione di euro per difendere la bellezza di Civita di Bagnoregio. Il Governo ha dato via libera al finanziamento nella Gazzetta Ufficiale del 14 novembre scorso. ''I fondi saranno utilizzati per il consolidamento di una parte della rupe, nello specifico quella che va fino al luogo dove sorgeva – secondo tradizione – la casa di San Bonaventura, biografo di San Francesco – spiega il sindaco Francesco Bigiotti''.

    Il finanziamento è figlio del Progetto Bellezza, piano da 150 milioni di euro voluto dall’ex premier Matteo Renzi per progetti che valorizzassero i piccoli luoghi. La Commissione per la selezione degli interventi ha concluso a dicembre 2017 le proprie attività. Tra i progetti, spiccano i 180mila euro per l’ex carcere borbonico di Ventotene, 210mila euro per il ''Viscontino'' di Roma, 1,2 milioni per ''OPENheritage. Atlante della pittura romanica lombarda''. I progetti inizialmente approvati erano 273, numero poi sceso a 271 a seguito di alcune correzioni operate dalla Commissione sull’elenco degli interventi.

     

  • Nov 17, 2018 8:03:16 AM
    2018-11-17

    BAGNOREGIO - Francesco Bigiotti a Venezia per presentare l'esperienza del modello Civita di Bagnoregio. Il sindaco è stato relatore di un focus all'interno di 'Borghi of Italy', evento collaterale della sedicesima Biennale di Venezia. Iniziativa organizzata da Concilio Europeo dell'Arte, in collaborazione con l'Università Iuav e Alma Mater Studiorum di Bologna.

    ''Civita è sempre più al centro dell'attenzione di realtà di grande prestigio, questo rafforza l'immagine del nostro territorio e al tempo stesso ne agevola la promozione – dichiara il sindaco Bigiotti -. Con Venezia sta nascendo un rapporto importante, che ci onora''.

    Il borgo della Tuscia è oggi un interessante laboratorio di sperimentazione della gestione del rischio sismico associato a condizioni ambientali e naturali complesse quali il dissesto idrogeologico della rupe. L'amministrazione comunale e gli ultimi residenti hanno dato vita a molte attività di recupero e di ri-attivazione con grandi risultati in termini di visitatori ed attenzione mediatica. Questo al centro dell'interesse degli organizzatori, che hanno voluto intitolare il convegno 'Civita di Bagnoregio: la città che (non) muore'. Grande protagonista anche il Museo Geologico e delle Frane, vero gioiello nel cuore di Civita. A rappresentarlo il geologo Giovanni Maria Di Budu.

    L'appuntamento, tenuto giovedì pomeriggio, è stato realizzato con il patrocinio di Associazione ''I Borghi Più Belli d'Italia'', ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani), F.O.A.V. (Federazione regionale degli Ordini degli Architetti del Veneto) e dell'Ordine degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Venezia.

  • Nov 16, 2018 7:22:10 PM
    2018-11-16

    CIVITA CASTELLANA - Lo 'zio' Flaminio ci lascia. Uno zio per tutti, Flaminio Marziani, imprenditore e ristoratore noto a tutta la cittadina se ne va in un'età ancora da vivere. Operato mesi fa, si era ritrovato con delle complicanze post operatorie che l'hanno lasciato senza forze. Un uomo sorridente, simpatico, pronto sempre alla battuta, lascia la moglie e i figli Stefano e Luca. Civita Castellana rimane senza parole di fronte a questa perdita inattesa. 

  • Nov 16, 2018 5:08:58 PM
    2018-11-16

    Riceviamo e pubblichiamo da Fratelli D'Italia Viterbo

    CIVITA CASTELLANA - Oggi il consigliere regionale Chiara Colosimo, il deputato di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli ed i dirigenti provinciali Alberto Cataldi e Massimo Giampieri hanno presenziato ad una serie di incontri a Civita Castellana per vagliare ed aiutare a risolvere una serie di criticità riscontrate in settori strategici come la sicurezza e la sanità.

    Il primo sopralluogo si è svolto nella caserma dei Vigili del Fuoco dove i rappresentanti sindacali di categoria hanno posto, all’attenzione dei presenti, innumerevoli problematiche che mettono in seria difficoltà lo svolgimento ottimale del servizio.

    La più pesante è la mancanza di un impianto idoneo di climatizzazione dei locali, roventi d’estate e freddi d’inverno. A questo si sommano la rimessa dei mezzi inagibile, i servizi igienici ridotti all’osso, i lavori di rifacimento degli impianti mai messi a norma.

    Una situazione al limite del collasso che potrebbe seriamente comportare lo spostamento della stazione in paesi limitrofi.

    All’ospedale Andosilla, secondo momento della visita istituzionale, i rappresentanti di Fratelli d’Italia hanno incontrato sanitari ed operatori che hanno palesato tutte le loro difficoltà: dallo spostamento della terapia intensiva in altri nosocomi alla carenza di personale, sia infermieristico che sanitario, nel Pronto Soccorso, il tutto per una struttura che, ogni giorno, assiste pazienti dell’area compresa tra la zona sud della provincia di Viterbo ed il nord della provincia di Roma.

    L’ultima tappa è stata lungo il collegamento ferroviario della Roma-Civita Castellana-Viterbo, dove sussistono notevoli problemi alla viabilità per numerosi incroci a raso che sono stati chiusi generando difficoltà sia agli automobilisti che alle imprese, vittime di ingenti perdite economiche in virtù del provvedimento.

    Sia il consigliere Colosimo che il deputato Rotelli ed i dirigenti provinciali Giampieri e Cataldi hanno espresso il loro impegno concreto, mettendosi a disposizione per cercare di risolvere le varie problematiche manifestate.

  • Nov 16, 2018 4:37:10 PM
    2018-11-16

    Riceviamo e pubblichiamo dalla Polisportiva Tuscania

    TUSCANIA - Il Consiglio Direttivo della Polisportiva Tuscania riunitosi il giorno 5 Novembre 2018 ha deciso di affidare temporaneamente la direzione tecnica della prima squadra, che partecipa al campionato di A2 Maschile, al sig. Francesco Russo,sollevando dall'incarico il sig. Bruno Morganti che si ringrazia per il lavoro svolto.

  • Nov 17, 2018 5:22:30 AM
    2018-11-17

    VITERBO - Pioggia di stelle per la ristorazione viterbese. La nuova guida Michelin premia i locali della Tuscia con due new entry. Nell’edizione 2019 ottengono una stella, ossia la menzione di ristoranti dalla ''cucina di grande qualità, che merita la tappa'', Casa Iozzia a Vitorchiano e Danilo Ciavattini a Viterbo. Insieme a La Parolina, già inserita nella guida con una stella a sua volta, salgono a tre i ristoranti della Tuscia finiti nella ''bibbia'' della ristorazione italiana. Viterbo, per numero di locali menzionati nella pubblicazione, è la seconda provincia del Lazio dopo Roma, a conferma che la ristorazione della Tuscia rappresenta una delle eccellenze del territorio. Da sottolineare inoltre che nel Lazio di tre nuove stelle Michelin, due sono viterbesi a riprova del successo della ristorazione locale.

    Una bella soddisfazione per Casa Iozzia e per Danilo Ciavattini, per altro non nuovo a riconoscimenti di questo tipo: con l’Enoteca la Torre a Viterbo, dove ha lavorato per due anni dal 2011, ha ottenuto una stella Michelin e due forchette del Gambero Rosso, poi il trasferimento a Roma presso Villa Laetitia dove ha conquistato Tre Forchette del Gambero Rosso e la stella Michelin e il ritorno a Viterbo con questa nuova stella Michelin.

    Passando dalla guida Michelin al Gambero Rosso, la Tuscia è ancora protagonista grazie a una delle migliori pasticcere d’Italia. Per il secondo anno consecutivo Francesca Castignani, pasticcera della Belle Hélène di Tarquinia, è stata inserita nella Guida Pasticceri & Pasticcerie 2019 del Gambero Rosso, ricevendo le ambite tre torte, con un punteggio di 90/100. Davvero una bella gratificazione per la pasticcera tarquiniese, che è stata definita da Pierre Hermè come la “migliore decoratrice della pasticceria moderna”, unica donna, nella storia della premiazione, a ricevere il riconoscimento più alto. Da pasticcere emergente, titolo ricevuto 6 anni fa, a migliore pasticceria d'Italia, oggi.

    E la provincia di Viterbo gongola: anche quest’anno nelle pubblicazioni di settore la ristorazione locale hanno brillato confermando il buon momento per il food made in Tuscia.

  • Nov 17, 2018 5:25:13 AM
    2018-11-17

    Riceviamo e pubblichiamo da CasaPound Cimini

    VALLERANO - In seguito alla nostra segnalazione, il Comune di Vallerano crea un albo fornitori: un elenco di imprese e di professionisti.

    ''Siamo soddisfatti del nostro operato, perché crediamo che la Giunta, dando ascolto alla nostra richiesta inviata al Comune l’estate scorsa dove chiedevamo l’istituzione di un albo per le imprese ed essendo in linea con il nostro pensiero su tale tematica, abbia fatto un grande passo avanti nel campo della trasparenza - afferma il capogruppo Jacopo Polidori - ci auguriamo pertanto che venga applicato il principio di rotazione, garantito dalla legge 50/2016 per quanto concerne l’affidamento diretto. A tal proposito, invitiamo tutti i soggetti interessati ad iscriversi entro il 30 novembre, secondo le modalità presenti sul sito del Comune di Vallerano.

    Abbiamo presentato inoltre una bozza di regolamento per quanto riguarda gli inserimenti lavorativi all’interno delle cooperative sociali: il lavoro svolto è stato meticoloso e coadiuvato da esperti, poiché siamo andati a cercare leggi e regolamenti presenti in altri comuni, per rendere legittimo e giustificato il nostro operato. Certi di aver svolto un ottimo lavoro, speriamo vengano accolte le nostre proposte al prossimo Consiglio Comunale, convocato per lunedì 19 novembre''.

    ''Il nostro obiettivo è inserire all’interno delle cooperative persone che necessitano realmente di lavorare - conclude Polidori - così da attribuire, come da regolamento, dei punteggi in base alla dichiarazione ISEE ed alla situazione sociale, fisica, mentale, stabiliti dagli assistenti sociali, in modo da stilare una graduatoria dai casi più gravi, quindi con maggior necessità, a quelli meno gravi, con di conseguenza minor necessità''.

  • Nov 17, 2018 5:23:55 AM
    2018-11-17

    VITERBO - La Procura di Milano ha depositato nei giorni scorsi la richiesta di rinvio a giudizio per il titolare della Cooperativa Scuola Rapida e i responsabili di Media Project e di European Center School di Milano, accusati di associazione per delinquere.

    Tra il 2013 e il 2014 infatti, le 88 persone coinvolte nell'indagine si erano occupato della compravendita di falsi attestati di operatore socio-sanitario tra Viterbo, Roma, Latina, Frosinone e Chieti. Per ottenere il titolo di studio, la società lombarda chiedeva in cambio di una cifra variabile dai 1500 ai 2500 euro.

    Il sistema è stato scoperto a seguito delle indagini effettuate dai Nas di Latina nel 2015. Dopo aver eseguito un centinaio di perquisizioni nelle province coinvolte, le autorità hanno scoperto che la truffa avveniva tramite dispositivi elettronici e supporti gestiti direttamente dalla società.

  • Nov 16, 2018 3:59:59 PM
    2018-11-16

    VITERBO - Si è tenuta oggi presso le aziende del Lazio associate ad Unindustria, nell’ambito della Settimana della Cultura d’Impresa, la nona giornata nazionale delle Piccole e Medie Imprese – PMI Day Industriamoci, l’importante appuntamento promosso dalla Piccola Industria per raccontare ai giovani il mondo delle imprese e far conoscere il loro impegno a favore della crescita e dello sviluppo del territorio. L’evento è stato coordinato da Carla Picozza Vice Presidente Comitato Piccola Industria con delega al Pmi Day.

    E’ proseguita, anche per questa edizione, la collaborazione con le Istituzioni: i ragazzi del liceo Avogadro hanno visitato i laboratori dell'Istituto Nazionale di Astrofisica presso la sede dell'IAPS di Roma, l’ente di ricerca italiano dedicato allo studio dell’Universo, sia con strumenti da Terra che dallo spazio e che ha avuto un ruolo fondamentale nella strabiliante scoperta dell'acqua nel sottosuolo di Marte. Ad accompagnare i ragazzi in rappresentanza di Unindustria Stefano Buonamici Presidente Vicario della Piccola Industria di Roma.

    Nel Lazio, le aziende associate ad Unindustria che hanno aderito all’iniziativa hanno aperto le porte dei loro stabilimenti produttivi ad oltre 1100 studenti delle scuole superiori ed istituti tecnici. Queste le aziende e le scuole coinvolte nella giornata: a Frosinone: Pisani Francesco & Figli, Intit, Margraf, Gran Tour, Soluzioni Plastiche Vittoria S.C.P.A., Soleko, Lazio Innova – Palmer, Plastipak, Viscolube e l’IIS Alessandro Volta, Itis Pontecorvo, IIS Guglielmo Marconi e ITCG e Liceo Artistico “Giovanni Colacicchi”, Liceo Scientifico di Ceccano. A Latina: M.G.A., Tecnoprima, Optimares, Self Garden, Pozzi Ginori, Icaplants, Mappi International, Stim, Huyck.Wangner Italia, Randstad Italia, Francia Latticini, con il Liceo “Massimiliano Ramadù” Cisterna, Isiss Teodosio Rossi di Priverno, Iis Carlo e Nello Rosselli, Arnaldo Beato di Castelforte Galiei Sani di Latina e S. Benedetto di Borgo Piave. A Rieti: Lombardini, Birra Alta Quota, Sano, Zanchi.net - Caffè Italia, Phoenix Electronic System, F.lli Petrucci e l’Istituto tecnico Rosatelli, IIS Aldo Moro, Liceo Classico Varrone, Scuola Gregorio da Catino e Ite Luigi di Savoia. A Viterbo: Ceramica Flaminia, S.I.M.A.S., Ceramica Tecla con l’IISS Francesco Orioli.

    ''L’incontro di oggi, con oltre 1100 studenti, ha sottolineato la grande importanza del legame tra scuola e impresa – ha commentato Gerardo Iamunno Presidente Comitato Piccola Industria di Unindustria, a margine della visita all’azienda Viscolube di Frosinone – La loro presenza nelle nostre aziende, ci conferma la necessità di trasmettere ai giovani la passione, il valore, la determinazione che si impiega nella creazione di un prodotto, quel valore aggiunto che contraddistingue identità imprenditoriale di un’azienda''.

    ''Con questa iniziativa – ha dichiarato Stefania Palamides, presidente Unindustria Viterbo – abbiamo accolto i ragazzi all’interno delle nostre aziende, mostrando loro i luoghi del lavoro e della produzione e dimostrando che il valore dell’impresa non è solo economico, ma anche sociale. Sono tante le iniziative che si svolgono in questi giorni nel Lazio, a dimostrazione del forte legame che c’è tra le aziende, le scuole e i territori: è grazie ad occasioni come il Pmi day che tale legame, fondamentale per la crescita della nostra società e del nostro Paese, si rinforza ancora di più''.

    Per Sergio Saggini Presidente Comitato territoriale Piccola Industria Territoriale di Viterbo ''l’appuntamento con il Pmi Day coinvolge ogni anno moltissimi studenti, ai quali dà l’opportunità di entrare in azienda e capire come funzionano i processi produttivi. Offre ai ragazzi anche una visione differente da quella del lavoro dipendente e fa loro conoscere che c’è anche la strada del mettersi in proprio e rischiare da soli. Nel corso degli anni si è creato un legame davvero proficuo con il mondo della scuola, a dimostrazione della funzione sociale che ha l’impresa, che ha contatti frequenti e proficui con il territorio in cui opera''.

    ''In occasione del Pmi Day – ha affermato Augusto Ciarrocchi, Presidente Sezione Ceramica Unindustria (Ceramica Flaminia) - abbiamo raccontato agli studenti, agli insegnanti e alle comunità locali la storia delle nostre imprese, la loro identità e come stanno cambiando. In ogni parte del mondo, le aziende sono il cuore pulsante dei territori, e il Pmi Day nasce proprio per trasmettere questa passione ai giovani, i veri protagonisti delle imprese del futuro''. 

    ''Gli studenti hanno avuto modo di vedere i processi produttivi delle aziende – ha detto Alessandro Scopetti (Ceramica Simas) – e toccare con mano quello che viene creato. Adesso hanno anche maggiore consapevolezza dell’importanza che il Distretto riveste per l’economia del territorio''.

  • Nov 16, 2018 3:51:13 PM
    2018-11-16

    VITERBO - Si è concluso l’intervento di restauro del grande affresco ''Annunciazione, La Maddalena, San Giovanni Evangelista'' del secolo XV. di Francesco d’Antonio detto ''Il Balletta'', collocato nella Chiesa di Santa Maria della Verità a Viterbo.

    L’affresco, originariamente sito nella Cappella Gatti, strappato dopo i drammatici eventi bellici e rimontato su tela, presentava evidenti lacune pittoriche ed era coperto da un considerevole strato di fuliggine. La parte più cospicua dell’intero intervento di restauro è consistita nella reintegrazione pittorica ad acquerello condotta a selezione cromatica al fine di ricucire tutte le campiture originali.

    Il prezioso restauro è stato finanziato dalla Fondazione Carivit e realizzato dal Restauratore Roberto Della Porta con la Direzione Lavori della Dottoressa Luisa Caporossi della Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per l'Area Metropolitana di Roma, la Provincia di Viterbo e l'Etruria Meridionale.

    Grazie alla Fondazione Carivit l’affresco ha riacquistato piena leggibilità e oggi può essere ammirato nella Chiesa di Santa Maria della Verità a Viterbo.

  • Nov 18, 2018 6:26:24 AM
    2018-11-18

    VITERBO - Si profilano all'orizzonte tempi duri per i possessori di una autovettura diesel. I motori Euro 3 e inferiori stanno vivendo grandi e crescenti limitazioni alla circolazione, che nei prossimi mesi potrebbero portare addirittura ad una progressiva messa al bando.

    In alcune regioni si sono già presi provvedimenti in questo senso ed il Lazio infatti, sembra intenzionato a firmare un accordo analogo a quello già siglato dalle quattro Regioni padane (Emilia Romagna, Lombardia, Piemonte e Veneto).

    Secondo un’indagine condotta da Facile.it, le automobili e i veicoli commerciali fino a Euro 3 in circolazione in Italia sono circa cinque milioni, un numero pari al 14,8% del parco mezzi italiano, secondo le stime dell'archivio nazionale della Direzione Generale per la Motorizzazione.

    Andando più nello specifico, nella Tuscia l'ipotetico stop coinvolgerebbe esattamente 37.859 mezzi appartenenti alla categoria Euro 3 o inferiori, ovvero il 16,5% delle auto potenzialmente in circolazione. In questa particolare classifica, davanti a Viterbo si trovano al primo posto Roma(345.563 veicoli), poi Latina (65.233), Frosinone (63.549) e ultima Rieti (17.961).

    E' forse anche per questo che in tutta Italia sta crescendo il numero di auto elettriche acquistate. Secondo i più recenti dati Aci (Automobile Club Italia), nel Lazio la provincia in cui ci sono più auto elettriche in circolazione è Roma (1.014), seguita da Latina (28), Frosinone (18), Viterbo (11) e Rieti (8).

  • Nov 16, 2018 3:41:11 PM
    2018-11-16

    VETRALLA - Tra lacrime ed incredulità, il 14 novembre il Comune di Vetralla e l'Ater hanno consegnato, agli aventi diritto, 5 alloggi popolari, di cui 3 a Vetralla (2 in Via Fratelli Cervi e 1 in Via Alessandro La Marmora), e 2 a Cura, in Via Aldo Moro.

    Gli uffici comunali competenti hanno effettuato una ricognizione degli appartamenti liberi, hanno redatto una graduatoria, verificato i titoli ed i requisiti ed, infine, assegnato gli alloggi a soggetti aventi diritto inseriti in graduatoria da anni. Nello specifico una delle famiglie assegnatarie era in graduatoria da oltre 30 anni, una da 20 anni, due da 10 anni e una da 5 anni.

    I Servizi Sociali comunali stanno inoltre effettuando ulteriori riscontri e verifiche tra i nominativi degli assegnatari e dei relativi nuclei familiari indicati dall'Ater ed i dati anagrafici e catastali, in modo da verificare la corrispondenza e la correttezza nonché il possesso dei requisiti dell’assegnatario di ciascun alloggio. Il fine è quello di assegnare ulteriori alloggi liberi, per soddisfare le legittime esigenze di molte famiglie in difficoltà.

    L’Amministrazione Comunale ha scelto la strada della trasparenza per l’assegnazione degli alloggi, piuttosto che quella dell’assegnazione d’urgenza.

    Amministrazione Comune Vetralla 

  • Nov 16, 2018 3:31:07 PM
    2018-11-16

    ORTE - Il 14 novembre abbiamo partecipato come auditori al consiglio straordinario tenutosi in relazione alla richiesta di una fermata AV presso la stazione di Orte.

    Come è noto il consiglio ha approvato all'unanimità di richiedere a Trenitalia la fermata a Orte dell'AV. Abbiamo apprezzato l'intervento dei consiglieri di Orte che hanno ricordato i disagi che ormai quotidianamente i pendolari subiscono. È stato inoltre evidenziato il problema del pagamento della sosta al parcheggio di Molegnano, solo tramite moneta.

    Auspichiamo che quanto detto dall'assessore Mobilità Regione Lazio sul controllo del rispetto del contratto di servizio con Trenitalia, a salvaguardia del diritto alla mobilità dei pendolari della stazione di Orte, sia costante e continuo. Ringraziamo tutti i politici intervenuti che hanno comunque ricordato i pendolari e i loro problemi.

    Apprezziamo che si sia contestualmente contattata Trenitalia, grande assente, per concordare un incontro con una delegazione dei presenti e formalizzare l'avvio di lavori e studi di fattibilità sulla fermata dell'AV a Orte.

    Auspichiamo la stessa disponibilità di Trenitalia anche per analizzare e cercare di risolvere le problematiche sempre più frequenti dei cosiddetti treni pendolari. Chiediamo cortesemente al sindaco, di farsi parte diligente e di convocare un Consiglio comunale straordinario avente all'ordine del giorno le molteplici problematiche dei pendolari. Auspichiamo inoltre che, al Consiglio comunale, oltre a Trenitalia e RFI, vengano invitati anche i sindaci dei comuni limitrofi e che si svolga in un posto facilmente accessibile, come la stazione di Orte, per permettere ai pendolari di assistere.

    Comitato Pendolari Orte

  • Nov 16, 2018 2:56:47 PM
    2018-11-16

    CIVITA CASTELLANA - Sabato 10 novembre si è giocata la quinta giornata di campionato per la Terza categoria, il girone di Viterbo è molto equilibrato e ci sono 9 squadre con soli 3 punti di differenza tra la prima e l’ultima. L’FC Sasacci ha ospitato il Real Graffignano.

    La partita inizia subito con un tiro ad incrociare di Molinari, ma la palla colpisce la traversa ed esce. Il goal arriva poco dopo, con un lancio di Pantani dalla difesa per lo stesso Molinari, che davanti al portiere stoppa e segna di precisione colpendo il palo interno. Al 15” circa, assist di Molinari per Macino che si gira in area e realizza la seconda rete. Il 3 a zero arriva da un’azione di Del Torto che salta il difensore in area e di piatto non sbaglia.

    Nel secondo tempo è Camerlengo, giocatore storico del Sassacci, che dentro l’area dopo aver ricevuto il pallone, si gira e segna un bel goal. Successivamente una punizione da circa 25 metri viene trasformata da Del Torto che realizza la sua prima doppietta in campionato. Nel finale, il portiere del Real Graffignano para un rigore a Belfi, evidentemente ancora in recupero dall’infortunio. Finisce 5 a 0 per i padroni di casa.

    Tre punti importanti che portano il Sassacci al primo posto insieme all’Atletico Monterano, sconfitto a Caprarola per 4-1 rimanendo a 12 punti. Settimana prossima, dopo la pausa del 17 novembre, il Real Graffignano ancora a zero punti affronterà proprio il Virtus Caprarola, mentre il Sassacci andrà ad affrontare fuori casa lo Sport Blera.

    Il Campionato riprenderà Sabato 24 e domenica 25 novembre.

  • Nov 16, 2018 11:30:49 AM
    2018-11-16

    MONTALTO DI CASTRO – “Una lezione formidabile non con le parole ma con la vita”. Così la Dirigente dell’Istituto “G.Grassi Gradoli”, Grazia Olimpieri, al termine del secondo incontro sul territorio montaltese, suggella la 24a tappa di SuperAbile.

    Il progetto, nato a Bassano Romano, ideato e fondato dal consigliere comunale Alfredo Boldorini, con il supporto di Fortunata Scarponi e Alessandra Mosci e che vede protagonisti tre giovani ragazzi viterbesi amputati Lorenzo Costantini (27enne di Vetralla), Chiara Bordi (18enne di Tarquinia) e Marzia Viola (39enne di Montalto di Castro), più Chantal Pistelli McClelland, modella e consulente d’immagine, affetta da aplasia dalla nascita, referente del progetto a Pisa, dopo il plesso di Pescia Romana, ha trovato il favore anche nella scuola di Via Giulio Cesare.

    Davanti alla Dirigente Grazia Olimpieri ed al corpo docente (con Chiara Bordi e Chantal Pistelli McClelland impegnate nelle rispettive trasferte), alla presenza dell’assessore alla cultura Silvia Nardi ed all’assessore alle politiche sociali Emanuela Socciarelli, in rappresentanza dell’Amministrazione comunale del sindaco Sergio Caci, Lorenzo Costantini e Marzia Viola hanno coinvolto, nelle cinque ore di incontro, i duecento studenti in modo a dir poco empatico.

    Non sono mancati momenti di commozione. La testimonianza dei due ragazzi viterbesi ha fatto centro anche in riva al tirreno, arrivando dritto al cuore dei ragazzi, i quali, totalmente presi dai contenuti dell’incontro, hanno dispensato a Lorenzo e Marzia domande e curiosità fino alle 14.

    ''Un sentito ringraziamento – ha proseguito al dirigente del Grassi Gradoli” – all’associazione SuperAbile che ha regalato a tutti noi, adulti e ragazzi, una lezione formidabile, non con le parole ma con la vita. La forza di Lorenzo ed il sorriso di Marzia ci resteranno dentro a lungo. Il loro esempio – ha continuato Grazia Olimpieri – è un grande messaggio di coraggio per tutti noi: la vera avventura non è quella di accettare sfide futili e pericolose di lasciarsi tentare dalle suggestioni della droga o dell’alcool. La vera avventura è vivere la vita ed il vero coraggio è quello di affrontarla ogni giorno''.

    Caloroso l’abbraccio anche da parte del nutrito corpo docente.

    ''La lezione più grande di SuperAbile – ha puntualizzato il professor Puri –, sulla base dei racconti di Marzia e Lorenzo, è stata quella di capire che la normalità è un privilegio di cui non ci rendiamo conto. Domani mattina scendete dal letto – ha detto, rivolto ai giovani studenti – e posando i piedi a terra riflettete, perché non è scontato riuscire a farlo!''

  • Nov 16, 2018 11:26:33 AM
    2018-11-16

    VITERBO - Riceviamo e pubblichiamo dalla Rete di studenti medi Viterbo:

    Giù la maschera. L’abbiamo gridato oggi in piazza. Più di 300 studenti hanno sfilato per le strade di Viterbo.

    Tedee, dichiara: ''Chiediamo che questo Governo metta giù la maschera sui fondi in istruzione. Non è accettabile che si promettano investimenti per fare propaganda, ma che allo stesso tempo il Ministro dell’Istruzione dica che 'bisogna scaldarsi con la legna che si ha', e che pochi giorni dopo saltino fuori 29 milioni di euro di tagli: 14 sulla scuola, 15 sull’università''.

    Abbiamo manifestato per ribadire che cambiare il nome e ridurre le ore di alternanza non risolverà il problema dello sfruttamento! E i 56 milioni ''risparmiati'' col taglio delle ore, dove finiranno? Diciamo basta alla propaganda sulla pelle degli studenti!

    La manovra ''Scuole Sicure'' spaccia per sicurezza l’installazione delle telecamere e i cani antidroga fuori dalle scuole: ma a ''spacciare morte'' gli edifici pericolanti in cui studiamo. La scuola sicura è quella che non ci crolla in testa!

    Poi c’è il Decreto Sicurezza di Salvini, che fa leva sull’incertezza delle nostre vite per criminalizzare lo straniero e offende il concetto stesso di cittadinanza: no al razzismo mascherato da legge!

    Roberto Tedeschini, Segretario Provinciale della Rete degli Studenti Medi, dichiara: ''Giù la maschera sul diritto allo studio. Ogni anno paghiamo migliaia di euro in libri, trasporti, materiale. Chi non li ha, lascia la scuola: sono 150mila gli studenti che ogni anno abbandonano. E in Italia, nella giornata internazionale del diritto allo studio, si preferisce fare condoni agli evasori fiscali anzichè stanziare fondi per creare una Legge Nazionale sul diritto allo studio''.

    Alla fine della manifestazione una delegazione di Rappresentanti delle scuole della provincia sono salite in Prefettura insieme al Presidente della Provincia Pietro Nocchi per consegnare al Dott. Geraci un lettera rivolta al governo con le nostre rivendicazioni. La Provincia si è presa l’impegno di risolvere i problemi delle singole scuole che abbiamo segnalato chiedendoci un ulteriore incontro con i Rappresentanti e ha manifestato essa stessa la necessità di investimenti da parte del Governo in favore delle Province per il miglioramento delle scuole e la realizzazione di nuovi edifici scolastici.

    Non siamo più disposti ad aspettare.

    Non siamo più disposti a credervi.

    Non è questo il cambiamento.

    Giù la maschera!

  • Nov 16, 2018 11:23:31 AM
    2018-11-16

    ACQUAPENDENTE - Riceviamo e pubblichiamo da Comune di Acquapendente:

    ''Con una certa sorpresa abbiamo appreso da alcuni organi di informazione che il Ministero delle Infrastrutture avrebbe intenzione di avviare la progettazione di una diga che dovrebbe essere costruita sul fiume Paglia, all’altezza di Torre Alfina, come pubblicamente annunciato da Erasmo D’Angelis, Segretario generale dell'Autorità di distretto idrografico dell'Italia centrale.

    Il Comune di Acquapendente non è mai stato informato dell’iniziativa.

    Dal punto di vista del metodo è inaccettabile che opere di questa portata vengano incautamente annunciate, senza avere sentito le istituzioni che rappresentano il territorio interessato.

    Sul fiume Paglia recentemente è stato attivato, insieme agli altri enti locali afferenti al bacino idrografico, un “Contratto di Fiume” che già si è posto il problema idrogeologico, non sganciato da altre problematiche relative alla valorizzazione del territorio.

    Non tener conto di questo prefigura un atteggiamento prevaricatore che non aiuta una corretta e responsabile programmazione.

    Nel merito, non conoscendo niente, è impossibile esprimere un’opinione compiuta.

    Non siamo esperti di idrologia ma l’idea che le alluvioni di Roma dipendano unicamente dalle piene del Paglia ci sembra un po’ bizzarra, dal momento che il Tevere ha anche altri affluenti, molto più vicini alla capitale e con portate superiori. Comunque rimaniamo in attesa che qualcuno ce lo dimostri.

    Accertato questo, non è poi detto che le comunità locali siano favorevoli alla realizzazione dell’opera, le cui caratteristiche peraltro non sono ancora note.

    Ci sono valutazioni da fare, prima di tutto di tipo ambientale, perché l’opera sarebbe realizzata su un’area il cui valore naturalistico è riconosciuto da normative regionali, nazionali ed europee che impongono una particolare tutela.

    Poi sono necessarie anche altre valutazioni ma aspettiamo di conoscere le caratteristiche della proposta. Immaginiamo che uno studio e un’ipotesi progettuale preliminare già ci siano e chiediamo di conoscerle.

    Se non c’è neanche questo, l’annuncio di D’Angelis, oltre che incauto e irrispettoso nei confronti degli enti territoriali e delle popolazioni locali, ricadrebbe nella categoria del grottesco''.

  • Nov 16, 2018 11:09:22 AM
    2018-11-16

    RONCIGLIONE - ''Ronciglione torna ad essere tappa privilegiata per il passaggio di prestigiose auto storiche e sportive. Il nostro paese è ormai da 25 anni nella tradizione della famosa Mille Miglia e sono sempre più numerosi i club motoristici che scelgono di attraversare il centro storico di Ronciglione ed il Lago di Vico per i loro raduni ed itinerari. Ringraziamo il rinomato Delta Virus Club per aver organizzato qui il suo raduno d'autunno, saremo pronti ad accogliere le autovetture con i prodotti del nostro territorio e le bellezze dei nostri paesaggi'', ha commentato il sindaco, Mario Mengoni.

    Domenica 18 novembre il Lago di Vico sarà scenario d'eccezione del 15° Raduno d'Autunno Delta Virus Club, riservato alle vetture Lancia Delta Integrale provenienti da Roma e dal centro Italia. La Lancia Delta Integrale è la versione sportiva della Lancia Delta, progettata per partecipare al Campionato del mondo rally, campionato in cui ha gareggiato dal 1988 al 1993 ottenendo 5 titoli mondiali rally costruttori e 35 vittorie in gare di Campionato del Mondo Rally.

    La manifestazione, patrocinata dal Comune di Ronciglione ed organizzata dall'Istituzione Comunale Turismo e Promozione territoriale, prevede che le vetture si ritrovino alle ore 9 presso l'area del distributore EnerPetroli (via Cassia Cimina Km.18,600) per le iscrizioni e la colazione. Alle ore 10 la partenza per il giro turistico denominato ''DeltaGiro'' intorno al Lago di Vico.

    Al termine del giro, intorno alle ore 11, le vetture arriveranno in piazza Principe di Piemonte ''La Pace'', dove sosteranno per 30 minuti e saranno accolte dai rappresentanti dell'Amministrazione Comunale e dell'Istituzione Comunale al Turismo. Qui, i piloti saranno omaggiati dei prodotti tipici locali offerti dalle aziende ''Assofrutti'' di Caprarola e ''Azienda Agricola Biologica Ca'Bella'' di Canale Monterano.

    Alle ore 11.30, dopo il controllo a timbro sulla tabella di marcia per attestare il passaggio da Ronciglione, proprio come avviene con la Mille Miglia, le vetture proseguiranno il loro tragitto per ritrovarsi di nuovo all'area distributore EnerPetroli intorno alle 12.30, dove si svolgeranno le premiazioni ed il pranzo. ''Ringraziamo vivamente l'Amministrazione Comunale, la Polizia Locale e l'Istituzione Comunale Turismo e Promozione territoriale di Ronciglione'', ha dichiarato il Delta Virus Club.

    ''Si tratta di un'altra iniziativa tra le numerose proposte dall'Istituzione Comunale al Turismo di Ronciglione – ha dichiarato il presidente Pietro Lazzaroni - il secondo raduno di auto organizzato da noi dopo il Circuito dei Tre Laghi dei mesi scorsi. Tutti gli equipaggi che transitano nella nostra cittadina potranno ammirare le bellezze naturali ed artistiche del territorio, un'ottima via di promozione turistica con un'eco regionale e nazionale. Prossimo appuntamento il 7 e 8 dicembre con le giornate nazionali Admo 'Un panettone per la vita', progetto coordinato da Francesca Zucchini, del comitato organizzativo, al quale l'Istituzione ha aderito sostenendo la vendita dei panettoni in piazza del Comune, insieme all'Admo regionale''.

  • Nov 16, 2018 11:05:43 AM
    2018-11-16

    RONCIGLIONE – ''Tutelare il Lago di Vico attraverso azioni di monitoraggio dello stato di salute delle acque, con il potenziamento dei controlli fitosanitari e sull'utilizzo dei fitofarmaci, nonchè la promozione di pratiche agricole ecocompatibili''. E' questo, in sintesi, il contenuto di un'interrogazione dei consiglieri M5s del Lazio.

    ''Abbiamo chiesto alla Giunta Zingaretti di fare chiarezza, soprattutto dopo l'accordo con la Ferrero del 2015 che, se da un lato ha rappresentato un'opportunità per il comparto agricolo, dall'altro ha previsto un uso intenso del territorio per la produzione di nocciole - dichiara la consigliera 5stelle Silvia Blasi, prima firmataria dell'atto - La coltivazione del nocciolo presenta problematiche legate alla natura delle monocolture, quali la piantagione ravvicinata, l'erosione del suolo e la perdita di diversità e qualità del suolo. Lo dimostrano i controlli effettuati dai carabinieri della forestale che, negli ultimi mesi, hanno elevato multe agli agricoltori che usavano fitofarmaci senza il rispetto delle regole. Un rischio che potrebbe aggravare ulteriormente lo stato di salute del Lago di Vico, già peggiorato negli anni come si legge nell'Aggiornamento al Piano di Tutela delle Acque che lo ha declassato dal livello 3 del 2007 all'attuale 2''.

    Conclude la consigliera Blasi: ''Abbiamo già potuto constatare in Commissione Agricoltura e Ambiente, proprio in sede dell'esame degli emendamenti al Piano di Tutela delle Acque, come per questa maggioranza gli interessi dei privati vengano prima della tutela di un Bene comune e vitale come l'acqua. Mi auguro che, almeno per il Lago di Vico, si arrivi a definire azioni più stringenti per la tutela delle sue acque''.

  • Nov 17, 2018 5:24:36 AM
    2018-11-17

    VIGNANELLO – Un bottino di pochi spicci, quello dei ''ladri di merendine'' intrufolatisi di notte a scuola.

    L’episodio è avvenuto la sera tra il 14 e il 15 novembre. Ancora ignoti i responsabili del piccolo furto commesso all’interno dell’edificio scolastico dell’istituto comprensivo ''Flacone e Borsellino'' di Vignanello sito in via Donatori di sangue.

    I ''ladri di merendine'' si sarebbero intrufolati senza problemi negli ambienti della scuola, sede della presidenza e delle segreterie, e frequentato ogni giorno dai ragazzi della secondaria di primo grado. I responsabili del furtarello non avrebbero infatti incontrato alcuna difficoltà nell’introdursi a scuola dato che sarebbero entrati da una porta rimasta probabilmente aperta dalla mattina.

    Una volta all’interno i ladruncoli avrebbero divelto il distributore di caffè per prelevare i soldi al suo interno. Ma il loro è stato un furto di piccola, anzi piccolissima entità dato che, da quanto si apprende, sarebbero riusciti a portare via soltanto pochi spicci. A parte questo scarso bottino nient’altro è stato portato via dall’edificio scolastico, ne computer ne altri oggetti di valore.

0 comments