Feed Details

  • ViterboNews24
  • News
  • ViterboNews24 offre le sue notizie e le informazioni in tempo reale.
    • 1047 visite
    • Ultimo aggiornamento 15 luglio 2015
  • Source: viterbonews24.it

Feed Tags

Other Feeds

Tarquiniese Cornetano's Feeds

Viterbo News 24

Published: Mar 23, 2019 9:11:29 AM
Quotidiano online di Viterbo
  • Mar 23, 2019 6:01:12 AM
    2019-03-23

    di Antimo Verde

    VITERBO - False immatricolazioni, contachilometri taroccati ed evasione su auto di lusso, in aiuto degli ignari clienti raggirati dal sodalizio criminale sgominato nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Pordenone arriva l'Associazione Codici.

    È di ieri la notizia dell'Operazione ''Cars lifting'' condotta dalle Fiamme Gialle che ha portato al fermo di cinque persone e all'iscrizione nel registro degli indagati di 18 soggetti per reati fiscali, associazione a delinquere,  truffa, falso materiale e ideologico oltre al sequestro preventivo di 5.168.000 euro tra beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie.

    Sono in totale 835 i clienti che sono stati truffati in tutta Italia dal sodalizio criminale: 18 quelli residenti nella Tuscia, per circa 764mila euro. A tendere loro una mano ci pensa adesso ''Codici'', il centro per i diritti del cittadino, l'associazione di volontariato che dal 1987 di batte per la tutela dei diritti dei consumatori.

    ''Alcuni clienti truffati hanno già sporto denuncia – spiega Ivano Giacomelli, segretario nazionale di ''Codici'' – da parte nostra siamo a disposizione di chi è stato raggirato per difenderlo ed aiutarlo a riavere i soldi spesi. In diversi casi, le auto di lusso non sono mai state consegnate, nonostante gli acquirenti abbiano versato l'anticipo o l'intero corrispettivo. In altri, sono state avviate varie trattative per vendere la stessa vettura. Non solo. Le immatricolazioni dei veicoli avvenivano attraverso documentazione falsa ed alcune auto venivano 'ringiovanite' scaricando il contachilometri con dei software appositi. Parliamo di introiti milionari, a cui si aggiunge l'evasione fiscale, quindi non solo i clienti, ma tutti gli italiani che pagano le tasse sono parte lesa in questa vicenda''.

    Gli automobilisti truffati possono contattare lo sportello nazionale dell'associazione al numero 06.5571996 oppure all'indirizzo email segreteria.sportello@codici.org

  • Mar 23, 2019 5:59:57 AM
    2019-03-23

    di Monica Di Lecce

    VITERBO - E' una corsa contro il tempo quella dell'amministrazione comunale per riaprire la piscina e consentire agli utenti di arrivare alla fine della stagione natatoria senza altri stop.

    L'impianto è chiuso da mercoledì, giorno in cui Talete ha proceduto al distacco dell'acqua per bollette insolute. Lo stesso giorno il gestore, l'ati Maco-Larus, ha manifestato la volontà di cedere l’impianto immediatamente al Comune. 

    Per uscire dalla situazione di stallo l'amministrazione comunale sta pensando di intestarsi direttamente le utenze per riaprire in tempi rapidissimi l'impianto.

    ''Se riuscissimo a portare a termine questa operazione - dice il sindaco Arena - già dalla prossima settimana la piscina potrebbe essere riaperta. L'obiettivo è garantire agli utenti di arrivare alla fine della stagione natatoria a giugno''.

    Ma come e con quali risorse?

    ''Gli attuali gestori - spiega il sindaco Arena - dovrebbero garantire ''funzionalità'' degli impianti lo stretto tempo necessario, una decina di giorni circa, a consentire alla Fin (Federazione Italiana Nuoto) di subentrare nella gestione. Una gestione ponte in attesa del nuovo bando''.

    Sul fronte delle risorse, il Comune intende rivalersi sulla fideiussione da 400mila euro sottoscritta dalla Maco - Larus all'inizio della gestione. Una cifra che consentirà di pagare le bollette sulle utenze insolute e garantire la copertura per il periodo di gestione-ponte.

    ''Nel frattempo - dice ancora il sindaco - ho attivato gli uffici per predisporre il bando per individuare il nuovo gestore. Correndo un po', forse potremmo espletare la procedura entro giugno''.

  • Mar 22, 2019 4:02:16 PM
    2019-03-22

    Riceviamo e pubblichiamo

    VITERBO - Ci sono circa 200 milioni di euro che potrebbero essere utilizzati e che invece rischiano di andare dispersi. A tanto ammonta, infatti, il valore complessivo delle innumerevoli monetine da 1, 2 e 5 centesimi in circolazione. Soldi percepiti dall’opinione comune come ''scarto''. Un valore così esiguo, il loro, da restare spesso inutilizzate: le minuscole monete restano spesso in fondo alle tasche o nei borselli.

    In realtà, però, se messe tutte insieme, rappresentano un grande patrimonio. Ha pensato di farlo l’associazione Start Italy con un progetto denominato ''Spicciati'' che ha ottenuto il patrocinio del Ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo con il plauso dello stesso ministro Gianmarco Centinaio, e che mira, appunto, a raccogliere le monetine e riutilizzarle per finanziare, a fondo perduto, nuove imprese nel campo del turismo, della bio economia, dell’industria culturale e creativa, della social innovation e dell’ energia.

    Come Lega Viterbo abbiamo accolto questa iniziativa con estremo favore e grande entusiasmo per il merito che ha di voler centrare un obiettivo concreto ed urgente come quello della creazione di nuovi posti di lavoro, in campi strategici, pensando di farlo senza chiedere sforzi a nessuno. Per creare nuove opportunità economiche, basterà, infatti, lasciare quelle monetine che già oggi, spesso, non utilizziamo, negli appositi contenitori che saranno consegnati alle 56 mila tabaccherie italiane. Saranno queste, infatti, ad effettuare materialmente la raccolta. La cifra raggiunta sarà aggiornata in tempo reale sul sito www.spicciati.it nella massima trasparenza di un processo che sarà anche certificato da una società di revisione.

    Da parte nostra ci auguriamo che la città di Viterbo, come ha già fatto in un’iniziativa analoga promossa a livello locale a cui facciamo il nostro plauso, possa rispondere in modo importante a un’idea che può realmente creare nuova ricchezza, dando una seria opportunità di lavoro ai tanti giovani che si trovano nel nostro paese.

     

    Andrea Micci

    Coordinatore comunale Lega Viterbo

  • Mar 22, 2019 3:50:34 PM
    2019-03-22

    VITERBO - Prima viterbese per ''Basileus, la scuola dei re''. Documentario del regista calabrese e viterbese d’adozione Alessandro Marinelli, sarà presentato oggi alle 18.15 al CineTuscia Village. Ad accompagnare Marinelli, la moglie e montatrice Alessandra Messina. Modera l’incontro Fortunato Licandro. Posti fino ad esaurimento.

    Salutato con favore dalla critica. ''Basileus, la scuola dei re'', racconta senza filtri la vita all’interno della scuola media Federico Fellini nel quartiere di San Basilio.

    Un organismo dove i ritmi sono quelli di un normale istituto ma diversi i fantasmi e le anime che si agitano all’interno, testimoni di una verità spesso taciuta. Aule vuote. Professori in prima linea e bambini cresciuti troppo in fretta.

    Un’idea che nella mente di Marinelli c’era da 7 anni: ''Da quando – racconta - al festival Visioni fuori raccordo ho visto il film di Vittorio De Seta Diario di un maestro. Volevo in qualche modo riprendere la sua idea ed andare a girare in una scuola di periferia romana. Invece di far interpretare i ruoli ad attori che seguivano le direttive del regista, io volevo usare quegli stessi luoghi, ma fare un film di osservazione, anche un po’ antropologico; raccontare la realtà che si vive in un istituto di frontiera''.

    Per la sua valenza educativa e sociale, ''Basileus, la scuola dei re'' sarà proiettato in diversi istituti italiani e nei prossimi mesi sulle Reti Rai che ne hanno acquistato i diritti oltre che finanziato in parte la produzione.

  • Mar 22, 2019 3:46:15 PM
    2019-03-22

    BARBARANO ROMANO - Il Barbarano si gioca la salvezza mentre il Capranica spera di rimanere al comando della classifica. Una gara particolare vista la rivalità che sempre ha contraddistinto queste due squadre.

    La partita di andata poi, ha creato un precedente infuocato: l'incontro fu infatti sospeso per rissa dal direttore di gara a circa un quarto d'ora dalla fine e con il risultato fermo sullo 0-0.

    Dopo quell'episodio, il giudice sportivo inflisse la vittoria a tavolino per 3–0 a favore del Capranica, squalificando vari calciatori del Barbarano, multando la società e addirittura comminando due daspi.

    Sabato alle 15 le due formazioni si affronteranno in un clima caldissimo per prendersi tre punti pesanti. Il Barbarano potrà contare però sul rientro di Alessio Santoro, un componente storico che in estate aveva deciso di lasciare il calcio, ma che ora è pronto ad aiutare la sua squadre a centrare l'impresa salvezza.

     

  • Mar 22, 2019 3:44:09 PM
    2019-03-22

    VITERBO - Domenica 24 marzo, in occasione della sesta motobenedizione, richiesta dal club motociclistico Desmotuscia, in programma a piazza San Lorenzo, potranno verificarsi, a partire dalle ore 11,30, interruzioni e deviazioni della circolazione veicolare lungo il seguente percorso (in uscita): piazza San Lorenzo, via San Lorenzo, piazza del Plebiscito (ord. n. 133 del 20/3/3019 - Polizia Locale).

  • Mar 23, 2019 6:00:51 AM
    2019-03-23

    di Barbara Bianchi

    VITERBO – Secondo l’accusa della Procura non avrebbe pagato la fornitura del gas per un palazzo, causandone l’interruzione dell’erogazione: amministratore di condominio finisce nei guai per appropriazione indebita.

    Ieri mattina, di fronte al giudice Gaetano Mautone si sarebbero dovuti presentare tutti gli inquilini che nel 2014 sporsero denuncia contro la società di amministrazione: non ce n’è stato bisogno. Il giudice ha infatti deciso di acquisire il documento sottoscritto e di ascoltare come testimone solamente la nuova amministratrice, che subentrò alla vecchia gestione.

    ‘’Posso dire con certezza che di soldi sul conto ce ne fossero – ha spiegato – tutti pagavano con regolarità le spese e le quote condominiali: i bilanci erano sempre approvati. Nessuno ha mai contestato nulla durante le riunioni’’.

    In più, documenti contabili alla mano, sul conto risulterebbero essere stati versati 21mila euro, ma di questi usati solamente 15mila. Rimane dunque da capire dove siano andati a finire gli altri.

    A fare chiarezza penseranno i testimoni che saranno sentiti tra una manciata di settimane.

  • Mar 23, 2019 6:00:28 AM
    2019-03-23

    di Barbara Bianchi

    VITERBO – Sarebbe stata tutta colpa del gatto se sotto il divano dell’appartamento in via Vico Squarano, i carabinieri avrebbero trovato oltre 360 grammi di hashish divisi in panetti. È proprio in quella stanza, infatti, che il felino avrebbe dovuto essere chiuso per non dare fastidio agli uomini dell’arma durante la perquisizione. Proprio quella stanza che la padrona di casa, A.C. si sarebbe affrettata a chiudere a chiave per non far entrare nessuno.

    ''E’ lì che ci siamo insospettiti – ha spiegato in aula, davanti al giudice Gaetano Mautone, il maresciallo Valerio Rutigliano – e così siamo entrati: passato al setaccio ogni angolo del locale, sotto il divano abbiamo trovato la droga''.

    Una sostanza stupefacente, da cui la coppia, finita a processo separatamente, avrebbe potuto ricavare circa 660 dosi da mettere in commercio, e che si sarebbe aggiunta ai cinque bilancini trovati su un mobile della camera da letto e posti sotto sequestro.

    A far scattare la perquisizione a casa della donna, il 6 luglio scorso, l’arresto del compagno di fronte al Sert: ''Sapevamo che G.G. aveva iniziato un’attività di spaccio di fronte ai locali di viale Romiti – ha proseguito il maresciallo – abbiamo aspettato che arrivasse un suo acquirente e lo abbiamo fermato: lui aveva addosso i soldi della vendita e l’altro, nel portafogli, la dose di hashish''.

    Già condannato dal giudice Giacomo Autizi a un anno e mezzo di reclusione e al pagamento di 4400 euro di multa, l’uomo ora si trova in libertà, mentre per la donna è ancora in corso il processo.

    Si tornerà in aula a metà maggio per acquisire la perizia tossicologica sulla sostanza stupefacente e poi per la sentenza.

  • Mar 22, 2019 1:58:50 PM
    2019-03-22

    BAGNOREGIO - Questa mattina il Museo Piero Taruffi di Bagnoregio ha ricevuto la graditissima visita di Mariella Mengozzi, direttore del Museo Nazionale dell’ Automobile di Torino: ad accoglierla, oltre al presidente dell’associazione Fabrizio Verzaro e il Direttore del Museo Flavio Verzaro anche il sindaco Francesco Bigiotti, il vice Luca Profili e l’ assessore alla Cultura Giuseppina Centoscudi. I due Musei sono legati dal nome di Piero Taruffi che alla fine degli anni cinquanta donò il suo Bisiluro alla struttura torinese che ancora lo conserva insieme ad altri mezzi riconducibili alla Volpe Argentata tra i quali la Cisitalia 202 spider MM del 1947 con la quale disputerà la Mille Miglia 2019 l’equipaggio De Angelis – Del Gaudio.

    Mariella Mengozzi che dirige il Museo dell’ Auto dal marzo 2018 dopo avere avuto ruoli importantissimi a livello internazionale quali Retail manager in Walt Disney e in Ferrari e poi Direttore della Business Unit Maranello Experience che comprende il Museo Ferrari di Maranello ha ricevuto oggi la Tessera di Socio Onorario dell’Associazione Piero Taruffi ed ha annunciato davanti alle telecamere di Sky presenti all’ incontro la futura collaborazione con il Museo Taruffi che inizierà con la consegna di alcuni premi speciali realizzati congiuntamente proprio in occasione della rievocazione storica della Mille Miglia 2019.

    Il direttore del Museo Piero Taruffi ha voluto sottolineare la sua grande soddisfazione per questa visita e si è detto fiducioso per gli sviluppi futuri che porteranno allo scambio di documenti e mezzi tra le due strutture espositive; la mattinata si è conclusa con l’ omaggio al Monumento a Piero Taruffi eretto dall’ Associazione di Bagnoregio nel 1992 sulla SS Cassia tra Montefiascone e Bolsena.

  • Mar 22, 2019 1:41:53 PM
    2019-03-22

    VITERBO - Due tifosi della Viterbese sono stati denunciati per alcuni fatti avvenuti fuori dallo stadio nel dopo partita di Coppa Italia tra la squadra di casa e la Ternana, quando sono stati assaliti alcuni automobilisti.

    Alcune persone che transitavano a bordo delle loro autovetture,  nei pressi dello stadio,  sono state aggredite  da parte di alcuni soggetti che  hanno utilizzato anche una cintura con una robusta fibbia metallica. 

    Tale condotta violenta  ha provocato il ferimento di un automobilista  e il danneggiamento di diversi mezzi.

    Le immediate indagini,  condotte dalla Digos che ha sentito di numerosi testimoni ed elaborato i filmati video a disposizione, hanno consentito in breve tempo ai poliziotti di identificare i due  autori della deplorabile condotta.

    Gli stessi, appartenenti alla tifoseria viterbese, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria per i reati di lesioni personali e  danneggiamento.

  • Mar 22, 2019 12:17:49 PM
    2019-03-22

    CIVITA CASTELLANA - Attimi di paura, questa mattina, per un anziano che è caduto dalle scale sbattendo la testa. Sul posto sono prontamente intervenuti i sanitari che hanno trasportato l'uomo in ospedale.

    Sarebbe fuori pericolo e, al momento, non si hanno nuovi aggiornamenti. Solo una distrazione che ha allarmato il vicinato.

  • Mar 22, 2019 12:03:17 PM
    2019-03-22

    VITERBO - E' stato trasportato in Eliambulanza al Gemelli di Roma un bambino che, martedì sera, sarebbe caduto dallo scivolo sbattendo la zona renale. E' rimasto nel reparto di terapia intensiva pediatrica ma sembra essere al momento fuori pericolo. Solamente un trauma e molta paura per il bambino di 10 anni ora spostato di reparto nello stesso ospedale della Capitale.

  • Mar 22, 2019 11:56:13 AM
    2019-03-22

    VALLERANO - Riceviamo e pubblichiamo da CasaPound:

    Incontro avvenuto ieri con con la cittadinanza presso una sala Bigiaretti al completo.

    Si è parlato, con Polidori, dell' annosa questione Talete e di come CasaPound Italia Cimini intende portare avanti, sul territorio, la battaglia per l'acqua pubblica, iniziando dalla richiesta per un referendum comunale a tal proposito.

    Mauro Antonini, responsabile CasaPound Italia per il Lazio, ha invece illustrato, oltre alle future e possibili battaglie a livello regionale, quella che è la visione del movimento della tartaruga frecciata al riguardo, ossia volere una pronta ripubblicizzazione del sistema idrico nazionale.

    Infine l'intervento tecnico e prezioso di Gian Piero Joime, docente universitario, che ha narrato tutta l'evoluzione storica del processo di privatizzazione delle acque in Italia, a partire dagli anni 90 (periodo dove hanno inizio le grandi liberalizzazioni, per mano prevalentemente dei governi di centrosinistra ma non solo) fino ai giorni nostri, di come l'esito del referendum del 2011 sia stato completamente disatteso e di tutte le inefficienze del sistema da quando esso è stato privatizzato.

    Un pomeriggio davvero interessante, anticipatore di quello che sarà l'impegno di CasaPound sul territorio a favore di questa battaglia fondamentale.

     

     

  • Mar 22, 2019 11:40:21 AM
    2019-03-22

    BAGNOREGIO - Essere informati per prevenire e avere diagnosi più immediate su cancro del colon-retto e della mammella. A Bagnoregio, questo sabato 30 marzo, si terrà un importante convegno che mette insieme Asl di Viterbo, Comune di Bagnoregio, Amad, Lilt, Croce Rossa Italiana, Aman, Avis, Inps, Cittadinanza Attiva e Ariboc.

    Un incontro con cittadini, associazioni di volontariato, medici di Medicina Generale, amministratori e operatori sanitari, organizzato dai medici Francesco Cavaliere e Raffaele Macarone Palmieri. 'Cancro del colon-retto e della mammella. Percorsi Diagnostici Terapeutici Assistenziali nella Asl di Viterbo'. L'inizio è previsto per le ore 8,30 presso l'Auditorium Vittorio Taborra.

    Saranno presenti il sindaco Francesco Bigiotti, il direttore generale Asl Daniela Donetti, il presidente FIMMG Viterbo Michele Fiore, il presidente OMCeO Viterbo Antonio Maria Lanzetti e il responsabile della Casa della Salute di Bagnoregio Ivano Mattozzi.

    Franco Bifulco parlerà di 'PDTA: luci e ombre, dove siamo e dove vogliamo arrivare. Quindi alle 10 una prima tavola rotonda sul cancro del colon-retto. Alle 11:15 tavola rotonda sul cancro alla mammella. Alle 12:30 intervento del dottor Abbantangelo su 'I diriti (poco conosciuti) dei malati di cancro'.

  • Mar 22, 2019 11:27:55 AM
    2019-03-22

    CIVITA CASTELLANA - Ladri ancora all'opera a Civita Castellana. Dopo il furto del busto di Ulderico Midossi nel giardino dell'istituto d'arte, prosegue la raffica di atti di vandalismo contro le statue situate nei luoghi pubblici comunali.

    Nei giorni scorsi infatti, ignoti hanno tentato di rubare il busto in terracotta di Don Giuseppe Bodini, posizionato nel parcheggio vicino alla chiesa di San Lorenzo. Il busto ha subito dei danni che, con molta probabilità sono stati causati nel tentativo di rubarlo.

  • Mar 22, 2019 10:37:14 AM
    2019-03-22

    VITERBO - Ripristinati parchimetri in via delle Fortezze e via del Pilastro. Lo comunica l’assessore ai lavori pubblici Laura Allegrini. I due apparecchi sono tornati in funzione questa mattina dopo il disservizio dei giorni scorsi.

  • Mar 22, 2019 10:38:33 AM
    2019-03-22

    TARQUINIA - E' ufficialmente iniziata l'avventura del Movimento civico per Tarquinia. Nato come una contrapposizione al Partito democratico, il Movimento civico ingloberà l'Area sinistri, i Moderati, i riformisti oltre ad associazioni e liberi cittadini.

    L'idea di scegliere come candidato sindaco Maurizio Sandro Conversini nasce proprio dal fatto di cercare di riunire sotto la stessa bandiera tutti i partiti di sinistra. Conversini infatti, già sindaco di Tarquinia dal 1992 al 2002, rappresenterebbe il nome giusto da spendere, data la grande esperienza politica ed amministrativa.

    Una scelta che però non ha trovato il benestare dei dem del Pd. Sembra infatti che sia mancata la volontà di trovare l'accordo dietro al nome di Sandro Celli, sostenendo così la candidatura di Conversini. ''Crediamo che il nostro con Conversini sia un progetto ancora possibile - fanno sapere quelli del Movimento civico per Tarquinia - ed intendiamo continuare a lavorare proprio per questo''.

  • Mar 22, 2019 10:11:40 AM
    2019-03-22

    VITERBO - L'acqua pulita e salubre è una condizione fondamentale per la salute infatti noi siamo l'acqua che beviamo e quella che mangiamo, attraverso i cibi preparati con essa e gli alimenti nei quali essa è costituente preponderante.

    Siamo anche l'acqua che hanno bevuto le generazioni che ci hanno preceduto perché, in forma liquida, gassosa e solida, essa costituisce un ciclo idrogeologico chiuso nel quale gli inquinanti possono penetrare e persistere.

    L'80% circa dell'organismo di un neonato è fatto di acqua mentre di circa il 70% è la parte di acqua in un individuo adulto e con l'avanzare dell'età questa percentuale tende a ridursi.

    L'assunzione di acqua contaminata rappresenta quindi un innegabile rischio per la salute di tutti e a maggior ragione per la salute dei bambini e specialmente nel periodo gestazionale a causa di sostanze che possono essere in essa contenute come i pesticidi, i metalli pesanti, microrganismi patogeni, tossine, PFAS (sostanze perfluoroalchiliche) - etc.

    L'accesso e la disponibilità di acque salubri, pulite e di qualità, sono quindi le condizioni necessarie ed indispensabili per vivere in modo sano e per tutelare e proteggere lo stato di salute di tutte le persone ed in particolare dei bambini e delle generazioni future.

    Nel mondo oltre 2 miliardi di persone non hanno accesso all'acqua potabile e questo compromette fortemente il loro stato di salute in termini di malattia e morte.

    L'acqua è una risorsa non illimitata e la sua disponibilità si sta riducendo anche in Europa e in Italia anche a causa di periodi sempre più prolungati di siccità. L'acqua dolce sulla faccia della terra è infatti circa solo il 3% del totale e dovrebbe essere protetta con il risparmio e la razionalizzazione della sua distribuzione, con la salvaguardia e il risanamento degli ecosistemi e dei bacini idrici utilizzati per approvvigionamento di acque potabili, con il miglioramento del sistema degli acquedotti, del trattamento delle acque reflue e con il loro riciclo, e con concrete politiche di tutela e risanamento ambientale. (https://www.eea.europa.eu/publications/eea-signals-2018-water-is-life)

    Anche nell'Alto Lazio e in particolare per i bacini lacustri di Bolsena, Bracciano e Vico dovrebbero essere posti in essere interventi tesi a preservare gli ecosistemi di questi laghi e quindi le caratteristiche di idropotabilità delle loro acque che riforniscono acquedotti di diversi comuni del viterbese e per quanto riguarda Bracciano anche il Comune di Roma.

    Purtroppo dobbiamo, anche in questa Giornata mondiale dell'acqua, tornare a chiedere una maggiore attenzione ed impegno da parte delle Istituzioni e degli Enti preposti circa le condizioni critiche in cui versano i tre laghi dell'Alto Lazio per diverse situazioni che vanno dall'eccessiva captazione, come per il lago di Bracciano, fino ai fenomeni di inquinamento per inefficienza di sistemi di depurazione e a causa di attività antropiche circumlacuali e in particolare per le coltivazioni intensive delle nocciole come per il lago di Vico e come potrebbe accadere a breve anche per il lago di Bolsena.

    Il tema dei danni al paesaggio, agli ecosistemi lacustri, alla qualità delle acque e quindi alla salute delle persone e più in generale all'ambiente è stato affrontato la scorsa settimana in un convegno dal titolo molto evocativo ' I noccioli del problema', svoltosi ad Orvieto.

    La dottoressa Antonella Litta, referente dell'Associazione medici per l'ambiente- Isde (Internationa society of doctors for the environment) in quella occasione è intervenuta sul tema : ' Tutelare l'ambiente per tutelare la salute: il caso di studio del lago di Vico'.

    L'intervento della dottoressa Litta, ha esposto le cause che hanno portato al grave degrado e all'inquinamento del lago di Vico e che hanno privato da anni della possibilità di un approvvigionamento sicuro e salubre di acque captate dal lago le popolazioni di Caprarola e Ronciglione.

    Nella sua relazione, la referente dell'Isde ha ripercorso anche le drammatiche quanto emblematiche storie di altri bacini lacustri evidenziando la necessità di un rapido abbandono dell'agricoltura intensiva e chimica in favore di una agricoltura senza pesticidi, più sana, naturale, ecologica, rispettosa cioè della composizione e della vitalità dei suoli, della biodiversità e non asservita alle logiche di sfruttamento e profitto delle monocolture.

    Un' agricoltura che non contribuisca ai cambiamenti climatici come fa invece l'agricoltura intensiva e le monocolture, un'agricoltura quindi che non inquini l'aria, l'acqua e il cibo; una agricoltura che sappia riappropriarsi delle conoscenze e dei saperi acquisiti nel corso dei millenni di storia umana, ricominciando a produrre rispettando i naturali cicli della terra e insieme la dignità del lavoro, tutelando così l'ambiente e la salute di tutti a cominciare proprio da quella degli agricoltori e delle loro famiglie.

  • Mar 22, 2019 9:51:41 AM
    2019-03-22

    VITERBO - Dopo il successo degli anni scorsi, torna anche quest'anno la Motobenedizione. Ufficiata da Vescovo di Viterbo Mons. Lino Fumagalli in Piazza S. Lorenzo.

    Ideata dal Club DESMOTUSCIA nel 2014, collabora all'Evento l'Unione Moto Club Viterbese. Appuntamento domenica 24 marzo alle ore 9.00 per il raduno. 

     

  • Mar 22, 2019 9:36:50 AM
    2019-03-22

    VITERBO - Un impegno importante, come la difesa del clima, non può essere assunto solo un giorno all’anno, ma portato avanti con continuità.

    Questo il messaggio che i piccoli alunni dei vari plessi dell’Istituto Comprensivo Carmine hanno ribadito ieri, recandosi a scuola a piedi o in bicicletta.

    I loro genitori, infatti, si sono coordinati per aderire all’iniziativa, lanciata da “Viterbo per i bambini” e collegandosi idealmente a quanto già avvenuto venerdì scorso, quando, in occasione della manifestazione planetaria in difesa del clima, i bimbi delle diverse scuole dell’Istituto, sotto la guida dei docenti, hanno chiesto al mondo degli adulti di “metterci le mani”, adornando le scuole con copie di cartoncino colorato delle proprie manine.

    Ieri, per rafforzare la loro richiesta, molti bambini sono andati a scuola senza usare mezzi inquinanti, ricevendo, ma al contempo anche dando, una importantissima dimostrazione di come ognuno di noi possa, se davvero lo vuole, cambiare letteralmente in meglio il mondo in cui vive, anche con piccole ma fondamentali azioni.

    Gli impegni “civici e civili”, per i bimbi dell'Istituto Comprensivo Carmine, non sono finiti con la passeggiata mattutina: a questa bella iniziativa ne hanno infatti affiancata un'altra degna di nota. Nella XV settimana d'azione contro il razzismo, organizzata dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, si sono resi protagonisti, insieme alle loro insegnanti, di varie iniziative e flashmob, unendosi in grandi circoli con maschere realizzate da loro stessi o rappresentando i loro visi all’interno di note su uno spartito, per mandare a tutti un messaggio importantissimo 'ciascuno di noi è unico nella sua diversità'.

    Ringraziamo tutte le docenti dell'Istituto Comprensivo Carmine, i genitori e, soprattutto, i piccoli alunni che ogni giorno con il loro impegno ci danno la speranza per un futuro migliore.

  • Mar 22, 2019 9:20:02 AM
    2019-03-22

    CANINO - Approvato il bilancio di previsione del comune di Canino 

    Riguardo la Cosap sono state riviste le zone per l’applicazione della tassazione, da tre sono state ridotte a due , una zona urbana ed una extraurbana .

    Si è cosi provveduto a creare una tassazione unica per tutto il paese togliendo le penalizzazione previste precedentemente per il centro storico.

    E’ stata prevista anche una tariffa fissa per i mercatini ed eventi straordinari nonché la spunta al mercato settimanale facilitando la riscossione da parte del personale incaricato.

    Il regolamento sulla tassa rifiuti è stato oggetto di revisione in particolare per le strutture extralberghiere ed agriturismi in applicazione delle pronunce della Cassazione e della Corte Costituzionale che evidenziano illogicità per l’equiparazione alle strutture alberghiere in quanto trattasi di immobili a destinazione urbanistica abitativa.

    Le tariffe sulla tassa rifiuti subiscono un lieve aumento per effetto del piano economico finanziario che tiene conto dei fabbisogni standard ma anche dei nuovi costi derivanti , in particolare, dal conferimento alla discarica dei rifiuti per l’indifferenziato.

    Nessun aumento per IMU e TASI.

    Nota positiva, dopo l’approvazione di tutte le deliberazioni propedeutiche al bilancio di previsione , e’ l’applicazione dell’avanzo vincolato che grazie alla nuova normativa permette di impegnare 322.970,02 eu alla previsione 2019 che riguarderà tra l’altro interventi di urbanizzazione e manutenzione straordinaria in zona 167, costruzione ampliamento cimiteriale, ampliamento ed adeguamento isola ecologica per la parte comunale, spese per la progettazione definitiva ed esecutiva nelle zone a rischio sismico.

    La scadenza del bilancio consente alla amministrazione Comunale di accelerare gli obiettivi utili per la comunità non solo le opere pubbliche previste per il 2019 di cui la posta maggiore è rappresentata dalla riqualificazione della rupe tufacea per circa 2.000.000 di eu, ma anche interventi di minore entità e che risultano strategici.

    Di rilievo e di prossima attuazione entro aprile 2019, la sostituzione di lampade nel centro storico che permettono risparmio ed efficientamento energetico, manutenzione straordinaria di diverse strade cittadine, riqualificazione e nuova illuminazione nella pineta S. Vito, completamento dei lavori iniziati nel campo sportivo G. Piermattei.

     

  • Mar 22, 2019 9:12:12 AM
    2019-03-22

    Riceviamo e pubblichiamo da Andrea Belli, presidente Ance Viterbo

    VITERBO - Accogliamo favorevolmente la delibera approvata da parte del Comune di Viterbo, che apre la strada al recepimento della legge regionale 7/2017 sulla rigenerazione urbana. Un passaggio che, come Ance (Associazione nazionale costruttori edili), auspicavamo da tempo e che ora confidiamo venga completato in ogni sua parte. La legge regionale è uno dei primi passi per fornire un incentivo al rilancio dell'edilizia in città e di conseguenza per la ripresa e lo sviluppo dell'economia e dell'occupazione a Viterbo e nel suo territorio. Dare applicazione concreta a questa legge significa rendere possibile la razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, la riqualificazione di aree degradate e di tessuti edilizi disorganici o incompiuti, nonché di edifici a destinazione residenziale e non, attraverso interventi di demolizione e ricostruzione, adeguamento sismico ed efficientamento energetico.

    Riqualificazione e rigenerazione sono tra le parole d'ordine dell'edilizia del terzo millennio. La delibera del Comune è soltanto di un primo passo verso la concreta applicazione della legge, in quanto non sono ancora individuati gli ambiti, cioè le zone di applicazione. Invitiamo quindi il Comune di Viterbo a procedere con decisione verso il completo recepimento della legge regionale e a mettere in atto tutto ciò che è nelle sue facoltà per agevolare la ripresa e creare posti di lavoro in un settore chiave dell'economia locale come l'edilizia. Trattandosi di un obiettivo comune, confidiamo in un'ampia convergenza politica e nella massima celerità dell'iter. C'è un patrimonio edilizio che si sta deteriorando e se non fermiamo questo lento degrado, è tutta la città che perde.

  • Mar 22, 2019 9:09:10 AM
    2019-03-22

    CIVITA CASTELLANA - Sono Maurizio Selli del Movimento 5 stelle e Carlo Angeletti della Lega a chiedere chiarimenti all'amministrazione comunale riguardo la piscina comunale. Massimo Ricci, in qualità di direttore dei lavori avrebbe rinunciato.

    Nel cantiere è completato il primo stralcio e appaltato il secondo, ma la rinuncia dell'architetto sarebbe dovuta al fatto che, rispetto alla consegna, l'impresa appaltatrice ha effettuato solamente l'approvvigionamento di ponteggi a terra. Oltre ai chiarimenti è stata richiesta anche una convocazione degli addetti ai lavori.

  • Mar 22, 2019 9:04:34 AM
    2019-03-22

    MONTEFIASCONE - Sono stati rinviati a giudizio gli otto indagati per il caso delle bustarelle in cambio di favori sull'approvazione delle pratiche edilizie nel Comune di Montefiascone. Tra questi c'è il dirigente comunale Angelo Cecchetti, accusato di corruzione e abuso d'ufficio in concorso con altri professionisti che hanno seguito l'iter di approvazione.

    Sono stati rinviati a giudizio nel 2015 per i fatti risalenti al triennio 2008/2011. L'avvocato difensore ha spiegato che agli imputati viene contestato l'iter amministrativo per la questione del rilascio dei permessi. Si tornerà in aula il 9 maggio, quando verrà ascoltati i testi mancanti della difesa ed il 13 giugno si dovrebbe arrivare a sentenza.

  • Mar 22, 2019 8:44:38 AM
    2019-03-22

    VITERBO - Dopo l’incontro dello scorso 9 marzo con il Presidente del Popolo della Famiglia Mario Adinolfi ed il Vescovo Mons. Lino Fumagalli alla presentazione della proposta di legge di iniziativa popolare sul Reddito di Maternità, è proseguita a Viterbo con grande successo la raccolta firme con code di persone ai banchetti predisposti domenica 10 al Murialdo e domenica 17 a Santa Barbara.

    La prossima raccolta si terrà sabato 23 mattina al Sacrario dalle ore 9 alle ore 13, il pomeriggio dalle dalle ore 17 alle ore 19 alla Mazzetta fronte Chiesa di Santa Maria della Grotticella ove proseguirà anche il 24 marzo, domenica, dalle ore 9 alle ore 13.

    E’ possibile inoltre possibile firmare durante l’orario di apertura degli uffici in ogni comune della provincia di Viterbo.

    La proposta del Popolo della Famiglia ha avuto l’appoggio di diversi consiglieri ed assessori comunali di Viterbo intervenuti alla presentazione.

    Ricordiamo che l’indennità di maternità è un contributo economico di 1000 euro mensili per le neo mamme che si trasforma in vitalizio nel caso di nascita di un figlio disabile.

    La proposta ha più obiettivi: riconoscere al lavoro della donna in casa pari dignità, dare la possibilità alle stesse mamme di scegliere se rimanere a casa per accudire i figli, promuovere la maternità ed incrementare la natalità in un paese che sta morendo con gravi conseguenze sullo stato sociale.

    Alla raccolta a Santa Barbara erano presenti il Coordinatore del Lazio Nord Guido Pianeselli, il coordinatore di Viterbo Paolo Baldasarre e il consigliere comunale Gianmaria Santucci.

    Il Popolo della Famiglia sta raccogliendo le firme in tutta Italia ed ha iniziato il tour de force finale per il raggiungimento ai primi del mese di aprile della soglia minima delle 50.000 firme con le quali la proposta può essere depositata in parlamento.

    Poi si continuerà comunque a raccogliere le firme fino ai primi di maggio per la consegna effettiva alla Camera dei Deputati che dovrà avvenire entro il 19 maggio 2019.

     

     

  • Mar 22, 2019 8:41:28 AM
    2019-03-22

    VITERBO - Le previsioni meteo per il fine settimana:

    Viterbo

    Week end all'insegna del tempo staile soleggiato; ampie schiarite sia sabato che domenica, nubi sparse nelle ore serali e nella mattinata del sabato. Temperature comprese tra +4°C e +19°C.

    Lazio

    Week end all'insegna del tempo stabile con ampie schiarite nella giornata di sabato e domenica su tutti i settori; cieli generalmente sereni o al più poco nuvolosi nelle ore serali.

     

    Sole prevalente al Nord nelle ore diurne con tempo stabile, salvo qualche innocuo addensamento al mattino specie su Piemonte e Liguria. In serata e in nottata tempo sempre asciutto su tutti i settori con cieli in prevalenza sereni.

    Tempo stabile sulle regioni centrali con ampi spazi di sereno al mattino e solo qualche addensamento al pomeriggio specie sulle coste dell'Adriatico. Anche in serata e in nottata non sono attesi fenomeni con solo qualche nube alta in transito.

    Giornata all'insegna della generale stabilità al Sud Italia, con sole prevalente al mattino e al pomeriggio salvo qualche innocua nube specie sulla Sicilia. Cieli sereni o poco nuvolosi anche in serata e in nottata con tempo sempre asciutto.

    Temperature in lieve calo nei valori minimi al Sud, massime invece in aumento su tutta Italia.

  • Mar 22, 2019 8:28:35 AM
    2019-03-22

    TUSCANIA - Sabato alle 20,30 appuntamento al PalaMalè di Viterbo per la penultima giornata del girone blu della serie A2 Credem Banca con la Maury’s Italiana Assicurazioni Tuscania Volley che ospita BAM Acqua S. Bernardo Cuneo. I padroni di casa sono alla ricerca di punti per la qualificazione ai play-off serie A e solo una vittoria con l’intera posta in palio potrebbe consentirgli di raggiungere Cisano Bergamasco, sempre che quest’ultima non vada a punti contro Pag Taviano. La prova offerta contro Catania domenica scorsa, vinta al tie-break dagli ospiti dopo che questi erano andati in vantaggio di due set a zero, fa ben sperare soprattutto se Formela e compagni dovessero riuscire a partire subito con la giusta determinazione.

    I piemontesi sono reduci dalla vittoria interna su Olimpia Bergamo, seconda forza del campionato e finalista di Coppa, anche se in questo girone di ritorno hanno continuamente alternato prestazioni eccezionali a partite sottotono. All’andata finì 3/0 con il parziale decisivo chiuso ai vantaggi 27/25.

    La possibile formazione inziale degli ospiti: Cortellazzi - Caio in diagonale, Galaverna - Mazzone in banda, Alborghetti - Dutto al centro, Prandi Libero.

    A dirigere l’incontro i signori Andrea Rossetti e Antonella Verrascina.

    Fischio di inizio: ore 20,30. Diretta Lega Volley Channel.

    Aggiornamenti in tempo reale sui canali social Tuscania Volley

     

  • Mar 22, 2019 1:30:42 AM
    2019-03-22

     di Annamaria Lupi

    VITERBO – Fabrizio Purchiaroni è uscito dal gruppo di Forza Italia. Ha colto tutti di sorpresa il suo annuncio durante il consiglio comunale di mercoledì. Anche se forse qualche segnale avrebbe potuto mettere sull'avviso, visto che già nel corso di varie assisi il consigliere era stato critico nei confronti delle decisioni assunte dall'amministrazione e dalla maggioranza.

    Gli azzurri perdono un esponente. A rappresentare Fi restano in campo Achilli, Bugiotti, Lotti, Muroni e naturalmente il capogruppo Giulio Marini, al quale abbiamo chiesto un commento su quanto accaduto.

    Da politico navigato dichiara: “In questo momento è opportuno riflettere prima di parlare perché le motivazioni addotte avrebbero dovuto essere oggetto di un confronto, di un dialogo. Invece purtroppo siamo stati colti alla sprovvista. Allo stato attuale la cosa migliore è quella di cercare di capire le ragioni, oltre a quelle enunciate in consiglio, capire la realtà. Anche perché sabato abbiamo tenuto una riunione di partito e non è stata manifestata alcuna volontà che lasciasse presagire una tale azione”.

    Purchiaroni però aveva assunto posizioni critiche già in diverse occasioni, aveva manifestato un certo malessere.

    “Un certo malessere lo possiamo manifestare tutti. Palesare malessere è facile, tirare la carretta è più difficile. Per questo dico che è opportuno riflettere e cercare, non a botta calda, di avere un dialogo. Magari successivamente altrimenti si rischia di fare danni e basta. Però io sono dell'avviso, e l'ho detto anche durante la riunione, che spingere il carro è molto più arduo che stare a guardare e vedere gli altri che faticano. E questo è un monito per tutti. Poi può darsi pure che ci siano fantini, cocchieri, cavalli che non sono all'altezza però prima bisogna tentare di aiutare il carro che fatica, e non solo per motivi politici. Quando vedi che non hai risorse, che ci sono delle difficoltà per dare un cambio di passo è evidente che i problemi esistono. Un uomo come me, che ha un'esperienza politica ed amministrativa, aveva messo in conto una situazione del genere. Ma non per questo mi sono sottratto o non ci ho messo la faccia. Io la faccia ce la metto ma voglio cambiare, cercare di imprimere una volontà diversa. Speriamo di riuscirci”.

    In questi 10 mesi però i problemi non sono mancati, forse si aspettava di vedere qualcosa di più.

    “E' vero, i problemi ci sono stati. Però non è creandone altri che si risolve la situazione, si sommano. Anche io volevo vedere cose migliori: una città più decorosa, una pavimentazione diversa, tutte le mura del centro storico restaurate, un cielo azzurro. Però io credo che il sindaco Arena, anche se su Facebook si mostra in tutte le sue forme, non possa essere scambiato per la Fata turchina. Non esiste una bacchetta magica che possa risolvere in un sol colpo tutte le problematiche”.

    “Questa mia riflessione – prosegue Marini - non è di contrasto con Purchiaroni però non posso dare la colpa ai miei consiglieri. Al momento è anche inappropriato affrettarsi nella valutazione degli assessori perché è troppo breve il tempo intercorso dall'inizio del mandato”.

    L'uscita di Purchiaroni dal gruppo può creare problemi di equilibri in giunta o nelle commissioni? E con gli alleati del centrodestra?

    “Per quanto lo riguarda, da quello che ha dichiarato, non credo. Rispetto alla coalizione ricominciare un'altra volta a discutere sui numeri, ricreare un'impasse sarebbe veramente segno di immaturità. E su questo ho già dichiarato che se lo scenario dovesse essere quello di continuare a discutere sulla base di personalismi sarebbe bene non dimettersi dal gruppo ma andarsene proprio. Ci abbiamo messo la faccia e dobbiamo tutelarla con il lavoro e l'impegno”.

  • Mar 22, 2019 1:30:49 AM
    2019-03-22

    di Antimo Verde

    VITERBO -  False immatricolazioni, contachilometri taroccati ed evasione su auto di lusso, nella Tuscia truffate 18 persone per 764.300 euro. È quello che emerge dall'operazione ''Cars lifting'' condotta nei giorni scorsi dalla Guardia di Finanza di Pordenone che ha portato al fermo di cinque persone e all'iscrizione nel registro degli indagati di 18 soggetti accusati di aver messo in piedi un vero e proprio sodalizio criminale operante in tutta Italia nella vendita online di autoveicoli di pregio di marca tedesca, attraverso delle società con sedi legali fittizie a Roma e Palermo.

    Le indagini dei militari, durate quasi due anni, hanno portato alla scoperta di una maxi evasione fiscale di 30.572.000 euro, che avveniva attraverso società ''schermo'' intestate a prestanomi, e introiti illeciti pari a 2.150.000 euro, frutto dei versamenti di ignari clienti che acquistavano autoveicoli che non gli venivano però mai consegnati. In aggiunta, le auto commercializzate ''risultavano sistematicamente subire una riduzione del chilometraggio – dal 50% al 70% di quello reale – agendo sul software e sulle centraline elettroniche dei mezzi'', scrivono in una nota le Fiamme Gialle.

    ''Grazie ad alcune agenzie di pratiche automobilistiche colluse – proseguono i militari – l'organizzazione riusciva, in alcuni uffici della Motorizzazione civile, a sottrarsi alle disposizioni di legge antievasione che non consentono l'immatricolazione di veicoli usati di provenienza comunitaria senza il preventivo assolvimento degli obblighi di versamento dell'Iva. Le immatricolazioni venivano effettuate con modalità truffaldine, mediante la presentazione di documentazione ideologicamente falsa e producendo una firma contraffatta degli ignari acquirenti''.

    Sono in totale 835 i clienti che sono stati truffati in tutta Italia: 18, come detto, quelli residenti nella provincia di Viterbo. Il giudice delle indagini preliminari di Udine ha emesso il provvedimento di arresto per i tre soggetti ai vertici dell'organizzazione – residenti ad Anzio, Nettuno e Pordenone – e l'obbligo di dimora per i due principali gregari. Il gip, inoltre, ha disposto il sequestro preventivo tra beni mobili, immobili e disponibilità finanziarie di  5.168.000 euro.

  • Mar 21, 2019 6:13:39 PM
    2019-03-21

    Riceviamo e pubblichiamo

    VITERBO - “Ieri abbiamo approvato in consiglio comunale un provvedimento molto atteso. Una delibera che si riallaccia alla legge regionale riguardante le disposizioni per la rigenerazione urbana e il recupero edilizio. Ora può iniziare a prendere forma quel progetto che consentirà una serie di interventi, tra cui la riqualificazione di zone depresse della nostra città. Un provvedimento che, ne sono certo, contribuirà fortemente al miglioramento del contesto urbano e, al tempo stesso, fornirà una risposta all’intero settore edilizio”.

    Queste le parole del sindaco Giovanni Maria Arena a seguito dell’approvazione della delibera sulla rigenerazione urbana e sul recupero edilizio che recepisce la legge regionale n. 7 del 18/7/2017 della Regione Lazio.

    Nel documento si parla, tra l’altro, di razionalizzazione del patrimonio edilizio esistente, di recupero delle periferie, di riqualificazione delle areee urbane degradate e delle aree produttive, con presenza di funzioni eterogenee e tessuti edilizi disorganici o incompiuti, nonché di complessi edilizi e di edifici in stato di degrado o di abbandono, o dismessi, o inutilizzati o in via di dismissione o da rilocalizzare.

    Si parla inoltre di limitare il consumo di suolo, di adeguamento sismico, di efficienza energetica, di favorire la mobilità sostenibile, potenziando quella su ferro.

    “La legge regionale del 2017 – ha aggiunto l’assessore all’Urbanistica Claudio Ubertini – prevede la possibilità di eseguire interventi di tipo urbanistico e di tipo edilizio. L’approvazione di questa delibera da parte del consiglio comunale rappresenta l’inizio di un percorso. Seguirà una seconda fase che riguarda la definizione degli ambiti territoriali di riqualificazione e recupero edilizio. Prima però dovrà esserci un altro passaggio, quello del dialogo. Per questo ho intenzione di incontrare associazioni di categoria, ordini professionali e rappresentanti del comparto imprenditoriale edilizio. Ci auguriamo che l’approvazione di questo importante strumento dia un po’ di respiro all’imprenditoria locale e al tempo stesso crei sull’intero territorio comunale il giusto equilibrio tra residenza, spazi funzionali e servizi necessari”.

  • Mar 21, 2019 5:48:56 PM
    2019-03-21

    VITERBO - Gli Agenti della D.I.G.O.S. della Questura di Rieti hanno denunciato in stato di libertà due tifosi della viterbese: P.S., del 1994 e L.C.A., del 1982, resisi responsabili del lancio di un sasso all’indirizzo delle Forze dell’Ordine e di tifosi reatini, durante l’incontro di calcio “Rieti – Viterbese”, svoltosi lo scorso 3 marzo presso lo Stadio Manlio Scopigno di Rieti.

    Nei giorni successivi allo svolgimento di ogni evento calcistico di lega professionistica viene effettuata una mirata attività di monitoraggio e visione di filmati finalizzata a verificare eventuali comportamenti penalmente rilevanti da parte delle tifoserie.

    Nell’ambito di tale attività, è emerso, dall’esame delle registrazioni video realizzate dal personale della Polizia Scientifica e dai sistemi di videosorveglianza presenti all’interno dello stadio reatino, che, nel corso dell’intervallo dell’incontro di Lega Pro “Rieti – Viterbese” del 3 marzo scorso, due tifosi avevano lanciato un sasso dal settore ospiti in direzione di alcuni tifosi reatini che si stavano recando al PalaSojourner per assistere ad un incontro di basket della NPC Rieti.

    I due sassi, che non hanno raggiunto i tifosi reatini in quanto troppo distanti, hanno terminato la loro corsa su due mezzi della Polizia di Stato causando delle piccole scalfitture sulla carrozzeria.

    Pertanto, gli uomini della D.I.G.O.S. hanno avviato una mirata attività investigativa finalizzata all’identificazione dei due responsabili. E’ stata, così, acquisita dalla società Rieti Calcio la lista dei 251 tifosi che avevano acquistato un biglietto per il settore ospiti dalla quale sono stati rilevati i dati anagrafici. Successivamente, in considerazione della fascia d’età degli autori, è stato possibile ridurre ulteriormente l’elenco a 53 elementi. Di questi, sono stati controllati tutti i soggetti con precedenti penali specifici. Acquisiti i cartellini fotodattiloscopici, veniva effettuata una comparazione che permetteva di identificare con assoluta certezza i due soggetti responsabili del lancio dei sassi e del danneggiamento delle autovetture della Polizia di Stato.

    Gli Ultras viterbesi P.S. e L.C.A., già noti essendosi resi in passato autori di analoghi episodi, sono stati pertanto denunciati in stato di libertà alla locale Autorità Giudiziaria davanti alla quale dovranno rispondere dei reati di danneggiamento aggravato e di lancio di oggetti nel corso di manifestazioni sportive.

    A carico dei due tifosi identificati verrà, inoltre, avviato il procedimento per l’irrogazione della misura del divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive (DASPO). Il Daspo, che può avere una durata da 1 a 5 anni a seconda della gravità del fatto e/o della pericolosità del soggetto, è un provvedimento emanato dal Questore territorialmente competente con il quale viene inibito di assistere a determinate manifestazioni sportive tassativamente indicate alle persone resesi responsabili di comportamenti, anche penalmente rilevanti, che abbiano determinato turbative all’ordine pubblico.

  • Mar 22, 2019 1:30:59 AM
    2019-03-22

    di Barbara Bianchi

    FABRICA DI ROMA – Sarebbe stata uccisa con un colpo di balestra, scagliato ad una distanza minore di 10 metri, che non gli avrebbe lasciato scampo. E’ morta così Nuvola, il cucciolo di pastore maremmano trovato senza vita dai proprietari all’interno del giardino di casa, a Fabrica di Roma, nel maggio del 2016.

    A finire a processo per quella morte, il vicino, un militare 47enne originario di Roma, al quale sono state sequestrate lame triangolari, una balestra e numerosi dardi. Gli stessi ritrovati nel giardino accanto al corpo straziato di Nuvola.

    E che un uomo, a cui l’imputato in passato avrebbe dato un passaggio, gli avrebbe addirittura visto sul sedile posteriore dell’auto. Così come ieri, sentito come testimone, ha riferito in aula di fronte al giudice Giacomo Autizi,: ''Sono salito sulla macchina di M.M. facendo l’autostop: appoggiata sui sedili c’era questa balestra. Ho subito pensato che non fosse una cosa del tutto usuale''.

    M.M., secondo l’ipotesi della Procura, avrebbe prima ucciso il cucciolo di pastore maremmano, poi si sarebbe vantato dell’impresa su Facebook, minacciando di morte altri animalisti, che per l’occasione avevano anche organizzato una piccola fiaccolata.

    Già condannato per quegli insulti e quelle minacce sul web al pagamento di 500 euro di multa, ieri l’uomo è tornato di nuovo in aula: questa volta per rispondere della morte di Nuvola.

    ''Menomale che è morto, quel cane rompeva solo le palle'' scriveva sui social nel 2016 e ieri, a distanza di tre anni, ha preso parola in aula. ''Adesso mi difendo da solo, dato che qui c'è di mezzo la pelle mia. Ho una relazione che dice che le ferite sul corpo di Nuvola non sono compatibili con le frecce di una balestra. Non c'entrano proprio niente. E' tutto il contrario di quello che ha affermato il perito nominato dal tribunale. Ve lo dimostreremo''. 

    Alla luce di ciò, il suo avvocato ha chiesto al tribunale una nuova perizia balistica per verificare la dinamica dell’uccisione.

    S tornerò in aula ad aprile per lo scioglimento della riserva sui nuovi esami e per ascoltare due testimoni della difesa.

  • Mar 21, 2019 4:45:11 PM
    2019-03-21

    VITERBO - Richiesta dal Comitato per la riapertura della Civitavecchia Capranica Sutri Orte della Ferrovia dei Due Mari e per lo sviluppo economico del Centro Italia, si è tenuta, lunedì scorso, presso la sede della Uil, una riunione alla quale hanno partecipato i dirigenti del sindacato Cgil Cisl Uil e una delegazione del comitato.

    Argomento principale della riunione: come dare impulso allo sviluppo economico e favorire la creazione di lavoro nel viterbese e nel Centro Italia. Ampiamente condivisa l’analisi sulla necessità di infrastrutture per la mobilità, capaci di rompere l’isolamento del viterbese, propedeutiche allo sviluppo. Per scelta e marginalità della politica viterbese, ancora non sono state realizzate e alle esistenti manca la manutenzione o addirittura vengono lasciate nell’abbandono, con la perdita di patrimonio pubblico.

    Molti i temi affrontati a partire dalla Trasversale stradale bloccata e il rischio della perdita dei finanziamenti Cipe, la scarsa manutenzione delle strade, la Cassia, l’Aurelia e i tratti divenuti a pagamento del pedaggio, l’importanza del Porto di Civitavecchia per le merci e per i crocieristi che si prevede nel 2019 saranno oltre 2 milioni e mezzo e di poter convogliare il turismo in tutto il viterbese. E’ stato, inoltre, affrontato il tema dei cambiamenti climatici e la necessità , ormai compresa da tutto il mondo, di ridurre le emissioni nell’atmosfera. La provincia di Viterbo da dati diffusi dall’Istat è una della provincie italiane con la più alta immatricolazioni di auto.

    Per questo è importante il potenziamento delle ferrovie, quali la Roma Capranica Sutri Viterbo dotandola di scambi a 60 km orari, la eliminazione del PL a Viterbo con la realizzazione di un altro sottopasso, la Roma Civitacastellana Viterbo e la lotta da svolgere perché venga mantenuta nella sua interezza, la Viterbo Attigliano Orte, l’Interporto Centro Italia, la fermata dell’alta velocità ad Orte. L’adeguamento delle infrastrutture alle necessità dei meno dotati , la sistemazione delle stazioni e dei servizi ed infine l’importanza della riapertura della Civitavecchia Capranica Sutri Orte, e la creazione dell’effetto rete.

    La realizzazione dell’anello ferroviario Circumcimina, infatti, con il ricollegamento delle linee, che dagli studi fatti dalla Università della Sapienza inseriti nel Piano della Mobilità della Provincia approvato all’unanimità, potrebbe favorire la mobilità ferroviaria per circa 150 mila persone che eviterebbero di servirsi della auto privata, in particolare per visite ambulatoriali nell’unico vero ospedale della Provincia .

    Anche per la Civitavecchia Orte piena convergenza di vedute tra la delegazione del Comitato e i dirigenti sindacali ,la necessità della apertura della tratta Capranica Orte in una prima fase come ferrovia turistica, grazie alla legge 128/2017 approvata dal Parlamento all’unanimità, per poi essere aperta anche al servizio viaggiatori. Quindi l’intera linea da Civitavecchia a Orte a servizio merci e viaggiatori in considerazione dello sviluppo del Porto di Civitavecchia e della necessità del collegamento con Orte e l’Interporto Centro Italia, tra il mar Tirreno e il mar Adriatico, i corridoi del Mediterraneo quali Spagna Barcellona - Civitavecchia -Ferrovia dei Due Mari –Ancona - Croazia, le grandi linee trans europee TEN T.

    Tutto ciò, è stato ribadito, per poter ottenete il riequilibrio del territorio e lo sviluppo sociale ed economico del viterbese e di tutto il Centro Italia.

    La delegazione del Comitato, constatando grande disponibilità da parte delle organizzazioni sindacali, ha assicurato la volontà di svolgere il ruolo di ausilio alle iniziative del sindacato. I dirigenti sindacali hanno infine annunciato che le organizzazioni Cgil Cisl Uil regionali e provinciali, stanno lavorando alla creazione di tavoli permanenti per l’approfondimento delle proposte dei comitati dei pendolari e delle associazioni.

  • Mar 21, 2019 4:27:33 PM
    2019-03-21

    ORTE - Tragedia sfiorata nella stazione ferroviaria di Orte Scalo. Questa mattina un operaio di una ditta di manutenzione è rimasto coinvolto in un incidente dovuto alla linea aerea di contatto anche se non è ancora chiara la dinamica dell'episodio. Sul posto sono intervenuti il 118 e la polizia ferroviaria. L'uomo è stata soccorso dagli operatori paramedici ed è stato trasportato in elisoccorso all'ospedale Gemelli di Roma. L'uomo non sarebbe in pericolo di vita. 

  • Mar 21, 2019 4:05:51 PM
    2019-03-21

    Riceviamo e pubblichiamo da Lorenza Bernini di Lolla Gelato

    BOLSENA - Volevamo informare che in occasione della riapertura stagionale di giovedì 04 aprile 2019, festeggeremo con una bella iniziativa, la conferma degli ambiti due coni del Gambero Rosso e quindi la nostra presenza per il secondo anno sulla guida 'Migliori gelaterie d'Italia 2019'.

    ''Chi fa il buono, merita un Cono'' è il nome della nostra festa di riapertura.

    Ai primi 100 che vorranno pescare un numero dalla nostra bussola delle buone azioni, regaleremo un gelato. Chiediamo a chi vorrà giocare solo di impegnarsi in una piccola buona azione, perchè crediamo che la gentilezza sia contagiosa ed aiuti a migliorare la vita di ognuno di noi.

    Lolla si impegna su molti fronti per creare il migliore gelato possibile, ad esempio utilizzando le eccellenze del nostro territorio senza utilizzare semilavorati industriali, ma pensiamo che mangiare un gelato possa essere un'esperienza ancora più completa, fatta di contatto e rapporto umano.

    Speriamo vivamente che la cittadinanza di Bolsena e non solo voglia venire a giocare con noi.

    Grazie e buon gelato a tutti.

    Lorenza Bernini

  • Mar 21, 2019 3:47:45 PM
    2019-03-21

    VITERBO - Alla Carrozzeria Fiorillo è già primavera e per festeggiarne l'arrivo offre lo 'spring check' ossia 27 controlli, da effettuare su ogni auto, moto e veicolo commerciale, totalmente gratuiti, per farvi affrontare la bella stagione in tutta sicurezza, con sconti fino al 20% per interventi di meccanica o carrozzeria!

     

    Perchè non affidare la propria auto nelle mani di professionisti?

    I fratelli Fiorillo si trovano sulla Strada Tuscanese km. 3,500 a Viterbo.

     

    Per ulteriori informazioni è possibile contattare: 

    Telefono 0761.252028

    oppure scrivere alla mail: carrfiorillo@gmail.com

     

    Segui Carrozzeria Fiorilllo sui social per esser costantemente aggiornato sulle offerte e promozioni!

    Facebook: www.facebook.com/carrozzeriafiorillosrl

    Instagram: @carrozzeriafiorillo

     

  • Mar 21, 2019 3:37:48 PM
    2019-03-21

    CIVITA CASTELLANA - Rispetto al passato anche a Civita Castellana e nel suo vasto comprensorio si guarda oggi con notevole attenzione al mondo agricolo e alle sue diverse problematiche. La recente diffusione intensiva della coltivazione della nocciola e l’impatto che questo tipo di monocultura può avere sul delicato equilibrio ecologico del territorio rappresentano un argomento molto dibattuto dall’opinione pubblica locale. In quest’ottica economica, ambientale e sociale si inserisce l’importante e interessante incontro ''Agricoltura del Domani'' organizzato dal Movimento 5 Stelle, che si terrà oggi 21 marzo alle ore 17.30 presso l’Acoser in via Gargarasi.

    I relatori del convegno, i due consiglieri regionali Silvia Blasi e Valerio Novelli e il consigliere comunale Maurizio Selli, discuteranno delle ''alternative concrete per coltivare il futuro''. ''Il settore agricolo nel territorio di Civita Castellana – spiega Selli- attraversa da anni una congiuntura negativa dovuta a molteplici fattori. Gli agricoltori, che sarebbe meglio chiamare imprenditori agricoli, da veri imprenditori negli ultimi anni hanno dimostrato una straordinaria volontà di riscatto, migliorando la qualità dei prodotti, trasformando e confezionando gli stessi in loco, promuovendo la loro produzione in fiere e manifestazioni , rinnovandosi nei processi produttivi anticipando in molti casi anche l’attuale tendenza della “agricoltura 4.0”. Tutto ciò, con le sole loro forze e pochi aiuti regionali. I problemi da risolvere sono tanti e il M5S si impegna a trovare soluzioni normative ed economiche al fine di migliorare la situazione di abbandono del settore''.

    Tra le problematiche che verranno affrontate da sottolineare il prezzo alla produzione troppo basso da permettere una politica di sviluppo aziendale adeguata; le calamità naturali ormai ricorrenti, nello specifico la scarsità di pioggia dei primi mesi dell’anno che hanno già compromesso i raccolti di fieno e altre produzioni agricole e il problema, non più rimandabile della presenza esagerata di cinghiali che distruggono regolarmente i raccolti e le coltivazioni. Nel corso del dibattito inoltre verrà divulgata la proposta di legge incentrata sul binomio attività agricola – salvaguardia del territorio e del dissesto idrogeologico nonché la discussione sugli aiuti concreti da fornire all’agricoltura locale, tendenti allo sviluppo turistico del settore.

  • Mar 21, 2019 3:37:58 PM
    2019-03-21

    VITERBO - Presentate questa mattina a Palazzo dei Priori le Giornate Fai di Primavera in programma sabato 23 e domenica 24 marzo, a cura della delegazione FAI e del gruppo Fai Giovani di Viterbo. Ad aprire le porte saranno i “palazzi del potere”, ovvero Palazzo di Vico in via Sant'Antonio, Palazzo Gallo, in via Malatesta a Bagnaia e Palazzo dei Priori, piazza del Plebiscito. L'ingresso, con orario continuato per entrambe le giornate, sarà dalle ore 10 alle ore 17. Le visite guidate (anche in lingua inglese) saranno a cura dei volontari narratori del FAI; a Palazzo Gallo ci saranno anche gli studenti universitari del corso di restauro e il gruppo di volontari FAI Giovani Viterbo.

    L'ingresso è gratuito, chi vorrà potrà lasciare un'offerta libera che andra a sostenere il Fai nazionale nei suoi numerosi interventi di restauro. Nei tre siti aperti per l'occasione a Viterbo sarà possibile iscriversi al FAI. A illustrare dettagliatamente la due giorni è stata Lorella Maneschi, capo delegazione Fai Viterbo, che prima di addentrarsi nel programma, ha voluto ringraziare chi, a vario titolo, ha contribuito all'organizzazione dell'evento e delle iniziative collaterali previste dalla manifestazione. “A Palazzo di Vico saranno allestiti dei pannelli con immagini del bombardamento su Viterbo risalenti alla seconda guerra mondiale. Per questo ringrazio il colonnello Leonardo Moroni, comandante della Scuola marescialli dell'Aeronautica militare – Aeroporto di Viterbo, insieme al primo maresciallo Maurizio Mastrogiovanni, al primo maresciallo Marco Salimbeni e al primo maresciallo Armando Tortora del nucleo fotografico della Scuola Marescialli Aeronautica militare, comando Aeroporto di Viterbo. Sempre a Palazzo di Vico verranno proiettate le varie fasi del lavoro di restauro che è stato effettuato in questi anni. Per questo ringrazio l'archiettetto Luca Cosimi e lo studio LC Arkè che fornirà i rilievi 3D dell'antico palazzo. Oltre ai nostri volontari, saranno sul campo per l'occasione quattro gruppi di protezione civile: il Nucleo Volontariato Protezione Civile A.N.C., AEOPC Faul, Unità cinofila da soccorso, e il gruppo Tuscia Viterbo. A Palazzo Gallo, oltre all'associazione Amici di Bagnaia Arte e Storia, ci saranno gli studenti del corso di restauro DiBAF che hanno lavorato all'antico soffitto ligneo e il gruppo FAI Giovani Viterbo. Saranno loro a narrare la storia dello storico palazzo. Palazzo dei Priori è quello maggiormente conosciuto, aperto al pubblico ogni giorno. Mi auguro che anche gli altri due palazzi, così come tanti altri gioielli del nostro territorio, possano aprire le loro porte al pubblico. Non solo in occasioni particolari come le giornate del FAI”. L'apertura straordinaria dei tre palazzi viterbesi è stata possibile anche grazie alla Fondazione Carivit, al sostegno della Regione Lazio, all'Università degli Studi della Tuscia, in particolar modo dei dipartimenti DiBAF e DiSUCOM e a tutta una serie di realtà economiche e istituzionali. “Un ringraziamento particolare va al Comune di Viterbo – ha aggiunto il capo delegazione – per la sensibilità mostrata dal sindaco Arena e dagli assessori Allegrini e De Carolis verso la nostra iniziativa e verso il FAI. Il Comune di Viterbo è iscritto al FAI. Un gesto non scontato e nemmeno frequente da parte di un comune”. “É motivo di orgoglio per noi mostrare luoghi come Palazzo di Vico, Palazzo Gallo e Palazzo dei Priori in tutta la loro bellezza – ha sottolineato l'assessore Allegrini, presente alla conferenza -. Sono luoghi storici. Il recupero di Palazzo di Vico è stato qualcosa di davvero straordinario. Man mano che si andava avanti con i lavori venivano fuori le varie stratificazioni dei secoli trascorsi. Quale migliore occasione delle giornate Fai per proiettare al pubblico tutto il lavoro che è stato realizzato, e che oggi, da viterbesi, ci fa essere davvero orgogliosi di questo patrimonio”. “Il Fai ha scelto tre nostri gioielli per questa edizione delle giornate di primavera – ha concluso il sindaco Arena -. I tre palazzi rientrano tra gli oltre millecento luoghi aperti straordinariamente per questa edizione. Quella del FAI è una manifestazione imponente, che porta a riscoprire e valorizzare, e, in alcuni casi a far scoprire per la prima volta, pezzi di storia, arte e cultura”.

  • Mar 21, 2019 3:20:20 PM
    2019-03-21

    MONTALTO DI CASTRO - ''E tutto resta al caso!

    Mentre fanno notizia panchine intelligenti, nuove di zecca ...il degrado ed il rischio all'incolumità pubblica restano!

    È disarmante come si possa far finta di niente ed ammettere di andare avanti, dichiarandosi l'Amministrazione del fare quando nulla, ma proprio nulla, si fa!

    Ed è ridicolo chiudere gli occhi e non ascoltare la rabbia dei cittadini che attendo interventi concreti.

    Quando sarà aggiustato il ponte di legno, pericolante, e segnalato ormai da tempo, che qualche temerario continua a percorrere pur di non attraversare la strada ad alto traffico sottostante? Ed il tetto, ridotto un colabrodo, del Palazzetto dello sport?

    Quando riaprirà il centro Maratonda?

    E le strade, i cui disagi sono lamentati da tutti ogni giorno, quando si provvederà alla loro manutenzione?

    Il centro storico, con la ex biblioteca comunale, stanno cadendo a pezzi, ma neanche si prova ad intercettare i fondi stanziati per la cura del cuore del paese.

    Abbiamo visto bruciare i nostri soldi per un lungomare dal marciapiede fatiscente, dove la pavimentazione, a causa delle mattonelle che saltano, deve essere rattoppata di continuo, mentre la fontana, che non ha mai funzionato, zampilla solo con collaudi nascosti, inondando la carreggiata, anche se con le vostre bugie, e le costosissime siepi inaugurali, ormai secche da un pezzo, dovremmo credere che è tutto un capolavoro!

    Abbiamo bisogno dell' 'Amministrazione del fare' non possiamo attendere altri tagli di nastro in interventi non necessari, come quello progettato su Viale Garibaldi!

    C'è molto da fare e noi stiamo tutti aspettando!''

    Il Circolo PD di Montalto di Castro e Pescia Romana

  • Mar 21, 2019 2:19:02 PM
    2019-03-21

    ''Ho votato convintamente SI alla mozione di sfiducia al ministro delle infrastrutture e dei trasporti Danilo Toninelli; un ministro che non si è dimostrato in grado di affrontare in maniera capace e libera da condizionamenti il tema dello sviluppo infrastrutturale italiano.

    Toninelli può fare il ministro del 'No', il ministro delle 'gaffe', il ministro delle contraddizioni, non certo occuparsi delle politiche di crescita dell'Italia.

    Sono convintamente a favore del Tav, della Tap, del completamento della Orte Civitavecchia e di tutte le opere pubbliche che sono dirimenti per rilanciare l'Italia e renderla competitiva nel mondo. Lo sono anche la maggioranza degli italiani che nel corso di questi mesi sono scesi in piazza per manifestare la propria insofferenza verso le scelte o le 'non scelte' di questo governo.

    È vero che la mozione di sfiducia non ha avuto l'approvazione, ma rimane sempre una certa positività: ogni giorno che Danilo Toninelli parla, il Movimento 5 Stelle perde un pezzo di elettorato. In questo è un perfetto alleato''.

    Così il senatore Francesco Battistoni (Forza Italia)

0 commenti